Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Dal 1° marzo vietato l’utilizzo di sacchi neri per il conferimento dei rifiuti indifferenziati

L’ordinanza sindacale ribadisce l’obbligo di usare sacchetti biodegradabili per l’organico, specificando che piatti e bicchieri monouso vanno conferiti nella plastica privi di residui di cibo

Campobello di Mazara – A partire dal 1° marzo, a Campobello e nelle frazioni, sarà vietato l’utilizzo di sacchetti neri per il conferimento dei rifiuti indifferenziati (RSU).

Lo ha stabilito il sindaco Giuseppe Castiglione con l’ordinanza sindacale n.33 emanata ieri (24 gennaio 2019) al fine di incrementare ulteriormente le percentuali di differenziata, migliorando la qualità del materiale da avviare al riciclo.

Nell’ordinanza, in particolare, si vieta categoricamente l’utilizzo di sacchetti neri, o comunque non trasparenti di qualsiasi dimensione, in modo da consentire agli operatori una sommaria ispezione di rifiuti presenti. Dai numerosi controlli eseguiti dalla Polizia municipale, è emerso infatti un eccessivo utilizzo da parte dei cittadini del “sacco nero”, all’interno del quale spesso vengono conferiti indiscriminatamente anche frazioni di rifiuti riciclabili, incidendo negativamente sia sulle percentuali di differenziata sia sui complessivi costi di gestione del servizio a scapito di tutta la cittadinanza.

L’utilizzo di sacchi neri è consentito unicamente per il conferimento di ramaglie, foglie, erba e sfalci di potatura provenienti da giardini e aree private (in questo caso, infatti, i sacchetti devono essere depositati aperti per consentire l’ispezione visiva da parte degli operatori).

Il provvedimento sindacale ribadisce, inoltre, l’obbligo di utilizzo esclusivo dei sacchetti biodegradabili per il conferimento dei rifiuti organici (umido), specificando altresì, per quanto riguarda in particolare piatti e bicchieri di plastica monouso, che devono essere inseriti nel mastello della plastica “puliti”, cioè privi di residui di cibo. Non occorre infatti lavarli o sciacquarli, ma basta semplicemente svuotarli eliminando i residui di cibo anche con l’utilizzo di un tovagliolo di carta, che va poi conferito nell’organico.

Nell’invitare, ancora una volta, i cittadini alla massima collaborazione, il Sindaco ribadisce che incrementare le percentuali e la qualità della raccolta differenziata è indispensabile per mantenere pulito il territorio comunale, evitando così anche di incorrere negli aggravi di spesa imposti dalla Regione a causa della saturazione degli impianti.

views:
1444
ftf_open_type:
kia_subtitle:
L’ordinanza sindacale ribadisce l’obbligo di usare sacchetti biodegradabili per l’organico, specificando che piatti e bicchieri monouso vanno conferiti nella plastica privi di residui di cibo
MarsalaLive