Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Gaspare Barraco: “Meglio un cane amico che un amico cane”

"Salvati due cani a Marsala, però consegnati al canile e non adottati. La storia del mio Willy, deceduto 5 anni addietro. Speriamo di vedere altre di queste iniziative"

Marsala – Leggere che i due Vigili urbani Roberto Parrinello e Lillo Maggio (ispettori) abbiano salvato due cani meticci per il doveroso rispetto degli animali è una buona notizia. Sarebbe stata più bella se questi due sfortunati cani venivano adottati e non rinchiusi nel canile municipale di Marsala. Purtroppo sono stati trasferiti nel canile. Spero che vengano adottati.

La settimana scorsa mi hanno lasciato di fronte casa mia una bella gattina ed è stato da noi adottata con tanto piacere, a cui non farò mancare i croccantini. Ventuno anni addietro il mio edicolante (che poi miseramente chiuse l’attività per carenza di vendite di giornali, pur con i miei 4/5 quotidiani al giorno) della stazione ferroviaria di Trapani trovò in strada un cane meticcio nato da circa un mese e mi spinse ad accoglierlo nella mia famiglia. Infatti un cane o gatto diventa un affettuoso familiare.

Io non mi ero mai occupato di accudire dei cani, devo dire purtroppo, accettai questa offerta e questo impegno. Impegno oneroso se al cane non fai mancare tutti i vaccini e le cure veterinarie. Willy era denutrito e malato e pesava circa 200 grammi. Quando lo portai dal veterinario un mio paesano che aveva un bel cane di razza mi disse: “Ma questo cos’è? E’ un cane?”. Inizia le cure con gli antibiotici e con i “lavaggi” fatti con una grossa siringa, che mi permisero di imparare a fare punture agli umani, cosa davvero utile.

Willy visse 16 anni. Al 12esimo anno d’età ebbe un blocco urinario irreversibile, e gli gonfio tutto l’apparato urinario all’inverosimile. Lo portai dal compianto veterinario Michele Galfano che con l’aiuto della veterinaria Rosellina Angileri e il mio con impacchi di sale e acqua riuscimmo a sgonfiare l’esterno, di capite cosa. Dopo fu fatto l’intervento chirurgico, annullando la parte finale dell’ uretere e facendo un foro sotto la pancia di questo sfortunato-fortunato e dolce cane. Per evitare le aderenze inserivo più volte al giorno con la siringa olio di vasellina. Il nuovo foro permise la cane di poter urinare normalmente e visse altri quattro anni senza problemi.

Di contraltare a questo affetto per gli animali vi è quello che vediamo in tv e su internet in Africa, in Cina, in Asia e da noi, direi ovunque. Se vediamo cosa fanno agli elefanti, agli orsi, alle balene etc. resta solo la vergogna per l’essere umano. Speriamo di vedere altre di queste iniziative. Ricordiamoci: meglio un cane amico, che un amico cane!

Ing. Gaspare Barraco
Attivista del Wwf e di Greenpeace
(In una foto il mio Iron, un Labrador di 5 anni, con la corona di elisabetta – collare per evitare di toccare una parte da far guarire – che è riuscito distruggere)

gaspare-barraco-trano-pendolare-trapani-marsala-castelvetrano

paint Iron-cane-gaspare-barraco

views:
912
ftf_open_type:
kia_subtitle:
"Salvati due cani a Marsala, però consegnati al canile e non adottati. La storia del mio Willy, deceduto 5 anni addietro. Speriamo di vedere altre di queste iniziative"
MarsalaLive