Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

“E’ andato via Benny Rosolia, il nostro orgoglio marsalese, il più grande pilota della Monte Erice”

Gaspare Barraco: "Ricordo che lo fermai per una foto, quando mi appoggiai sulla sua Osella 2000 disse: 'Non ti sedere sopra che si può lesionare la carrozzeria di vetroresina'. Era il più grande..."

Marsala – Benny sarà sempre nei miei ricordi di appassionato della Monte Erice. Ricordare Benny Rosolia è ricordare quelle domeniche sotto i pini di Monte Erice. Ricordare Benny è ricordare la mia gioventù e tutti gli amici (Alberto Pandolfo in primis) con cui andavo a vedere la corsa, di cui molti lo hanno di già incontrato in cielo, e da credente credo che sia stato festeggiato di sicuro quando è arrivato lì da tutti i miei amici e conoscenti “malati” della Monte Erice.

Ogni anno sono stato quasi sempre presente alla Monte Erice. Forse ho saltato per ragioni di forza maggiore una o due edizioni. In un’edizione (forse la sua penultima partecipazione) nella discesa dopo la prima salita lo fermai e ho fatto la foto con lui e la sua auto, era il 12 giugno 1988. In quegli anni non vi era ancora la c…ta del divieto di scendere senza il casco indossato. Adesso tutti scendono dopo la prima manche con il casco indossato, per quale pericolo vorrei capirlo.

Ricordo che lo fermai per una foto ricordo, e quando mi appoggiai sulla sua Osella 2000 mi disse: “Non ti sedere sopra che si può lesionare la carrozzeria di vetroresina”. Era il più grande con la sua Osella alla Monte Erice. Vinceva con un’auto inferiore a quella di Grimaldi e Nesti.

Grazie Benny. R.I.P..

Gaspare Barraco

Foto del 12.6.1988 dal mio album di famiglia con Benny, tutto concentrato per la seconda salita.

paint Benny

views:
4679
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Gaspare Barraco: "Ricordo che lo fermai per una foto, quando mi appoggiai sulla sua Osella 2000 disse: 'Non ti sedere sopra che si può lesionare la carrozzeria di vetroresina'. Era il più grande..."
MarsalaLive