Rubano portafogli e prelevano al bancomat: arrestati dai carabinieri

In arresto per il reato di furto e indebito utilizzo di carte di credito. I due giovani, approfittando di un momento di distrazione della vittima, la quale aveva lasciato per pochi attimi in sosta la sua vettura, si impossessavano con un gesto fulmineo del portafogli e si dileguavano a piedi...

Mazara del Vallo – I Carabinieri della Compagnia di Mazara del Vallo, nella giornata del 10 ottobre, hanno tratto in arresto Giardina Gianfranco mazarese classe 76 e Lambiase Claudio mazarese classe 78 per il reato di furto e indebito utilizzo di carte di credito.

Nelle ore pomeridiane, un Carabiniere libero dal servizio, che stava passeggiando lungo Corso Armando Diaz, soccorreva prontamente una donna che, pochi attimi prima, aveva subito un furto di un portafogli lasciato sul sedile della sua autovettura.

I due giovani, approfittando di un momento di distrazione della vittima, la quale aveva lasciato per pochi attimi in sosta la sua vettura, si impossessavano con un gesto fulmineo del portafogli e si dileguavano a piedi per le vie di Mazara.

Avendo compresa la situazione, il militare richiedeva rinforzo alla Centrale Operativa dei Carabinieri di Mazara che inviava sul luogo un equipaggio dell’Aliquota Radiomobile e, raccolte le necessarie informazioni utili all’individuazione dei soggetti, si metteva alla ricerca.

Poche centinaia di metri più avanti davanti ad un bancomat un uomo, che corrispondeva esattamente alla descrizione fornita dai passanti, nervosamente si guardava intorno in attesa di ricevere la somma di denaro richiesta. I Carabinieri, insospettiti dall’atteggiamento dell’uomo e supportati dalle informazioni in loro possesso decidevano di approfondivano il controllo. L’uomo, poi identificato nel Giardina, alla loro vista si dava a precipitosa fuga ma veniva bloccato dai militari dopo pochi metri e trovato in possesso di 250 euro poco prima prelevati dallo sportello bancomat e della carta di credito riconducibile alla vittima del furto.

Le operazioni di perquisizione venivano subito estese presso l’abitazione del Giardina ove veniva ritrovato il portafogli asportato alla donna poco prima.

Ad attendere il Giardina, presso la sua abitazione, vi era un uomo poi identificato nel Lambiase accusato anch’egli del furto dopo l’ analisi dei filmati delle telecamere presenti sul luogo del furto che lo incastravano.

Accertate le responsabilità del Giardina e del Lambiase, i due venivano tratti in arresto dai Carabinieri e, nella giornata di ieri, il giudice di Marsala convalidava l’arresto, disponendo la misura cautelare dell’obbligo di dimora e il divieto di allontanarsi dalla propria abitazione durante le ore notturne.

I servizi di controllo del territorio, verranno incrementati nelle prossime settimane, al fine di contrastare in maniera sempre più efficace i reati contro la persona e il patrimonio sulla pubblica via (scippi, borseggi, rapine e furti).

rm-mazara

LAMBIASE_CLAUDIO NATALE_10.10.2018

GIARDINA_GIANFRANCO_10.10.2018

 

views:
1490
ftf_open_type:
kia_subtitle:
In arresto per il reato di furto e indebito utilizzo di carte di credito. I due giovani, approfittando di un momento di distrazione della vittima, la quale aveva lasciato per pochi attimi in sosta la sua vettura, si impossessavano con un gesto fulmineo del portafogli e si dileguavano a piedi...
MarsalaLive