Marsala, Gaspare Barraco: “Quando un incontro istituzionale per la Ferrovia?”

"Per la prima volta il 113 per la tratta ferroviaria Castelvetrano-Trapani per evitare che i viaggiatori rischiassero qualche condanna ai sensi dell’art. 340 del codice penale per interruzione di pubblico servizio"

Marsala – Nel giorno 23.5.18, ricordato in Italia per la strage sull’A29 per uccidere l’altruista Giovanni Falcone, un cattivo servizio per i viaggiatori del treno 26623. Il treno 26623 si è fermato a Strasatti-Petrosino diretto a Trapani senza alcuna speranza di partire, con oltre 300 persone, che ogni mattina vanno a lavorare e studiare a Marsala e Trapani.

Nel silenzio assoluto per un presunto pl aperto si stava fermi nella stazione Strasatti-Petrosino, provenienti da Castelvetrano.

Considerato che molti volevano mettersi sui binari per la protesta rischiando una condanna penale ho dovuto telefonare al 113, dopo aver parlato con una dipendente del gruppo DCO (Dirigente Centrale Operativo) della sala comandi di Palermo, che ho visitato da studente universitario iscritto in Ingegneria Civile della Sezione Trasporti. Immediatamente ho ricevuto la telefonata dal Commissariato di Pubblica Sicurezza, dicendomi: “Provvediamo noi”.

Dopo circa 1 ora e 15 e immediatamente dopo la telefonata con il 113, la Capotreno grida: “Salite che si parte”. Come un siluro il treno in 25 minuti senza altri intoppi è arrivato a Trapani. Le teste calde che volevano occupare i binari rischiavano la condanna per interruzione di pubblico servizio ai sensi dell’art.340 del codice penale che recita: “Chiunque interrompe un servizio pubblico è punito con la reclusione fino ad un anno. I promotori o organizzatori con la reclusione da 2 a 5 anni”.

Spero che arrivi qualche dimissione se vi sono responsabilità di cattiva gestione del servizio ferroviario. Certamente occorre un incontro istituzionale sulla linea ferrata: Prefetto- direzione delle Ferrovia (Trenitalia e Rfi) – deputazione di questo territorio- sindaci di questo territorio e il sottoscritto in rappresentanza del Comitato viaggiatori. Dal 1996, da quando formai questo Comitato, primo in Italia, ho presenziato a tanti incontri sulla Ferrovia, pure a Palazzo dei Normanni all’Ars, oltreché nell’assessorato ai Trasporti e in Prefettura, senza però riuscire a risolvere il problema dei passaggi a livello e ad avere il raddoppio ferroviario, malgrado la mia tenacia. Malgrado questi incontri, è capitato di sentire voci poco costruttive, infatti vi era pure chi parlava e parla di smantellare la linea. Siamo di fronte ad un muro di gomma?

Ing. Gaspare Barraco
Coordinatore Comitato pendolari della Ferrovia

views:
501
ftf_open_type:
kia_subtitle:
"Per la prima volta il 113 per la tratta ferroviaria Castelvetrano-Trapani per evitare che i viaggiatori rischiassero qualche condanna ai sensi dell’art. 340 del codice penale per interruzione di pubblico servizio"
MarsalaLive