Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Consiglio comunale, dibattito concluso su Dup: ora gli emendamenti

Aldo Rodriquez ha evidenziato che dalla relazione del sindaco non si evincono politiche agricole, industriali, sociali, giovanili, turistiche: “Comprendo la progettualità europea ma il cittadino chiede interventi a breve termine su cui il DUP ha deficit notevoli"

Si torna in aula anche questo pomeriggio e lunedì 1° ottobre

Marsala – Il proseguimento pomeridiano della seduta di ieri del Consiglio comunale di Marsala è stato ancora dedicato al Documento Unico di Programmazione (DUP), con altri interventi dei consiglieri e le repliche del sindaco Alberto Di Girolamo, presente in Aula assieme ad alcuni assessori della Giunta. Ha pure relazionato il presidente del Collegio dei Revisori dei conti Claudio Gulotta, comunicando all’Aula il parere favorevole sull’atto, tenuto conto della coerenza del DUP con i parametri tecnico-contabili di competenza del Collegio.

Il primo a prendere la parola è stato P. Milazzo che, nel riconoscere l’impegno dell’Amministrazione per attingere ai fondi europei, ha sottolineato di non riscontare nel documento importanti problematiche quali acqua, consorzio doc marsala, illuminazione… W. Alagna considera positivo che l’Amministrazione si rivolga all’Europa visto che da Stato e Regione non arrivano più risorse; ma manifesta perplessità sul DUP con riguardo a politiche per il turismo, al fine di mettere a sistema risorse culturali e naturalistiche. Aggiunge che rimane nel cassetto il Prg; che è stato abbandonato il progetto con le FS per eliminare i due passaggi a livello in centro; nessuna traccia della metropolitana di superficie.

Soddisfazione per la relazione del sindaco sul DUP ha invece espresso F. Meo, tenuto conto che la progettualità guarda al futuro, abbracciando centro e borgate. Chiede, comunque, più incisività nei rapporti con la Regione al fine di ridurre i tempi burocratici e accelerare sui finanziamenti che spettano. Articolato l’intervento di F. Coppola, che distingue la parte strategica della programmazione da quella operativa: “Sulla prima nulla da eccepire; mentre su quella operativa ci sono lacune per alcuni servizi importanti per cittadini e territorio, oggetto di nostri emendamenti: sollevatore per disabili in piscina, pronto intervento tecnico, verde pubblico, manifestazioni istituzionali non valorizzate in funzione turistica”.

A. Rodriquez ha evidenziato che dalla relazione del sindaco non si evincono politiche agricole, industriali, sociali, giovanili, turistiche. “Comprendo la progettualità europea – ha affermato Rodriquez – ma il cittadino chiede interventi a breve termine su cui il DUP ha deficit notevoli”. Per L. Licari, il sindaco Di Girolamo “ha presentato la progettualità per una città che guarda al futuro, anche se dovrebbe prestare maggiore attenzione su sostenibilità ambientale e politiche sociali. Condivido le lacune su verde pubblico, illuminazione e sistema videosorveglianza”.

A. Galfano ha affermato che “il DUP affronta tante tematiche ma la realtà è diversa, con Amministrazione comunale assente sul fronte del settore agricolo”. Chiede di andare oltre una semplice elencazione dei beni culturali cittadini e “puntare ad acquisire la Chiesa di Santo Stefano da cui partono i percorsi sotterranei che creano turismo”. Per il consigliere A. Di Girolamo, “bene la progettazione futura, ma manca l’ordinaria amministrazione. C’è un totale abbandono del verde e le spiagge non sono accessibili per le case abusive. L’Agricoltura è assente nel DUP”. Infine, il presidente Sturiano ha messo a fuoco due aspetti per lui cruciali: verde pubblico e randagismo. “Sul primo manca una mappatura e occorre un piano regolatore dedicato al verde cittadino; mentre, a fronte di un canile saturo, oltre agli incentivi per le adozioni occore soprattutto una campagna pubblicitaria per sensibilizzare la cittadinanza a prendersi cura dei randagi”.

Il sindaco Alberto Di Girolamo, nella sua seconda replica (la prima era stata manifestata nella seduta mattutina), ha sottolineato “che il DUP non contiene sogni ma programmazione vera; che le necessità del quotidiano le vediamo tutti ma occorrono le risorse, milioni di investimento che il Consiglio può rendere disponibili se riesce a trovarli in Bilancio per destinarli a verde, marciapiedi, illuminazione, scorrimento veloce, ecc. Sono convinto invece che per combattere i problemi quotidiani occorre una seria programmazione”.

Prima di chiudere la seduta, il presidente Sturiano ha aggiornato i lavori alle ore 16 di oggi (saranno discussi gli eventuali emendamenti al DUP), comunicando altresì che un’ulteriore seduta è fissata per lunedì prossimo, 1° ottobre, alle ore 10.

views:
480
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Aldo Rodriquez ha evidenziato che dalla relazione del sindaco non si evincono politiche agricole, industriali, sociali, giovanili, turistiche: “Comprendo la progettualità europea ma il cittadino chiede interventi a breve termine su cui il DUP ha deficit notevoli"
MarsalaLive