Il Marsala Calcio davanti a 4000 tifosi frena la corazzata biancorossa

Marsala-Bari 1-1. Erano 19 anni che non si vedeva una tribuna così affollata. C'è chi dava gli azzurri per spacciati, chi aveva comprato il tagliando d'ingresso per ammirare le gesta di...

Marsala – C’è chi dava gli azzurri per spacciati, chi aveva comprato il tagliando d’ingresso per ammirare le gesta di Brienza, Floriano, Pozzebon e Bolzoni, chi guardava ammirato quel “galletto” colmo di storia, con i suoi 31 campionati di Serie A alle spalle… e invece nel pollaio è entrata una volpe. Il Marsala di mister Ignazio Chianetta davanti a 4000 tifosi (erano 19 anni che non si vedeva una tribuna così affollata) frena la corazzata biancorossa sull’1-1, imponendo gioco dal primo all’ultimo minuto.

Mister Cornacchini ringrazia invece uno sfortunato autogol azzurro, due clamorose quanto decisive sviste arbitrali, e porta via dalla trasferta più lunga del campionato per la squadra del presidente Luigi De Laurentis un punticino senza neanche aver tirato una volta in porta in 98′, mantenendo la leadership della graduatoria a quota 14 punti e l’imbattibilità. Azzurri che salgono invece a quota 8 punti dopo la 6° giornata del torneo, attestandosi nel gruppone di metà classifica ad un passo dai playoff… ma ad un passo dai playout, con l’altra corazzata del campionato, la Turris di Torre Del Greco (NA) che farà visita ai lilibetani domenica prossima, 28 ottobre 2018 alle ore 14:30, nel secondo impegno casalingo consecutivo per capitan Nagib Sekkoum e compagni.

LA CRONACA:

Mister Ignazio Chianetta risparmia l’acciaccato Barraco, e lancia a sorpresa Corsino al suo posto, a interscambiarsi nel suo 4-3-3 con Candiano nei ruoli di mezzala e ala sinistra; mister Giovanni Cornacchini invece distende la sua corazzata con capitan Franco Brienza (2 presenze in Nazionale, centinaia in Serie A con varie maglie, Palermo su tutte) a partire dalla panchina insieme a Francesco Bolzoni (scudetto con l’Inter di Mourinho nel 2008/2009), Bollino, Pozzebon e il baby-fenomeno Langella, spazio in campo invece per un 4-3-3 con capitan Cacioli in difesa con Di Cesare (ex Torino in Serie A) a formare la coppia centrale, Piovanello-Simeri-Floriano il tridente offensivo.

Nel primo quarto regna il più totale equilibrio, con il Bari che va al tiro al 16′ grazie a un guizzo di Floriano che di controbalzo dai 25 metri calcia alto non di molto. Al 21′ è Di Cesare a impattare di testa su calcio d’angolo, palla a lato. Al 33′ l’unica vera azione del Bari dell’intero incontro: Nannini semina il panico sulla fascia sinistra saltando addirittura tre uomini, entra in area e mette un assist perfetto al limite dell’area piccola dove Galfano interviene in scivolata sventando il più facile dei gol per Simeri. Al 36′ capitan Sekkoum illumina la scena: baricentro delle due squadre spostato nella metà campo marsalese, il playmaker italo-marocchino classe ’81 lancia da 40 metri Tripoli che si incunea perfettamente fra Cacioli e Di Cesare presentandosi tutto solo davanti a Marfella da posizione però defilata, la botta forte è centrale è disinnescata coi pugni dal portierino pugliese. Al 44′, con lo zampino del destino e della direzione di gara, gli ospiti passano in vantaggio: il Bari pressa il Marsala con una serie di calci d’angolo, gli azzurri sventano la minaccia facendo carambolare la sfera su un attacante biancorosso e poi sul fondo ma per il signor Bracaccini di Macerata e per il 1° Assistente signor Cravotta di Città di Castello (PG), è incredibilmente ancora calcio d’angolo; dalla bandierina va Piovanello che fa spiovere il destro ad uscire, sul pallone si avventa Benivegna che anticipa addirittura il suo compagno di reparto Giardina nel tentativo di allontanare ma colpisce con la nuca spiazzando Giappone per lo 0-1.

Nella ripresa scende in campo soltanto il Marsala. Al 48′ Candiano ci prova di controbalzo, pallone alto di poco. Al 59′ i 4000 del Municipale esplodono: calcio d’angolo di capitan Sekkoum, imperioso stacco di Prezzabile e 1-1 che stordisce il Bari. Al 68′ Sekkoum calcia direttamente da calcio d’angolo, Marfella smanaccia davanti alla linea di porta. Al 70′ Balistreri (esordio in Serie A nel Palermo di Guidolin 2004/2005 subentrando proprio a Brienza al 68′ di Siena – Palermo) duetta con Corsino, pallone che arriva a Candiano al limite dell’area che calcia di sinistro: Marfella è impietrito e prega, il pallone finisce cinque centimetri oltre il palo. Al 71′ la seconda evidente svista arbitrale: uno scatenato Candiano salta tre uomini, Cacioli lo stende a pochi passi da Bracaccini e quest’ultimo sventola incredibilmente il giallo all’ala di origini modicane per simulazione. A quel punto la girandola delle sostituzioni butta nelle mischia Bolzoni, Pozzebon, Brienza e Langella per il Bari e Barraco, Ciancimino e Manfrè per il Marsala ma il risultato non cambia più: 1-1 storico per il Marsala.

I TABELLINI:

Marsala – Bari 1-1 (0-1 p.t.)

Marsala: Giappone (’01), Benivegna (’00), Galfano (’99), Sekkoum (K), Maraucci, Giardina, Tripoli, Corsino (72′ Barraco), Balistreri (87′ Manfrè), Prezzabile (’98), (78′ Ciancimino (’99) ), Candiano. A disposizione: Jaber Keba, Fragapane, Parisi, Giuffrida (’99), Lo Nigro, Mazzara (’00). Allenatore: Ignazio Chianetta.

Bari: Marfella (’99), Aloisi (’99), Nannini (’99), Hamlili (77′ Brienza), Cacioli (K), Di Cesare, Piovanello (’00) (78′ Langella (’00) ), Neglia (66′ Pozzebon), Simeri, Feola, Floriano (56′ Bolzoni). A disposizione: Maurantonio, Mattera, Bollino, Liguori (’98). Allenatore: Giovanni Cornacchini.

Arbitro ed Assistenti: Sig. Emanuele Bracaccini della Sez. A.I.A. di Macerata; Sigg. Andrea Cravotta della Sez. A.I.A. di Città di Castello (PG) e Gabriele Mari della Sez. A.I.A. di Roma 2 (RM).
Reti: 44′ aut. Benivegna (B); 59′ Prezzabile (M).
Ammonizioni: Candiano (M), Prezzabile (M); Neglia (B).
Espulsioni: /
Corner: 5 a 4 per il Bari
Recuperi: 2′ p.t. e 5′ s.t.
Spettatori: 4000 circa.

views:
647
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Marsala-Bari 1-1. Erano 19 anni che non si vedeva una tribuna così affollata. C'è chi dava gli azzurri per spacciati, chi aveva comprato il tagliando d'ingresso per ammirare le gesta di...
MarsalaLive