Tutto pronto per la VII edizione di Blue Sea Land, conferenza stampa a Palazzo D’Orleans

Dal 4 al 7 ottobre a Mazara del Vallo, la VII edizione di Blue Sea Land, l’Expo dei cluster del Mediterraneo, dell’Africa e del Medioriente. Blue Sea Land è organizzato dal Distretto della Pesca e Crescita Blu e dal suo organismo esecutivo per i servizi, il Centro...

Nel segno della promozione delle eccellenze ittiche e agroalimentari del territorio, del dialogo e dell’incontro fra culture e con Giovanni Tumbiolo nel cuore, torna per la sua VII edizione Blue Sea Land.

L’Expo dei Cluster del Mediterraneo, dell’Africa e del Medioriente avrà luogo dal 4 al 7 ottobre nella suggestiva kasbah di Mazara del Vallo, da sempre luogo simbolo di dell’incontro fra popoli e culture e di scambi di prodotti e merci provenienti da tutto il Mediterraneo e sarà dedicato alle buone pratiche della green, blue economy e della bio-economia.

Blue Sea Land è organizzato dal Distretto della Pesca e Crescita Blu e dal suo organismo esecutivo per i servizi, il Centro di Competenza Distrettuale, in collaborazione con la Regione Siciliana, il Comune di Mazara del Vallo e la Venice International University. Importante la malleva del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari Forestali e del Turismo, del Ministero dello Sviluppo Economico, di ITA-ICE, dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, della Conferenza delle Regioni e delle Provincie Autonome, di Sace-Simest.

Blue Sea Land costituisce un formidabile laboratorio di diplomazia economica, sociale, scientifica, culturale ed enogastronomica. Blue Sea Land è lo scenario dove il gusto, oltre che incontrare il palato, diviene formidabile strumento di dialogo e aggregazione tra popoli e culture diverse. A Blue Sea Land si potranno degustare, tra spettacoli e animazione, prelibatezze ed eccellenze agroalimentari frutto del sapiente lavoro delle aziende appartenenti alle filiere siciliane della pesca e dell’agro-alimentare. Venerdì 5 ottobre ore 18.30, nella suggestiva cornice di piazza Immacolata vi sarà il tentativo di Guinness, da parte di maestri pasticceri di Mazara del Vallo, del “Profiterole” più grande del mondo.

Nella sua precedente edizione, l’Expo ha fatto registrare la presenza di oltre 100mila visitatori, una ulteriore conferma di come Blue Sea Land rappresenti sempre di più un’importante piattaforma per la valorizzazione di eccellenze, sapori e saperi del mare e della terra. Anche la VII edizione vedrà la partecipazione, con aree allestite nelle principali piazze e vie del centro storico, del Dipartimento Regionale Pesca Mediterranea (Piazza della Repubblica), MIPAAFT (Piazza Santa Veneranda), Regione Calabria (Corso Umberto I), TuttoFood (Piazza Plebiscito), San Lorenzo Mercato di Palermo (Largo Badiella).

Particolare attenzione sarà dedicata alle tematiche ambientali con incontri dedicati alla green e blue economy; importante anche un workshop dedicato al problema dei rifiuti marini (marine litter) e in particolare delle micro pastiche. Grande attenzione agli aspetti sociali legati alla risorsa mare (“Pescatori di Uomini”, “Mare senza barriere”, lotta allo spreco alimentare, l’esperienza delle “Donne di Mare”).

Paesi main partner della VII edizione di Blue Sea Land saranno la Repubblica di Tunisia e quella del Burkina Faso, Paesi i quali rappresenteranno l’Africa Mediterranea e l’Africa Subsahariana. Sono circa 50 invece tutti i Paesi che ad oggi hanno confermato la loro presenza alla manifestazione. Numerosi saranno i convegni e i workshop che si svolgeranno nella quattro giorni all’interno delle strutture del centro storico mazarese. In parallelo all’Expo si terranno delle sessioni di incontri B2B con i buyers provenienti dai Paesi partecipanti alla manifestazione.

