Smaltimento rifiuti e raccolta differenziata: un’ordinanza sindacale vieta l’uso della plastica

“Tra gli obiettivi prioritari che questa Amministrazione intende perseguire c’è la salvaguardia e la tutela della salute dei cittadini e dell’ecosistema marino e terrestre dall’inquinamento ambientale...”

Favignana – Con ordinanza sindacale n. 22 del 18 ottobre 2018, l’Amministrazione Comunale delle Isole Egadi, detta ai cittadini residenti nell’Arcipelago e non, e alle attività commerciali operanti sul territorio comunale, le norme per la minimizzazione dei rifiuti, l’incremento della raccolta differenziata e la riduzione dell’impatto ambientale. Viene stabilito il divieto di commercializzazione degli shoppers (sacchi asporto merci) in polietilene e il divieto di uso e vendita dei contenitori e delle stoviglie monouso non biodegradabili. Il divieto contemplato nell’ordinanza, in ossequio a una direttiva del Parlamento Europeo, avrà valore a decorrere dal 1° marzo 2019.

“Tra gli obiettivi prioritari che questa Amministrazione intende perseguire – dice al riguardo l’assessore Giovanni Sammartano, con delega alla Politica dell’ambiente e servizi ecologici – c’è la salvaguardia e la tutela della salute dei cittadini e dell’ecosistema marino e terrestre dall’inquinamento ambientale determinato dall’utilizzo di prodotti usa e getta in materiale plastico. Pertanto, con lo scopo di promuovere sempre di più misure per ridurre i rifiuti, in particolar modo quelli non biodegradabili, e in adesione ai criteri fissati dalle normative nazionali e comunitarie, è stato disposto il suddetto divieto che intendiamo comesegnale importante di sensibilità nei confronti dell’ambiente”.

Questo quanto contenuto nell’ordinanza:

– gli esercizi commerciali, artigianali e di somministrazione alimenti e bevande, sia a posto fìsso che itinerante, esercentiattività sul territorio comunale, non potranno distribuire ai clienti sacchetti per la spesa monouso in materiale non biodegradabile;

– i cittadini residenti nel territorio comunale di Favignana, si dovranno dotare e dovranno utilizzare, esclusivamente, sacchetti monouso per la spesa in carta o altro materiale biodegradabile, ovvero borse riutilizzabili a rete in stoffa o tessuto o altro materiale idoneo per legge.

E’ inoltre vietato l’uso e la vendita dei contenitori e delle stoviglie monouso non biodegradabili.

In fase di prima applicazione delle presenti disposizioni è tuttavia consentito ai medesimi operatori, di utilizzare i sacchetti giacenti nei rispettivi depositi ovvero posseduti nelle proprie abitazioni fino all’esaurimento delle scorte e comunque entro e non oltre il 28 febbraio 2019.

– i commercianti, i privati, le associazioni, gli enti, in occasione di feste pubbliche e sagre potranno distribuire al pubblicoesclusivamente posate, piatti, bicchieri e sacchetti monouso in materiale biodegradabile e compostabile.

– gli esercenti sul territorio isolano, le attività commerciali, artigianali di asporto cibi e di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, potranno distribuire agli acquirenti esclusivamente posate, piatti, bicchieri, cannucce e sacchetti monouso in materiale biodegradabile e compostabile.

views:
324
ftf_open_type:
kia_subtitle:
“Tra gli obiettivi prioritari che questa Amministrazione intende perseguire c’è la salvaguardia e la tutela della salute dei cittadini e dell’ecosistema marino e terrestre dall’inquinamento ambientale...”
MarsalaLive