Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Marsala, trovato un uomo morto in mare allo Stagnone: praticava kitesurf

L'uomo stava praticando lo sport nelle acque antistanti l'isolotto di Santa Maria da solo e non era iscritto in nessuna delle tante scuole di Marsala. La polizia ha diramato una nota a tutte scuole di kitesurf di Marsala, fornendo...

Aggiornamento: 
L’uomo morto questo pomeriggio nello Stagnone è di nazionalità polacca. E’ stata così scoperta questa sera l’identità del kiter. Una donna, la moglie dell’uomo morto tragicamente, chiedeva in giro notizie del marito che era uscito con il suo kitesurf e non aveva fatto rientro. Gli agenti di polizia l’hanno invitata a seguirla per il riconoscimento della salma presso l’obitorio del Cimitero dove è stata trasportata in serata stessa. La donna, che parla in inglese, era in compagnia di due bambini. Erano in vacanza a Marsala.

Marsala – Un uomo è stato trovato morto intorno alle ore 16.30 di oggi nei pressi dell’isola di Mozia con il suo kitesurf, nelle acque della Riserva delle Isole dello Stagnone. Il corpo senza vita è stato recuperato con una barca – due kiters lo hanno soccorso – ed è stato trasportato sul pontile dell’imbarcadero, dove sono intervenute le autorità marittime, le forze dell’ordine e un’ambulanza con gli operatori del 118.

Per l’uomo non c’è stato nulla da fare. Il decesso, molto probabilmente, è avvenuto forse due ore prima, considerando lo stato del corpo. La sua identità è ancora sconosciuta, in quanto era privo di documenti. Le correnti avrebbero trasportato il corpo senza vita del 40enne verso lo Stagnone. L’uomo stava praticando lo sport nelle acque antistanti l’isolotto di Santa Maria da solo e non era iscritto in nessuna delle tante scuole di Marsala. La polizia, infatti, ha diramato una nota a tutte scuole di kitesurf di Marsala, fornendo alcuni elementi di riconoscimento per risalire all’identità dell’uomo.

Si tratterebbe, comunque, di una persona quarantenne. La sua identità non è stata resa nota. L’uomo sarebbe morto, forse per annegamento, mentre stava facendo kitesurfing. Una ipotesi attendibile sarebbe quella di una morte sopraggiunta a seguito di un malore. La Capitaneria di Porto che sta coordinando le indagini con la Polizia.

Un’altra morte allo Stagnone di Marsala c’è stata il 1° luglio scorso, nelle stesse acque dello Stagnone. A perdere la vita fu il 31enne di Tivoli, Federico Laudani.

Marsala, giovane annega mentre fa kitesurf: il corpo del 31enne recuperato nello Stagnone

views:
5532
ftf_open_type:
kia_subtitle:
L'uomo stava praticando lo sport nelle acque antistanti l'isolotto di Santa Maria da solo e non era iscritto in nessuna delle tante scuole di Marsala. La polizia ha diramato una nota a tutte scuole di kitesurf di Marsala, fornendo...
MarsalaLive