Marsala, il Consiglio comunale approva nove debiti fuori bilancio

Rinviato a mercoledì l’esame del regolamento per l’alienazione dei beni immobili comunali - Antonio Vinci mostra perplessità sul cambio di destinazione urbanistica per i vari beni alienabili. Parla del degrado...

Marsala – Il Consiglio comunale di Marsala presieduto da Enzo Sturiano, nella seduta di ieri pomeriggio, ha provveduto all’adozione di nove delibere riguardanti debiti fuori bilancio (per un totale di 8 mila euro), nonchè all’esame del Regolamento per l’alienazione dei Beni Immobili comunali (punto 6 dell’OdG). Su quest’ultimo argomento, il Presidente – dopo il dibattito in Aula – ha deciso di rinviare il voto alla prossima seduta per dar modo agli uffici competenti di apporre i pareri sugli emendamenti presentati.

Si può riascoltare e rivedere l’intera seduta di ieri pomeriggio, trasmessa in diretta streaming, collegandosi al sito https://www.youtube.com/watch?v=wQtainwD8xQ

Qui di seguito la sintesi dei lavori consiliari.

La seduta di prosecuzione di ieri, venerdì 15 giugno, ha registrato all’appello la presenza di 20 consiglieri su 30. In apertura dei lavori Il Presidente Enzo Sturiano e la consigliera Rosanna Genna ricordano e commemorano l’on. Benedetto Cottore e il rag. Ciccio Russo. Viene attuato un momento di raccoglimento.

Proposta prelievo punti 15-17-18-19-20-21 (Sturiano)

Il Consiglio approva con 19 voti favorevoli su altrettanti votanti.

Punto 15

Relaziona Ginetta Ingrassia – debito complessivo 600 euro — pareri favorevoli

Approvato con 15 voti favorevoli e 3 astenuti.

La consigliera Rosanna Genna critica il fatto che ogni volta si deve aspettare sempre la sentenza per procedere al pagamento del debito quando si potrebbe farlo prima con il risparmio della spese.

Punto 17

Relaziona Ginetta Ingrassia – debito complessivo 6350 euro — pareri favorevoli

Approvato con 18 voti favorevoli e 3 astenuti.

Punto 18

Il Presidente Sturiano comunica che il Dirigente Patti chiede il ritiro dell’atto deliberativo perché i potenziali beneficiari hanno rinunciato alle spettanze

L’atto viene ritirato

Punto 19

Relaziona Ginetta Ingrassia – debito complessivo 43 euro — pareri favorevoli

Approvato con 16 voti favorevoli e 3 astenuti.

Punto 20

Relaziona Ginetta Ingrassia – debito complessivo 65 euro — pareri favorevoli

Approvato con 16 voti favorevoli e 3 astenuti.

Punto 21

Relaziona Ginetta Ingrassia – debito complessivo 43 euro — pareri favorevoli

Approvato con 16 voti favorevoli e 3 astenuti.

Prelievo punti 22-23-24

Il Consiglio approva con 19 voti favorevoli su altrettanti votanti.

Punto 22

Relaziona Ginetta Ingrassia – debito complessivo 43 euro — pareri favorevoli

Approvato con 17 voti favorevoli e 3 astenuti.

Punto 23

Relaziona Ginetta Ingrassia – debito complessivo 43 euro — pareri favorevoli

Approvato con 18 voti favorevoli e 4 astenuti.

Punto 24

Relaziona Ginetta Ingrassia – debito complessivo 897 euro — pareri favorevoli

Approvato con 17 voti favorevoli e 4 astenuti.

Il consigliere Giovanni Sinacori fa presente che il Canile comunale versa in condizione critiche e che l’ultimo debito fuori bilancio è conseguenza di questo stato di cose. Invita l’Assessore Anna Maria Angileri a rimettere la delega.

Il vice Presidente Arturo Galfano invita l’Assessore Accardi a disporre una sistemazione straordinaria dei marciapiedi che causano giornalmente incidenti per i pedoni.

Prelievo punto 6 (Proposta Presidente Sturiano)

Il Consiglio approva con 19 voti favorevoli su altrettanti votanti.