Uno dei momenti più suggestivi della manifestazione è la Preghiera per la pace fra i popoli, dove i rappresentanti di tutte le religioni si uniranno sul palco allestito nella piazza fra la Chiesa di San Francesco e la Mosche Ettakwa, quella che Giovanni Tumbiolo amava chiamare “piazza blu”.

(Il programma e la mappa della manifestazione sono consultabili e scaricabili attraverso il sito www.bluesealand.eu oppure attraverso l’app gratuita Tracity)

ConferenzastampaBSL_momento interventoAssessoreTurano

Ecco gli interventi nel corso della Conferenza stampa:

Il Presidente del Distretto della Pesca e Crescita, Nino Carlino, ha illustrato la manifestazione sottolineando: “Con forza stiamo portando avanti l’idea di un grande quale Giovanni Tumbiolo. Abbiamo avuto la risposta positiva di più di quaranta delegazioni straniere; Tunisia e Burkina Faso sono i Paesi partner di questa edizione. Abbiamo l’apporto importante della Regione Sicilia, dell’Assessorato alle Attivtà Produttive, alla Programmazione, dall’Assessorato regionale della Pesca e Agricoltura e dal Comune di Mazara; abbiamo l’obbligo che la manifestazione abbai successo; lo merita la nostra Regione, Mazara del Vallo, lo merita Giovanni Tumbiolo. Puntiamo sui temi della sostenibilità, della bioeconomia, e sulla salvaguardia del mare insieme ai Paesi mediterranei e dell’Africa Subahariana, pensiamo al problema delle plastiche in mare”.

L’Assessore all’Innovazione e Politiche Comunitarie del Comune di Mazara, Vito Ballatore: “Questo è un importante di continuità nel segno dell’amico Giovanni Tumbiolo. Blue Sea Land prende vita nella Casbah, cuore pulsante della città, un luogo storico simbolo di incontri fra i popoli di tutto il Mediterraneo. La preghiera della Pace con i rappresentanti delle diverse religioni è il migliore momento di chiusura di una manifestazione che punta alla pace fra i popoli”.

Il Direttore Generale del Dipartimento Pesca Mediterranea, Dario Cartabellotta: “A Mazara del Vallo, in occasione di Blue Sea Land, si avrà l’occasione di riflettere sulle nuove politiche della pesca. L’Unione Europea ha accolto il principio della regionalizzazione, questo farà si che il riconoscimento delle specificità dei pescatori sia uno dei punti di forza della rinascita della pesca in Sicilia. Il Mediterraeno è un mare che si gestisce non che si spartisce e in questo aveva visto molto bene Giovani Tumbiolo che aveva lanciato l’idea della creazione della Blue Economic Zone, così come l’importanza della creazione di nursery, luoghi e regole condivise per la cooperazione fra i popoli del Mediterraneo. Altri temi fondamentali: la plastica riversata in mare e lo spreco alimentare così come il tema delle “Donne di mare”, donne del mondo della comunicazione che hanno investito la propria attività sul mare”. L’attività del Dipartimento a Blue Sea Land sarà dedicata alla valorizzazione dei prodotti del mare e della terra. Puntiamo a valorizzare anche il “ricco pesce povero” che aggiunge qualità alla cucina e ai prodotti siciliani”.

