Gaspare Barraco: “Soluzione per una scuola pacifica e rispettosa dei docenti: cacciare i bulli!”

"La scuola deve essere aperta a chi ha voglia di studiare. La scuola deve essere aperta a chi ha voglia d’imparare. La scuola deve essere aperta a chi ha rispetto della struttura scolastica"

Marsala – Soluzione per una scuola di non violenti? Bocciatura dei bulli senza pensare al numero di studenti per formare le classi. Questo deve avvenire già alla scuola elementare e media inferiore. Nel 1969 della mia classe di terza media formata da 18 ragazzi i promossi siamo stati 8, 10 i respinti. Nei 4 anni che insegnai nelle scuole medie superiori statali ai bulli li facevo calmare con i bassi voti, con le note e cacciandoli via dalla classe. Il professore non deve dimostrare timore e fare la voce grossa con gli studenti. Se capiscono di poterlo mettere sotto è la fine.

Una volta feci una nota ad uno studente del quinto anno dell’istituto Nautico di Trapani e lo feci uscire dalla classe. Un altro ragazzone venne da me, con un tono intimidatorio, nella mia scrivania, per dirmi che io non potevo fare la nota a quel studente. Mi sono alzato, e con voce autoritaria, gli dissi di andare immediatamente a sedersi, se no anche a lui avrei fatto la nota: cedette e se ne andò nel suo banco.

La scuola deve essere aperta a chi ha voglia di studiare. La scuola deve essere aperta a chi ha voglia d’imparare. La scuola deve essere aperta a chi ha rispetto della struttura scolastica. La scuola deve essere aperta a chi ha rispetto del corpo docente. I violenti e i bulli nel periodo scolastico sono la rovina della scuola e della società alla fine del periodo scolastico che non sarà per loro periodo di studio.

I bulli nel periodo scolastico, se per raccomandazioni si inseriscono nella Pubblica amministrazione, sono degli emeriti ignoranti, con l’aggravante di essere pure arroganti.

Ing. Gaspare Barraco

views:
770
ftf_open_type:
kia_subtitle:
"La scuola deve essere aperta a chi ha voglia di studiare. La scuola deve essere aperta a chi ha voglia d’imparare. La scuola deve essere aperta a chi ha rispetto della struttura scolastica"
MarsalaLive