PUNTO 6

Relazionano sull’atto in esame il Presidente Angelo Di Girolamo (Commissione Territorio e Ambiente) e il presidente Ivan Gerardi (commissione finanze). Quest’ultimo sottolinea che la Commissione da lui presieduta ha proposto che il Regolamento non riguardi solo l’alienazione di beni ma anche l’affitto.

Il consigliere Flavio Coppola fa presente che finalmente si discute in Consiglio sul Regolamento per la dismissione dei Beni immobili. Precisa che si tratta di un atto di grande valenza che consente di individuare quei beni di cui il Comune non ha più bisogno e che quindi possono essere venduti. Chiarisce il significato di alcuni emendamenti. Chiede di sapere se il Comune può impegnarsi a cambiare la destinazione d’uso urbanistica del bene con apposita variante, qualora ciò venga richiesto e rientri nei canoni di legge.

La consigliera Rosanna Genna dichiara che in Commissione Lavori pubblici aveva proposto all’Assessore Accardi di concedere a un prezzo simbolico ad associazioni quei beni che non vengono venduti (fa l’esempio di villa Damiani) in modo di restituirli al pubblico decoro e consentire una manovra occupazionale con personale di Marsala. Auspica anche un regolamento che disciplini questa possibilità. In questo modo si renderebbe un ottimo servizio alla collettività. Si dichiara favorevole all’approvazione del regolamento.

Il consigliere Pino Milazzo, anche se favorevole all’approvazione del regolamento, mostra perplessità sulla possibilità di vendita dei beni che dovrebbero essere resi più “appetibili”. Chiede una manifestazione pubblica dei beni alienabili.

La consigliera Ginetta Ingrassia avoca al Consiglio la paternità della delibera e del regolamento. Lamenta la scarsa collaborazione degli Uffici. Chiede di sapere dall’Amministrazione cosa ha fatto per vendere i beni in dismissione. Giudica necessario anche regolamentare la locazione.

La consigliera Federica Meo dichiara di essere favorevole anche a regolamentare la locazione dei beni dismessi.

L’Assessore Salvatore Accardi giudica assai valido il regolamento. Precisa che si può anche discutere di varianti urbanistiche non speculative per la valorizzazione dei beni. Il regolamento disciplinerà tutti i beni dismessi e non solo il Mattatoio e Villa Damiani. Precisa che secondo lui sarebbe opportuno distinguere i regolamenti, uno per la vendita e un altro per la disciplina dell’affitto.

Il Presidente aggiorna i lavori a mercoledì 20 – alle ore 17,00.

L’ingegnere Luigi Palmeri chiarisce che per il Mattatoio, tenuto conto di sopravvenute leggi di carattere ambientale, è molto difficile cambiare la destinazione d’uso anche perché si trova a soli 200 metri di distanza dal depuratore. Su Villa Damiani parla di struttura a carattere sportivo e ricreativo la cui area può essere anche lottizzata. Non è possibile allo stato regolamentare anche l’istituto dell’affitto. Sono infatti due materie diverse.

Il consigliere Antonio Vinci mostra perplessità sul cambio di destinazione urbanistica per i vari beni alienabili. Parla del degrado in cui versa il Mattatoio. Invita il Consiglio a costituire un gruppo di lavoro per studiare questa tematica di difficile soluzione considerato che le varie amministrazioni non sono riuscite a vendere questi beni. Propone di approvare il regolamento e poi lavorare per trovare una soluzione per la vendita, aiutando così l’Amministrazione.

La consigliera Ginetta Ingrassia dichiara che come consigliera desidera essere supportata dagli uffici per avere chiariti determinati dubbi.

Il Presidente Sturiano considerato che sono stati acquisiti gli emendamenti e che occorre che gli uffici formulino dei pareri aggiorna i lavori a mercoledì prossimo.

views:
408
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Rinviato a mercoledì l’esame del regolamento per l’alienazione dei beni immobili comunali - Antonio Vinci mostra perplessità sul cambio di destinazione urbanistica per i vari beni alienabili. Parla del degrado...
MarsalaLive