L’interprete e musicista marsalese Pippo Rallo compie 90 anni: il 25 settembre

Una vita per la musica - Due anni fa, una delle sue interpretazioni più memorabili (E vui durmiti ancora) è stata scelta, per la colonna sonora della pluri-premiata pellicola cinematografica “Fuocoammare”, dal regista Gianfranco Rosi

Marsala – Pippo Rallo compie 90 anni, martedì 25 settembre. L’interprete e musicista marsalese – una delle voci protagoniste, negli anni ’50, della dolce vita di Taormina e della scena folk siciliana – ha inciso un centinaio di dischi con la Cetra e la Rca. Due anni fa, una delle sue interpretazioni più memorabili (E vui durmiti ancora) è stata scelta, per la colonna sonora della pluri-premiata pellicola cinematografica “Fuocoammare”, dal regista Gianfranco Rosi.

Per la sua lunga e ricca carriera, è da molti considerato un ambasciatore della musica italiana nel mondo. Da Marsala, la sua carriera, l’amore per il canto e per il genere melodico lo hanno portato a esibirsi fino al nord Europa e al sud America, prima di emigrare per 30 anni in Svizzera, dove ha svolto la professione di operaio e non ha mai smesso di cantare.

Il 4 agosto scorso, a Petrosino, durante la serata conclusiva di “Rockarossa”, gli è stato tributato un omaggio e, per l’occasione e per il traguardo dei suoi 90 anni, è stata proiettata una videointervista che ripercorre la sua storia.

Biografia
Pippo Rallo, cantante italiano, nasce a Marsala – in Via dei Mille – il 25 settembre 1928. Ha trascorso la sua infanzia tra Favignana e Messina. L’adolescenza la passa a Graniti, dove la sua famiglia era sfollata a causa dei bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale. In quegli anni conosce la compagna di una vita, Tanina Lo Giudice, e inizia a cantare. Nella seconda metà degli anni 1950 si esibisce giornalmente nei locali di Taormina, tra cui “La Giara” e l’”Hotel San Domenico”. Proprio durante quel periodo viene ingaggiato dalla Cetra, per la quale incide una serie di fortunati classici in lingua siciliana. Negli anni 1960 passa alla RCA Italiana, prima di partire per una tournée che lo porta nella penisola scandinava e sulle navi della Oslo Fjord insieme al Quintetto De Solis. Qualche anno dopo si stabilisce in Svizzera, a Lausen. Di giorno lavora come operaio per la fabbrica di orologi Ronda S.A. e nel fine settimana si esibisce per la platea di emigrati italiani. Nel 1990, una volta arrivato alla pensione, fa ritorno a Marsala dove riprende l’attività di cantante. Nel 2016 il brano E vui durmiti ancora è stato inserito nella colonna sonora del documentario Fuocoammare di Gianfranco Rosi, premiato con l’Orso d’oro per il miglior film al Festival di Berlino.

Discografia parziale

Cetra
1956 Pippo Rallo / Maria Finocchiaro Turiddu e Lola/A signurina moderna
1956 Pippo Rallo La tarantella per fischietto/Picciridduzza mia
1957 Maria Finocchiaro / Pippo Rallo Invidia sempre e pietati mai/A zita gilusa
1957 Maria Finocchiaro / Maria Finocchiaro e Pippo Rallo Non mi fazzu monica/La contravvenzione
1957 Maria Finocchiaro e Pippo Rallo / Pippo Rallo Serenata a la me bedda/U dintista ‘nnammurato
1957 Pippo Rallo Zitu sempre e maritatu mai/A coppia filici
1958 Pippo Rallo / Maria Finocchiaro A spina vilinusa / Amuri sicilianu
1958 Pippo Rallo / Maria Finocchiaro La vesti a saccu / Signurina e l’automobile
1958 Pippo Rallo / Pippo Rallo e Maria Finocchiaro A figghia du varveri / Vasimi va
1958 Pippo Rallo e Maria Finocchiaro / Maria Finocchiaro ‘Nvasuneddu chi ti fa / Stasira mi fazzu zita
1958 Pippo Rallo e Maria Finocchiaro / Maria Finocchiaro Donna Micia e Don Fifi / Appuntamentu di matrimoniu
1958 Pippo Rallo / Pippo Rallo e Maria Finocchiaro E vui durmiti ancora / Chiovu “abballati”

RCA Italiana
1963 Pippo Rallo e Flavia Caminiti Smanie di zitella / Tempu persu
1963 Pippo Rallo Scecchi e mutura / Viva lu vinu
1963 Pippo Rallo e Flavia Caminiti Chiangi? Chi hai? / Battibecco d’amore
1963 Pippo Rallo Vattiu siciliano / Putrunaria

pippo rallo

Media

views:
701
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Una vita per la musica - Due anni fa, una delle sue interpretazioni più memorabili (E vui durmiti ancora) è stata scelta, per la colonna sonora della pluri-premiata pellicola cinematografica “Fuocoammare”, dal regista Gianfranco Rosi
MarsalaLive