Il Direttore Generale del Dipartimento degli Affari Extraregionali, Vincenzo Falgares: “Il nostro Dipartimento ha accompagnato con passione e intensità tutta questa fase di preparazione della manifestazione. Giovanni Tumbiolo è stato un rappresentante unico nel panorama del Mediterraneo, questa manifestazione rappresenta una conferma di come si possano gettare le basi per costruire il ponte per l’ottava edizione. Si parla sempre di ruolo internazionale delle Regioni e qui si consolida il ruolo centrale della Sicilia nel Mediterraneo. L’Africa, con Tunisia e Burkina Faso main partner, in una stagione particolare anche in chiave negoziati, farà la sua parte. Crediamo nei programmi transfrontalieri con i Paesi dell’Africa Mediterranea, la Sicilia ha la possibilità di cogliere una sfida di trasformazione culturale e tecnologica che consentirà lo sviluppo di quei territori”.

L’Assessore regionale alle Attività Produttive, Girolamo Turano: “Ringrazio a nome del Presidente della Regione le delegazioni estere che partecipano alla conferenza stampa, segno di grande collaborazione istituzionale e di come gli altri Paesi e la Sicilia pensano già ad un Mediterraneo diverso. Blue Sea Land è una manifestazione di alleanza fra i popoli del Mediterraneo, pensata per la pace del Mediterraneo in un momento di grande difficoltà. Blue Sea Land rappresenta un “pensatoio” dove in quattro giorni di confronto su grandissimi temi si getteranno le basi anche per le future edizioni che vedranno sempre più protagoniste le imprese, le start-up, le innovazioni, la tutela del mare, la qualità dei prodotti e dove elaborare le nuove strategie che devono realizzarsi. Per fare questo c’è bisogno della condivisione della Regione con i nostri partner. Tanti i Paesi che hanno risposto. Dopo lo sconforto per la prematura mancanza di Giovanni Tumbiolo, sapere di aver recuperato tempo e di aver portato avanti questo lavoro ci porta a pensare che questo progetto continuerà anche nelle prossime edizioni”.

L’Assessore regionale all’Agricoltura, Sviluppo Rurale e Pesca Mediterranea, Edy Bandiera: “Una fondamentale quattro giorni per la quale ringrazio il Distretto e il Presidente Carlino e i nostri assessorati per la sua realizzazione. Il lavoro che hanno svolto ci consentirà di raggiungere i risultati importanti che noi intendiamo seguire. Ho sentito il dott. Tumbiolo fino al giorno del tristissimo evento, non finirò mai di ringraziarlo per l’eredità materiale e immateriale che ci ha lasciato, dobbiamo continuare su questa strada e sulla strada della “Blue Economic Zone”. Tutti dobbiamo riappropriarci della nostra storia nel Mediterraneo, un luogo fatto di 26 Paesi, 46.000 km di costa. Dobbiamo rilanciare la centralità della Sicilia in questo mare attraverso la cooperazione transfrontaliera che produce benefici produttivi, economici e sociali”.

Marco Leonardo Tumbiolo, figlio di Giovanni Tumbiolo, membro del Cda del Distretto della Pesca e Crescita Blu: “se oggi mio padre fosse qui vi abbraccerebbe tutti per l’impegno nel portare avanti Blue Sea Land, una manifestazione che guarda al futuro e rappresenta un piccolo ma grande passo verso un orizzonte di ben più ampio respiro, una missione che, grazie alla passione trasmessaci dal fondatore, ormai è parte della nostra cultura”

Alla conferenza stampa erano presenti alcuni rappresentanti delle delegazioni che straniere che parteciperanno a Blue Sea Land.

Mr. Henry Zerbo, Direttore generale del Ministero dell’Alimentazione e della Pesca del Burkina Faso: “Sono orgoglioso di rappresentare gli abitanti del nostro paese che insieme alla Tunisia vuole portare avanti questa collaborazione. Aspettiamo Blue Sea Land per avere scambi utili anche nei settori dell’’istruzione ed in campo universitario al quale il nostro Paese guarda con molto interesse”.

Il Vice Console della Tunisia, Madame Ines Khedri: “La Tunisia è onorata di essere partner della settima edizione di Blue Sea Land. Ringrazio Giovanni Tumbiolo con il quale il nostro Paese ha lavorato per la pace dei popoli. Con Blue Sea Land in questi anni è stato fatto un lavoro eccezionale; questa settima edizione per la Tunisia significa consolidare definitivamente, attraverso il partenariato, la cooperazione economica nel Mediterraneo”.


