Opera esposta a Tyro, in Libano, del marsalese Mimmo Palmizi

Il progetto vuole essere un atto di riconoscimento, di fratellanza tra i popoli del Mediterraneo che hanno tanto in comune, con l'auspicio che questo "Nostro Mare" possa tornare ad essere una via...

Marsala Dopo i messaggi di pace con il progetto “Mare Nostrum”, un ponte tra la Sicilia e la Tunisia e “I Pilastri della Terra”, molto apprezzati dalla popolazione, stampa e televisione Tunisina, sono ben lieto di condividere con tutta la mia città natia la seguente notizia:

A Tyro in Libano, la regista Lamis Chkeir ha presentato recentemente insieme ad un suo progetto di film documentario su Elissa (Didone), in presenza di numerosi Ministri e Ambasciatori di vari paesi del Mediterraneo, il mio progetto di scultura in acciaio Corten – omaggio a Didone, a quel popolo che venuto da lontano ha dato origine alla nostra città di Marsala (con Mothia e Lilibeo).

La scultura già realizzata, sarà quanto prima collocata alle porte della vecchia Tyro in vista del Mediterraneo. Il progetto vuole essere un atto di riconoscimento, di fratellanza tra i popoli del Mediterraneo che hanno tanto in comune, con l’auspicio che questo “Nostro Mare”, come in alcuni momenti della nostra storia, possa tornare ad essere una via di collegamento, una porta aperta all’incontro e non un muro…

La scultura è costituita da 2 elementi alti circa 2 metri e cinquanta in acciaio Corten, accostati segnando un’onda, quella appunto che Elissa ha saputo magistralmente cavalcare. Didone-Elissa, un personaggio tra storia e legenda, fondatrice di Cartagine, un grande esempio di donna “profuga” scappata da una guerra fratricida che, attraverso questo nostro mare, ha trovato la via della salvezza per sè ed i suoi seguaci, che con la sua capacità, intelligenza, energia e un po’ di astuzia ha poi fatto il resto…!

Mimmo Palmizi

Opera a Tyro Libano del marsalese Mimmo Palmizi (1)

Opera a Tyro Libano del marsalese Mimmo Palmizi (3)

Opera a Tyro Libano del marsalese Mimmo Palmizi (2)

views:
611
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Il progetto vuole essere un atto di riconoscimento, di fratellanza tra i popoli del Mediterraneo che hanno tanto in comune, con l'auspicio che questo "Nostro Mare" possa tornare ad essere una via...
MarsalaLive