Marsala, Trapani e Salemi: con “Innovambiente” parte la raccolta differenziata dei rifiuti

La prima è Marsala. Tre grandi comuni siciliani, 60mila utenze domestiche, più di 8mila commerciali, avviano il percorso verso la raccolta differenziata e porta a porta dei rifiuti. Protagonista il sistema web based "Innovambiente"

Matera – La prima è Marsala. Avviata in questi giorni la predisposizione delle piattaforme informatiche di gestione del servizio di raccolta differenziata, con il caricamento della zonazione territoriale e anagrafiche delle utenze: 28mila domestiche e 3.300 commerciali. Mentre, la prossima settimana è in programma, da parte degli operatori dell’ente di gestione, “Energeticambiente srl”, l’avvio dei processi di censimento e distribuzione dei kit di raccolta, attraverso tablet che operano su applicazione “INNOVAMBIENTE – Start Up Go”.

Nelle prossime settimane, la stessa procedura sarà avviata anche nei comuni di Trapani (27.400 utenze private, 5mila commerciali) e per le 5mila utenze di Salemi. Anche in questi casi il gestore del servizio, “Energeticambiente srl”, ha scelto la piattaforma “INNOVAMBIENTE” realizzata dall’azienda high-tech materana “INNOVA”. Sistema che consente censimento delle utenze, distribuzione di contenitori, rilevazione automatica dei conferimenti tramite tecnologia RFID, consultazione in tempo reale dei dati. Elementi essenziali per potere avviare entro il prossimo anno il passaggio da tassa erariale a tariffazione puntuale, attraverso anche il conteggio dei rifiuti conferiti da ogni singolo utente.

“Il nostro innovativo sistema di completa gestione di ogni momento del ciclo di raccolta differenziata e porta a porta, sta costantemente aumentando la sua diffusione. Oggi lo utilizzano oltre 50 comuni italiani con un bacino complessivo superiore al milione di persone – spiega Massimo Veglia project manager “INNOVAMBIENTE” – uno dei suoi punti di forza è il sistema di back office per la gestione del numero verde, che consente un’interfaccia costante con tutti i soggetti coinvolti, cittadini, aziende, enti di gestione e comuni anche grazie ad un’ App gratuita utile alla diffusione di calendario di raccolta, guida ai conferimenti, dizionario dei rifiuti e alla prenotazione dei ritiri a domicilio. E il prossimo novembre presenteremo a Ecomondo di Rimini, nuove funzionalità basate sulla Business Intelligence che offrono analisi statistiche e previsionali e una costante valutazione dei dati per migliorare e ottimizzare i processi gestionali. Obiettivo, migliorare qualità ed economicità della raccolta”. [Ufficio Stampa Innovambiente – Carlo Bozzo]

views:
2029
ftf_open_type:
kia_subtitle:
La prima è Marsala. Tre grandi comuni siciliani, 60mila utenze domestiche, più di 8mila commerciali, avviano il percorso verso la raccolta differenziata e porta a porta dei rifiuti. Protagonista il sistema web based "Innovambiente"
MarsalaLive