Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Marsala Calcio: Acireale – Marsala 8-9 (dopo i calci di rigori)

Continua ad oliarsi la macchina azzurra, che approda così ai Trentaduesimi di Finale (domenica 9 settembre 2018) grazie anche ad uno spirito di squadra solido e solidale: chi non ha giocato, oppure chi ha giocato meno, è stato...

Avanti tutta per la troupe di mister Ignazio Chianetta! Dopo la sofferta vittoria esterna contro la Sancataldese pervenuta soltanto dopo i tiri di rigore, si replica in casa dell’Acireale per il Primo Turno di Coppa Italia di Serie D 2018/2019: il Marsala batte l’Acireale 8-9 dopo i rigori, con un 2-2 pirotecnico dopo i 90′ regolamentari che però stava stretto agli azzurri, dominanti soprattutto nella prima frazione chiusa sullo 0-2.

Continua quindi ad oliarsi la macchina azzurra, che approda così ai Trentaduesimi di Finale (domenica 9 settembre 2018, orario, sede e squadra avversaria da definire a breve) grazie anche ad uno spirito di squadra solido e solidale: chi non ha giocato, oppure chi ha giocato meno, è stato perfettamente funzionale ai propri compagni titolari in queste prime due uscite stagionali, e con questa armonia e questo calendario così lungo e fitto, siamo sicuri che ci sarà davvero spazio per tutti.

LA CRONACA:
Al “Tupparello” i granata dell’ex Marsala mister Carlo Breve (in azzurro un paio di mesi nella primavera 2012, in sostituzione dell’attuale vice-allenatore azzurro mister Nicola Sciacca, stagione culminata con una retrocessione dalla Serie D all’Eccellenza proprio ai playout contro l’Acireale) si presentano rivoluzionati per la prima uscita stagionale (in virtù della posizione ottenuta in Serie D girone I 2017/2018 hanno potuto bypassare il Turno Preliminare) con un 4-3-3 che ha visto capitan Savanarola mezz’ala destra, Manfrellotti di punta e Madonia inizialmente in panchina. Chianetta ha risposto a specchio con tre variazioni di formazione rispetto alla prima uscita di Coppa: Giardina al posto di Fragapane come centrale destro, Tripoli all’ala destra al posto di Giannusa e Benivegna, al debutto assoluto in una Prima Squadra, terzino destro al posto di Giuffrida (problema alla caviglia riacutizzatosi nel riscaldamento).

La prima vera occasione è azzurra: corner di Lo Nigro, inserimento di Prezzabile e colpo di testa che finisce fuori di un soffio al settimo minuto. Al tredicesimo si fa vedere l’Acireale: punizione dai 35 metri calciate da Aprile, Giappone non rischia la presa e coi pugni solleva in calcio d’angolo. Al 16′ è Tripoli a fallire un’occasione d’oro dopo essere stato imbeccato perfettamente da Sekkoum a tu per tu con il portiere acese Biondi. Il gioco azzurro cresce di ritmo, e al ventiduesimo raccoglie il primo frutto: Sekkoum salta un avversario sulla destra e crossa teso, Prezzabile si inserisce, controlla meravigliosamente e batte Biondi per il gol dello 0-1. Al 37′ gli azzurri raddoppiano: cross dalla destra di Candiano, un difensore granata tocca il pallone con una mano ed il signor Costanza di Agrigento non ha dubbi nell’indicare il dischetto; dagli undici metri si presenta Balistreri che sigla la sua prima rete azzurra per lo 0-2. Nel finale di frazione l’Acireale torna viva: al 42′ Manfrellotti si gira e spara, chiamando Giappone a un vero e proprio miracolo, mentre al 43′ Savanarola crossa al centro con Manfrè Cataldi che non arriva all’appuntamento con il gol per qualche centimetro.

