Progetto “Educhange” all’Istituto Comprensivo “Gesualdo Nosengo” di Petrosino

Nato sullo sfondo del progetto Erasmus plus KA1, ha certamente rappresentato, per gli studenti e le loro famiglie, un’altra grande opportunità di ampliamento dell’offerta formativa e...

Petrosino – Si è concluso il 18 aprile 2018, con una manifestazione finale presso la Sede centrale dell’Istituto Comprensivo “Gesualdo Nosengo”, Il progetto “Global Volunteer-EduCHANGE”, un progetto di insegnamento in lingua inglese e scambio culturale promosso da MIUR e gestito da AIESEC , una piattaforma internazionale apolitica, presente in 113 paesi di tutto il mondo e composta da studenti.

Nell’ambito di tale progetto la scuola petrosilena ha accolto, per sei settimane, Ani Gogolazde, una ragazza di nazionalità geogiana e studentessa universitaria della facoltà di psicologia della Georgian National Universit, che ha partecipato alle attività didattiche tramite l’attivazione di moduli in lingua inglese, articolati in lezioni e workshop.

Il progetto rivolto a tutte le classi della scuola Secondaria di primo grado e alle classi quarte e quinte della Scuola Primaria, ha visto coinvolti, oltre le insegnanti di lingua inglese, anche i docenti di geografia e scienze dell’Istituto che, affiancando la studentessa georgiana, hanno avuto l’opportunità di sperimentare la metodologia CLIL (Content and Language Integrated Learning) un nuovo approccio didattico che prevede l’insegnamento di contenuti disciplinari in lingua straniera, nell’ottica del rinnovamento e del miglioramento dei curricoli scolastici nonché della loro internazionalizzazione ed innovazione dell’intero sistema scolastico. La presenza della stagista ha, certamente, stimolato una prospettiva internazionale all’interno delle classi, dando la possibilità agli allievi di comunicare in lingua inglese e di entrare in contatto con la diversa realtà culturale del paese di origine della ragazza straniera. I lavori realizzati nelle varie classi dell’Istituto sono stati presentati durante la manifestazione di fine stagealla quale hanno partecipato numerosi gli studenti e le loro famiglie.

La realizzazione del progetto EduChange non sarebbe stata possibile senza il supporto delle famiglie che hanno ospitato la stagista straniera.

Il progetto Educhange, nato sullo sfondo del progetto Erasmus plus KA1, ha certamente rappresentato, per gli studenti e le loro famiglie, un’altra grande opportunità di ampliamento dell’offerta formativa e di apertura verso l’Europa della realtà di Petrosino.

views:
461
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Nato sullo sfondo del progetto Erasmus plus KA1, ha certamente rappresentato, per gli studenti e le loro famiglie, un’altra grande opportunità di ampliamento dell’offerta formativa e...
MarsalaLive