Giangrasso (Verdi): “Bene sospensione della caccia in Sicilia, adesso di lavori per l’abolizione”

"Ogni anno sono centinaia le vittime della caccia, nel 2016 31 persone sono morte e 48 sono stati feriti, nel 2017 invece, le persone uccise sono aumentate a 114 con 37 feriti, mentre nel 2018 si stima che i dati posso tragicamente raddoppiare..."

Trapani – “Il Consiglio di Giustizia amministrativa per la Regione Siciliana ha rigettato la sospensiva chiesta dalla Regione stessa sull’ordinanza del TAR di Palermo – Lo dice in una nota il Portavoce provinciale della Federazione dei Verdi di Trapani, Pietro Giangrasso – Ogni anno sono centinaia le vittime della caccia, nel 2016 31 persone sono morte e 48 sono stati feriti, nel 2017 invece, le persone uccise sono aumentate a 114 con 37 feriti, mentre nel 2018 si stima che i dati posso tragicamente raddoppiare.

Prova ne è – prosegue Giangrasso – le notizie che sono comparse sulle prime pagine di stampa nazionale nella giornata di ieri, dove nel Bresciano una squadra di soccorritori è stata presa a fucilate mentre era impegnata nei soccorsi di una bambina scomparsa. Un’altra sconvolgente notizia è arrivata da Ventimiglia, dove un ragazzo di 19 anni è stato ucciso a fucilate perché scambiato per un cinghiale.

Ecco, in un paese civile – conclude l’esponente ambientalista – notizie come queste non dovrebbero proprio esistere. Dobbiamo lavorare in sinergia, indistintamente dalle sigle politiche o dell’associazionismo affinché la caccia venga abolita a livello nazionale.”

views:
1089
ftf_open_type:
kia_subtitle:
"Ogni anno sono centinaia le vittime della caccia, nel 2016 31 persone sono morte e 48 sono stati feriti, nel 2017 invece, le persone uccise sono aumentate a 114 con 37 feriti, mentre nel 2018 si stima che i dati posso tragicamente raddoppiare..."
MarsalaLive