Ritrovamento del 14esimo rostro nei fondali di Levanzo

I complimenti del sindaco Pagoto. “Ci complimentiamo per il nuovo ritrovamento e per gli altri due rostri già individuati ad una profondità di 90 metri, che saranno riportati alla luce nelle prossime settimane...”

Il sindaco delle Isole Egadi, Giuseppe Pagoto, si complimenta per la rilevanza scientifica e culturale dell’importante scoperta portata alla luce dalla Soprintendenza del Mare di Sicilia e dagli americani della Rpm Nauticale Foundation, riguardante il quattordicesimo rostro, scoperto dal 2004, che testimonia la cruenta battaglia navale tra flotte romane e puniche, nel 241 a.C., riemerso dai fondali a Nord-Ovest dell’isola di Levanzo.

Il reperto – di probabile fattura punica – sarà restaurato all’interno dell’ex Stabilimento Florio di Favignana, che ospita una sala espositiva con sei rostri interi con epigrafi in latino e due danneggiati, anfore ed elmi montefortini, testimoni della guerra punica, e una sala cinema in 3D dove lo spettatore, grazie ad una sceneggiatura cinematografica, “vive” in circa dieci minuti, la battaglia delle Egadi realizzata con accurate ricostruzioni al computer, suoni, immagini e cartine geografiche con le rotte seguite dalla flotte proiettate sul pavimento.

“Ci complimentiamo per il nuovo ritrovamento – dice Pagoto – e per gli altri due rostri già individuati ad una profondità di 90 metri, che saranno riportati alla luce nelle prossime settimane”.

views:
1456
ftf_open_type:
kia_subtitle:
I complimenti del sindaco Pagoto. “Ci complimentiamo per il nuovo ritrovamento e per gli altri due rostri già individuati ad una profondità di 90 metri, che saranno riportati alla luce nelle prossime settimane...”
MarsalaLive