Nella ripresa è mister Breve a spostare gli equilibri: subito un quadruplo (!) cambio che mette in difficoltà gli azzurri. Al 58′ però, il Marsala ha l’ennesima palla gol: Sekkoum (in giornata di grazia) mette a sedere tre uomini in area avversaria, ma il sinistro non è il suo piede e il tiro si spegne malamente a lato. Al 69′ si riapre la gara: il neo-entrato Tremonte (a lungo in odore di azzurro durante l’estate che sta per concludersi) tira fuori dal cilindro un “eurogol” a giro dalla sinistra che vale l’1-2. Il “Tupparello” diventa una bolgia e l’Acireale vola: al 70′ Giardina aggancia in area un attaccante avversario, è il secondo calcio di rigore di giornata e Campanaro trafigge Giappone per il 2-2. Le squadre (stanchissime) si allungano e si aprono varchi per le ripartenze, ma l’ultimo sussulto dei tempi regolamentari lo regala ancora capitan Sekkoum: punizione al minuto 89′, palo a Biondi completamente battuto.

La serie dei tiri di rigore sembra infinita, il primo a sbagliare è il centravanti acese Manfrellotti (fuori), ma subito dopo Maraucci si fa parare il suo da Biondi; dopo un’altra serie infinita di rigori andati a segno, è Iannò a sparare malamente alto spegnendo in un silenzio di tomba lo stadio e spedendo, con merito, gli azzurri ai Trentaduesimi di Finale.

I TABELLINI:

Acireale – Marsala 8-9 d.c.r. (2-2 dopo i tempi regolamentari, 0-2 p.t.)

Acireale: Biondi (’98), Campanaro, Iannò (’00), Aprile (46′ Tramonte (’98) ), Chiochia (46′ Di Pasquale (’00) ), Russo, Savanarola (K), Tallotta (’99) (46′ Cavarra (’99) ), Manfrellotti, Manfrè Cataldi (’99) (46′ Madonia), Leotta (68′ Rausi (’00) ). A disposizione: Pappalardo (’00), Praticò (’99), Grassi Bertazzi (’00).
Allenatore: Carlo Breve.

Marsala: Giappone (’01), Benivegna (’00), Galfano (’99) (88′ D’Anna (’00) ), Sekkoum (K), Maraucci, Giardina, Candiano, Lo Nigro (68′ Giannusa), Balistreri, Prezzabile (’98), Tripoli. A disposizione: Jaber Keba, Ciancimino (’00), Mazzara (’00), Corsino, Fragapane, Parisi, Velardi (’00).
Allenatore: Ignazio Chianetta.

Arbitro ed Assistenti: Sig. Antonino Costanza; Sigg. Marco Campanella e Antonino Cumbo, tutta la terna proveniente dalla Sezione A.I.A di Agrigento.
Reti: 22′ Prezzabile (M), 37′ Balistreri (M) (Rig.), 69′ Tramonte (A), 71′ Campanaro (A) (Rig.).
Ammonizioni: Savanarola e Di Pasquale (A); Prezzabile e Tripoli (M).
Espulsi: /
Corner: 8 a 1 per il Marsala.
Recuperi: 4′ p.t e 4′ s.t.
Sequenza tiri di rigore: Balistreri (M): gol, Madonia (A): gol, Candiano (M): gol, Campanaro (A): gol, Tripoli (M): gol, Manfrellotti (A): fuori, Maraucci (M): parato, Savanarola (A): gol, Sekkoum (M): gol, Russo (A): gol, Prezzabile (M): gol, Bellomonte (A): gol, Giannusa (M): gol, Tramonte (A): gol, Giardina (M): gol, Iannò (A): fuori.
Spettatori: 400 circa.

views:
1459
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Continua ad oliarsi la macchina azzurra, che approda così ai Trentaduesimi di Finale (domenica 9 settembre 2018) grazie anche ad uno spirito di squadra solido e solidale: chi non ha giocato, oppure chi ha giocato meno, è stato...
MarsalaLive