Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Marsala, il 2 settembre “L’aperitivo con l’autore”: Francesco Viviano presenta il suo ultimo libro

“Non lasciamoli soli” racconta quello che l’Italia e l’Europa non vogliono sentire e vedere e che emerge in maniera drammatica dalle testimonianze raccolte da Francesco Viviano e dalla collega Ziniti, che da anni portano...

Domenica 2 settembre, alle ore 18:30, al Circolo Canottieri di Marsala, per l’ultimo appuntamento della rassegna letteraria “L’aperitivo con l’autore”, si terrà l’incontro con Francesco Viviano, giornalista e scrittore siciliano che presenterà il suo ultimo libro edito da Chiarelettere e scritto assieme ad Alessandra Ziniti: “Non lasciamoli soli”, storie e testimonianze dall’inferno della Libia. Converserà con l’autore Nino Rosolia, modererà l’incontro Giacomo Di Girolamo.

“Non lasciamoli soli” racconta quello che l’Italia e l’Europa non vogliono sentire e vedere e che emerge in maniera drammatica dalle testimonianze raccolte da Francesco Viviano e dalla collega Ziniti, che da anni portano all’attenzione dell’opinione pubblica una situazione che non può più lasciarci indifferenti. Gli accordi stipulati dal nostro governo con quello di Tripoli e con le tribù locali hanno ridotto gli sbarchi ma hanno intrappolato in Libia centinaia di migliaia di migranti, ridotti a schiavi e soggetti a ogni tipo di tortura.

L’inferno esiste, ed è in Libia dove donne e bambine violentate, sono costrette a prostituirsi e giovani in fuga dai loro paesi trasformati in torturatori crudeli. I racconti di questo libro arrivano da coloro che sono miracolosamente riusciti a sfuggire ai lager libici.

“Non lasciamoli soli” è un grido di dolore per i migranti che chiedono di non essere abbandonati.

Un libro che raccoglie le testimonianze di alcuni sopravvissuti, vittime e carnefici. Un abisso di disumanità a pochi chilometri dall’Italia. Un massacro di cui siamo diretti responsabili dopo gli accordi dell’estate 2017.

Una tragedia che deve essere fermata, non favorirla contrastando chi in ogni modo cerca di contenerla, come le organizzazioni umanitarie che, accusate addirittura di accordi con i trafficanti, sono costrette in buona parte a ritirarsi, lasciando campo libero alla guardia costiera libica che riporta nei lager gli scampati alla morte in mare. Un incubo ancora senza una soluzione.

Francesco Viviano, cresciuto nel quartiere Albergheria di Palermo e inviato de «la Repubblica», ha seguito i principali processi di mafia, analizzando l’evoluzione di Cosa nostra dalle stragi a oggi. Inviato in Iraq e in Afghanistan, è stato insignito di numerosi riconoscimenti e nominato più volte Cronista dell’anno (2004, 2007, 2008, 2009 e 2010). Ha ottenuto anche due premi intestati ai colleghi uccisi Giuseppe Fava (2010) e Mario Francese (2013). Tra gli altri, ha pubblicato “Io, killer Mancato” per Chiarelettere, per Aliberti “Michele Greco, il memoriale” (2008), “Mauro De Mauro, una verità scomoda” (2009); con Alessandra Ziniti: “Morti e silenzi all’università” (2010), “I misteri dell’agenda rossa” (2010), “Alfano, biografia non autorizzata”(2011), “Capaci, via D’Amelio” (2012) e “Visti da vicino” (2012). Per Flaccovio, “Annetta e il generale” (2005).

La rassegna letteraria “Aperitivo con l’autore”, è organizzata in collaborazione con Bussolaweb e la Cantina Baglio di Pianetto. Al termine dell’incontro è prevista una degustazione di vini.

views:
645
ftf_open_type:
kia_subtitle:
“Non lasciamoli soli” racconta quello che l’Italia e l’Europa non vogliono sentire e vedere e che emerge in maniera drammatica dalle testimonianze raccolte da Francesco Viviano e dalla collega Ziniti, che da anni portano...
MarsalaLive