Al via il processo a carico di due pescatori marsalesi

Avevano subito un sequestro di prodotti ittici, per circa 40 kg di pesce, poiché a parere degli accertatori, non avevano rispettato le norme igieniche e sanitarie e il prodotto...

riceviamo e pubblichiamo

Marsala – Nel dicembre del 2016, a seguito di un controllo da parte della Capitaneria di Porto di Marsala, avevano subito un sequestro di prodotti ittici, per circa 40 kg di pesce, poiché a parere degli accertatori, non avevano rispettato le norme igieniche e sanitarie ed il prodotto risultava essere in cattivo stato di conservazione.

Si tratta di due pescatori che come da sempre avviene nella nostra città, si erano posizionati con le loro ceste di vimini sulla banchina del porto di Marsala al fine di vendere il pesce appena pescato.

I due, le cui iniziali sono V.V. e C.F., scesi dai pescherecci si erano piazzati sulla banchina del porto al fine di vendere il pesce al dettaglio. A seguito di segnalazione, la Capitaneria, provvedeva al sequestro del pesce ed a denunciare i due avanti l’autorità giudiziaria.

Giovedì scorso è iniziato il processo a carico degli stessi avanti il Tribunale Monocratico penale di Marsala a seguito di citazione a giudizio da parte della Procura della Repubblica.

I due pescatori sono difesi dall’avvocato Vito Cimiotta. Il giudice monocratico, al quale è stato assegnato il procedimento, è la dott.ssa Quittino.

views:
753
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Avevano subito un sequestro di prodotti ittici, per circa 40 kg di pesce, poiché a parere degli accertatori, non avevano rispettato le norme igieniche e sanitarie e il prodotto...
MarsalaLive