Crema e Cioccolato Inaugurazione Marsala
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Marsala, Pantelleria e Favignana assieme in un progetto sociosanitario

Un protocollo d'intesa per attività sociosanitaria in favore degli isolani, a beneficio di famiglie bisognose di cure mediche. Il servizio nel Centro di accoglienza realizzato in un bene confiscato alla mafia

“Gli isolani possono contare a Marsala su un servizio di accoglienza esteso anche ai loro familiari”

Marsala – I residenti nelle isole Egadi e a Pantelleria, bisognosi di cure sanitarie in provincia, possono contare a Marsala su un servizio di accoglienza esteso anche ai loro familiari. Questo, in sintesi, lo scopo dell’Accordo siglato oggi dal sindaco Alberto Di Girolamo e dai colleghi Giuseppe Pagoto e Salvatore Gabriele, avviando di fatto un progetto sociosanitario che si realizzerà in un immobile confiscato alla mafia, in via Dante Alighieri, gestito dalla cooperativa BES presieduta da Valerio D’Angelo. Giunge così a compimento un’altra azione progettuale in campo sociale, ammessa a finanziamento dalla Regione Siciliana, e che si propone di offrire ospitalità a nuclei familiari isolani che versano in condizioni economiche di disagio, consentendo loro di fruire di un alloggio gratuito per il periodo necessario a ricevere le necessarie cure. “Con la sottoscrizione dell’Accordo – sottolinea l’assessore Clara Ruggieri – il Centro San Vincenzo offrirà accoglienza ai residenti isolani che necessitano di alloggio per effettuare una serie di prestazioni o cicli di ricoveri di Day Hospital, estendendo i benefici anche ai familiari dei pazienti in cura. Si tratta di un interessante servizio sociale, per il quale ringrazio l’ex funzionario regionale Piero Fina che tanto si è speso perchè si realizzasse”. Un Regolamento disciplina le modalità di accoglienza, cui i Comuni di Pantelleria e Favignana contribuiscono alle spese di gestione (13 euro al giorno/persona ospitata). “Il lavoro di squadra ha funzionato, afferma il sindaco Alberto Di Girolamo. Abbiamo avviato un partenariato che va incontro alle esigenze prioritarie dei cittadini, dando loro risposte concrete: un dovere per noi amministratori, soprattutto quando si parla di salute”. Apprezzamenti per il progetto sono stati altresì espressi anche dai rappresentanti istituzionali di Pantelleria e Favignana. Per Salvatore Gabriele, si tratta di “una iniziativa sociale che accorcia le distanze geografiche; mi auguro che ci sia un proseguo anche in altri ambiti sociali”; mentre per Giuseppe Pagoto “l’Accordo è un segnale importante per il pendolarismo sanitario, rendendo meno gravosa la situazione delle famiglie con problemi di salute; è un risultato che premia la sinergia tra i comuni”.

Il sindaco delle Egadi firma a Marsala un protocollo d’intesa per attività sociosanitaria in favore degli isolani

Favignana – Il sindaco delle Isole Egadi, Giuseppe Pagoto, ha partecipato questa mattina a Marsala, assieme al sindaco di Pantelleria, Salvatore Gabriele, e allo stesso sindaco della citta’ lilibetana, Alberto Di Girolamo, a un incontro finalizzato alla firma di un Protocollo d’Intesa per un’attività a fini sociosanitari da svolgersi in un immobile confiscato alla mafia. Questa mattina si e’ svolta contestualmente l’inaugurazione del centro ‘San Vincenzo’, che ha sede in via Dante Alighieri 92/B e che accoglierà abitanti delle isole minori che hanno bisogno di cure sanitarie nell’ospedale “Paolo Borsellino” di Marsala. Presenti alla cerimonia di inaugurazione anche i funzionari del Comune di Marsala che hanno seguito l’iter per la destinazione dei locali a scopi sociali, l’assessore alle Politiche sociali di Marsala, Clara Ruggieri, Piero Fina, già funzionario della Regione che ebbe l’intuizione per la richiesta del finanziamento e l’utilizzo delle somme, il responsabile della gestione della struttura, Valerio D’Angelo e l’arciprete della Chiesa Madre, Padre Giuseppe Ponte, per la benedizione dei locali. “Un’opportunità importante per i nostri isolani che versano in condizioni economiche bisognose e che sono in cura all’ospedale marsalese, ma anche per ogni altra necessità sanitaria, e per i loro familiari – ha detto Pagoto – che in questo modo possono usufruire di un punto d’appoggio sicuro e confortevole in loco scongiurando problemi legati al rientro a casa a causa del maltempo o sacrifici a causa delle trasferte mattutine obbligate. Qui potranno venire il pomeriggio precedente a una terapia con la comodità necessaria. Ringrazio l’assessore Giusi Montoleone per aver seguito tutto l’iter fino al raggiungimento dell’obiettivo, cosi’ come Angela Siracusa per il Comune di Pantelleria. E il Comune di Marsala per quest’importante collaborazione”.

Marsala, Pantelleria, Favignana, progetto sociosanitario (3)

Marsala, Pantelleria, Favignana, progetto sociosanitario (1)

Marsala, Pantelleria, Favignana, progetto sociosanitario (2)

Marsala, Pantelleria, Favignana, progetto sociosanitario (4)

views:
651
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Un protocollo d'intesa per attività sociosanitaria in favore degli isolani, a beneficio di famiglie bisognose di cure mediche. Il servizio nel Centro di accoglienza realizzato in un bene confiscato alla mafia
MarsalaLive