Marsala, tre arresti dei Carabinieri per furto aggravato

Una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile, allertata dalla Centrale Operativa per un furto in atto di materiale ferroso presso una nota azienda di contrada Fornara sottoposta a sequestro fallimentare, giunta...

Marsala – Settimana intensa per la Compagnia Carabinieri di Marsala sotto il profilo della prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio. Infatti, sono stati 3 gli arresti compiuti dall’Arma per furto aggravato.

Nello specifico, i primi ad essere sorpresi in flagranza di reato nel corso dei sempre più intensi servizi di controllo del territorio – rafforzati anche in virtù dell’approssimarsi delle festività natalizie – sono stati Giuseppe De Marco e Aldo Daniele Pellegrino, marsalesi rispettivamente classe ’75 e ’73, già noti alle Forze dell’Ordine.

In particolare, una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile, allertata dalla Centrale Operativa per un furto in atto di materiale ferroso presso una nota azienda di contrada Fornara sottoposta a sequestro fallimentare, giunta sul posto, provvedeva immediatamente a visionare le immagini del sistema di videosorveglianza. Da queste si notavano due soggetti avvicinarsi allo stabile, ed uno di essi scavalcare la recinzione ed asportare vario materiale ferroso, caricandolo successivamente a bordo del cassone di un Piaggio Ape di colore verde.

Dalla visione dei filmati, inoltre, i militari riconoscevano da subito il De Marco ed il Pellegrino, mettendosi alle loro ricerche lungo la direzione di fuga intrapresa dagli stessi. I due venivano immediatamente rintracciati e fermati nei pressi di un’officina a circa cento metri di distanza dall’azienda depredata. Nel cassone del Piaggio Ape veniva rinvenuto tutto il materiale asportato, il quale veniva restituito all’avente diritto, mentre i due marsalesi – condotti presso la Caserma “Silvio Mirarchi”, al termine degli accertamenti di rito, sono stati dichiarati in stato di arresto per furto aggravato.

A seguito dell’udienza di convalida tenutasi dinanzi al Giudice del Tribunale di Marsala, per il De Marco ed il Pellegrino è scattata la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel Comune di residenza, con il divieto di lasciare le rispettive abitazioni durante l’orario notturno.

A questo risultato operativo, si aggiunge anche l’arresto eseguito mercoledì dai Carabinieri della Stazione di San Filippo ai danni di Mirian Graffeo, marsalese classe ’93. Lo stesso, all’interno di un noto esercizio commerciale della Via Trapani, approfittando di un momento di distrazione degli addetti alle vendite, asportava una scatola contenente un sistema di videosorveglianza. Sorpreso comunque all’esterno del negozio da alcuni dipendenti, veniva dichiarato in stato di arresto in flagranza di reato dalla pattuglia immediatamente intervenuta, la quale provvedeva a restituire quanto asportato al responsabile dell’esercizio commerciale.

views:
1134
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile, allertata dalla Centrale Operativa per un furto in atto di materiale ferroso presso una nota azienda di contrada Fornara sottoposta a sequestro fallimentare, giunta...
MarsalaLive