Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Incontro della scuola di formazione sociale e politica, Gaspare Barraco: “Impegno civile a Marsala”

"Incontro al 'Monumento' ai 1008 garibaldini. Assistiamo alla fuga di cervelli dalla Sicilia, verso il Centro, Nord e verso gli Stati esteri. Ho detto che Berlusconi volle..."

Marsala – Un importante pomeriggio culturale e di formazione civica per i giovani domenica pomeriggio a Marsala, nella sala conferenze del “monumento” ai 1008 garibaldini e non a Garibaldi. In quest’occasione mi sono iscritto alla “Scuola di formazione all’impegno sociale e politico di Marsala”, il cui promotore e don Francesco Fiorino.

Tutto il pomeriggio un centinaio di studenti e meno giovani siamo stati ad ascoltare il discorso di padre Fiorino e la relazione “La Regione Siciliana e il suo Statuto” del collega dirigente regionale avvocato Salvatore Taormina. Alla fine della relazione si sono formate tre tavole rotonde per parlare delle problematiche siciliane e di Marsala. Una segretaria per ogni gruppo ha scritto i nomi e l’argomento che ognuno ha affrontato.

Dopo ci sono stati gli interventi pubblici al tavolo della presidenza. Io ho trattato la legge n.29 del 1993 sulla separazione del potere politico e del potere dirigenziale. Ho detto che le legge n.29 del 1993 prevedeva che il politico doveva dare gli indirizzi di sviluppo e che i dirigenti dovevano attuarli senza interferenze di appartenenza politica.

Invece con la minaccia o con l’attuazione dello Spoil System il potere politico sovrasta e comanda sul potere dirigenziale, con le nomine, senza pesare il curriculum e senza comparazione tra i dirigenti, guardando solo e pesando l’appartenenza e la fedeltà certa o promessa a quel politico. Basta guardare tutti gli incarichi dirigenziali nella P.A, comprese quelle nella Sanità.

Pertanto assistiamo alla fuga di cervelli dalla Sicilia, verso il Centro, Nord e verso gli Stati esteri. Ho detto che Berlusconi volle andare negli Stati Uniti per aver impiantato un pace maker. Chi fece l’intervento? Il dottore Bianco, un giovane catanese che scapo da Catania per essere il direttore di un centro medico americano. Ho aggiunto che chi va al Centro o al Nord per problemi di salute trova Siciliani. Adesso basta!

Non si può mortificare la meritocrazia in Sicilia per becero clientelismo! Ho aggiunto che la Sicilia non vedrà sviluppo se vanno avanti i peggiori, facendo scappare i migliori! Basta inoltre alla politica del facile e immediato consenso: promozioni non meritate, il piccolo favore, il certificato, la lampadina, la stradella, ecc.Ho completato con la Ferrovia nel nostro territorio che non decolla e del grave problema dei passaggi a livello mai risolto, da laureato in Ingegneria Civile della sezione Trasporti e da coordinatore del Comitato pendolari, primo in italia, che formai nel 1996.

Un complimento a Padre Francesco Fiorino e a quanti hanno dedicato l’intero pomeriggio di domenica all’impegno civile.

Ing. Gaspare Barraco

Nella foto l’intervento dell’ingegnere Gaspare Barraco, con Padre Francesco Fiorino e con l’avvocato Salvatore Taormina

views:
571
ftf_open_type:
kia_subtitle:
"Incontro al 'Monumento' ai 1008 garibaldini. Assistiamo alla fuga di cervelli dalla Sicilia, verso il Centro, Nord e verso gli Stati esteri. Ho detto che Berlusconi volle..."
MarsalaLive