Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Trapani, i gesuiti, la Chiesa del Collegio: venerdì 4 maggio

Una giornata di studio per la riconsegna del monumento alla città dopo il lungo lavoro di restauro e ridare coscienza alla città del suo volto “bello”

“Per incarnare il Vangelo nella nostra tradizione trapanese i Gesuiti hanno costruito una splendida casa per l’Immacolata. Il restauro è stato un processo multiforme per ‘accompagnare, curare e rafforzare’ questo patrimonio. La riconsegna alla Città e alla Diocesi costituisce una preziosa opportunità per la fruizione e la formazione spirituale e culturale del nostro popolo e dei nostri turisti”. Con queste parole il vescovo Pietro Maria Fragnelli presenta la giornata di studio per la consegna alla città del Restauro della Chiesa del Collegio dei Gesuiti che si terrà venerdì prossimo 4 maggio.

Il programma prevede, dopo i saluti delle Istituzioni coinvolte (ore 10) , due sessioni di lavoro: nella prima interverranno P. Pasquale Calà S.J., Archivista della. Provincia Sicula della Compagnia di Gesù con un’interessante ricognizione sulla presenza dei gesuiti a Trapani nelle fonti archivistiche della Compagnia, Lina Novara che presenterà la vicenda della costruzione della Chiesa e infine Daniela Scandariato con le note storico-artistiche della Chiesa. Nella seconda sessione, che si terrà nel pomeriggio ( inizio ore 16.30) , sarà il direttore dei lavori Luigi Biondo a presentare il percorso del recupero della Chiesa mentre Valentina Colli si soffermerà sull’apparato iconografico con una lettura biblico-simbolica. Alle 18 il vescovo presiederà la celebrazione eucaristica.

“Il restauro della Chiesa dell’Immacolata del Collegio dei Gesuiti è stato un’occasione di conoscenza per leggere il rapporto fra la storia ed il carattere di un monumento – afferma il progettista e direttore dei lavori Luigi Biondo – Un lavoro partito dalle membrature che toccano l’aria e la luce, passato su quei confini che servono a conservare un’estetica dell’architettura ma anche l’etica alla base dell’idea di cittadinanza ed ultimato in un interno ricco, carico di simbologie e di geniale compostezza”.

“Per l’anno in corso il vescovo ci ha proposto un progetto pastorale invitandoci ad andare ‘alla ricerca dei volti’ per dare volto ai ‘volti’ di Trapani oggi – spiega il direttore dell’ufficio beni culturali della diocesi don Piero Messana – Il nostro Vescovo individua, tra i volti ‘anonimi’ quelli dei turisti che negli ultimi15 anni hanno contribuito non poco a cambiare il volto della Città. Cosa intende promuovere la Diocesi sul piano dell’accoglienza, dell’informazione sociale e culturale 9 (percorsi della bellezza) e sul piano della liturgia? Con quali alleanze si può intervenire? E’ l’interrogativo che il Vescovo si pone e ci pone – continua – per fare in modo che il volto anonimo dei turisti incontri lo sguardo, il volto della città. Si ascrive a questa volontà del vescovo Fragnelli di ridare alla città la coscienza del suo volto ‘bello’ da offrire a coloro che la visitano, la giornata di studio sulla Chiesa dell’Immacolata del Collegio dei Gesuiti di Trapani, organizzata in sinergia con la Soprintendenza ai Beni Culturali di Trapani che negli anni ha portato avanti il recupero dell’insigne monumento”.

views:
863
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Una giornata di studio per la riconsegna del monumento alla città dopo il lungo lavoro di restauro e ridare coscienza alla città del suo volto “bello”
MarsalaLive