Il Burkina Faso main partner della VII edizione di Blue Sea Land – Previsto un protocollo di collaborazione fra le Università di Palermo e Ouagadougou

Il Burkina Faso è main partner, unitamente alla Tunisia, della settima edizione del Blue Sea Land che si svolgerà a Mazara del Vallo dal 4 al 7 ottobre.

Lo Stato del Burkina Faso, rappresentato da ministri, ambasciatori, alti dirigenti dei ministeri e importanti uomini d’affari, sbarcherà in Sicilia, all’expo di Mazara del Vallo, per presentare il programma di sviluppo economico e sociale del Paese e le proposte ed agevolazioni che il Governo intende offrire agli imprenditori della Sicilia interessati a sviluppare rapporti economici e commerciali con il Burkina e con i paesi dell’area del Cedao (Comunità economica dell’africa Dell’ovest).

La delegazione governativa sarà composta dal Ministro delle risorse animali e della pesca, S.E. Sammanogo Koutou, delegato dal primo Ministro Thieba, dall’Ambasciatore in Italia, S.E. Joséphine Ouedraogo, da Madame Toure Sako, Segretario generale Institut des Hautes Etudes Internationales, dai dirigenti generali dei ministeri dell’agricoltura, della pesca e delle finanze.

La delegazione avrà incontri istituzionali con le massime autorità della Regione (Nello Musumeci e Gianfranco Miccichè), con il Rettore dell’Università degli Studi di Palermo, Fabrizio Micari e i vertici dell’Ateneo, per la sottoscrizione di un protocollo di collaborazione ed interscambio con l’Università di Ouagadougou, con i Sindaci di Palermo e Mazara del Vallo (Leoluca Orlando e Nicola Cristaldi).

Sabato 6 ottobre, alle ore 10, nella sala consiliare di Mazara del Vallo, il Governo del Brukina presenterà alle Autorità italiane e straniere, alle organizzazioni imprenditoriali, agli imprenditori e commercianti della Sicilia le opportunità di investimenti e le agevolazioni. Ai lavori interverranno gli assessori regionali Salvatore Cordaro e Domenico Turano,il delegato all’internalizzazione di Sicindustria Nino Salerno, il presidente del distretto della pesca Nino Carlino, ci sarà un dibattito aperto a tutti i presenti e, a seguire, incontri riservati con le imprese ed i commercianti interessati a sottoscrivere accordi con il Governo e con gli uomini d’affari burkinabé.

Numerose imprese hanno già formulato proposte. I lavori saranno coordinati dall’avvocato Antonio Tito, Console Onorario del Burkina Faso in Sicilia, che ha dichiarato “sono fortemente soddisfatto del lavoro preparatorio svolto e felice perché si discuteranno importanti protocolli operativi tra Governo ed imprenditori, si avvierà il rapporto con l’Università Di Palermo e si rafforzeranno le relazioni con Stati europei che guardano con favore allo sviluppo economico e sociale del Burkina Faso e che avanzeranno concrete proposte di partenariato. È una grande occasione che colloca la Sicilia nel suo ruolo naturale di terra ponte con i Paesi in fase di sviluppo ed offre alle imprese della regione una importantissima opportunità di crescita commerciale ed economica”.

Tutto pronto per la VII edizione di Blue Sea Land 2018

views:
329
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Dal 4 al 7 ottobre a Mazara del Vallo, la VII edizione di Blue Sea Land, l’Expo dei cluster del Mediterraneo, dell’Africa e del Medioriente. Blue Sea Land è organizzato dal Distretto della Pesca e Crescita Blu e dal suo organismo esecutivo per i servizi, il Centro...
MarsalaLive