Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Svaligiata casa anziana a Marsala: la badante finisce a processo

La nipote, in Tribunale, ha detto che negli ultimi mesi di vita della zia si è accorta che dall’abitazione in cui viveva la parente, assistita da due badanti, erano “scomparsi mobili, quadri e gioielli”. E una parte di mobili e arredi di...

Marsala – Avrebbe svaligiato l’abitazione dell’anziana alla quale faceva da badante, impossessandosi di mobili antichi, quadri e gioielli. Per questo motivo, una donna di 70 anni, A. C., è finita sotto processo, a Marsala, con le accuse di furto in abitazione, aggravato dall’avere “commesso il fatto con abuso di relazioni domestiche e di prestazione d’opera”, ma anche per abbandono di incapace. La donna fino all’inizio del 2013 lavorava come badante di un’anziana (V.M.A., 93 anni) che abitava in via Calogerò Isgrò, nel centro storico di Marsala.

Il processo, avviato davanti al giudice monocratico Lorenzo Chiaramonte, è scaturito dalla denuncia di una nipote ed erede di V.M.A., che si è costituita parte civile con l’assistenza degli avvocati Corrado Nicolaci e Mauro Torti. La nipote, in Tribunale, ha detto che negli ultimi mesi di vita della zia (l’anziana è morta il 5 marzo 2013) si è accorta che dall’abitazione in cui viveva la parente, assistita da due badanti, erano “scomparsi mobili, quadri e gioielli”. E una parte di mobili e arredi di inizio ‘900 scomparsi dall’abitazione di V.M.A. furono, poi, rinvenuti nell’abitazione della badante finita sotto processo.

views:
2380
ftf_open_type:
kia_subtitle:
La nipote, in Tribunale, ha detto che negli ultimi mesi di vita della zia si è accorta che dall’abitazione in cui viveva la parente, assistita da due badanti, erano “scomparsi mobili, quadri e gioielli”. E una parte di mobili e arredi di...
MarsalaLive