Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Azienda Sanitaria Provinciale: pagamento ticket con “pago PA” e vaccinazione materna

Violenza di genere: un programma di attività per la prevenzione del fenomeno grazie alla collaborazione fra Asp 9 e Istituto Rosina Salvo di Trapani - Gli sportelli cup, da oggi, oltre...

Azienda Sanitaria Provinciale Trapani, da oggi possibile pagamento ticket con “pago PA”

L’Azienda sanitaria provinciale di Trapani, ha ampliato la gamma dei servizi di pagamento. Oltre alla possibilità di pagare il ticket attraverso il sito istituzionale con Carta di credito o servizi My Bank, da oggi sono attivi i servizi esterni di pagamento collegati a pago PA: Sisal, Lottomatica, Banca 5, Cibill, sportelli bancari e postali, e dal proprio telefono cellulare.

Gli sportelli cup, da oggi, oltre al foglio di prenotazione, per gli utenti paganti, rilasceranno un modulo di pagamento “pago PA”. Gli utenti già in possesso di prenotazione potranno scaricare il modulo “pago PA” dal sito dell’Asp Trapani, “Servizio Pagamento e Prenotazione” disponibile nell’Area Cup web.

Azienda sanitaria provinciale di Trapani, attivo un programma di vaccinazione materna

E’ già attivo presso l’Azienda sanitaria provinciale di Trapani, il programma di sensibilizzazione alla vaccinazione:“La Prevenzione della Pertosse e dell’Influenza nelle donne in Gravidanza”.

L’iniziativa, in coerenza con le direttive del Ministero della Salute, rappresenta uno strumento di sanità pubblica,“maternal immunization”, e si inserisce nel Piano Nazionale della Prevenzione Vaccinale 2017-2019, dove si raccomanda la vaccinazione dtpa (difterite, tetano, pertosse), della donna gravida nel terzo trimestre di gravidanza, tra la 28° e la 32° settimana. E’ questo il periodo in cui si registra il maggior tasso di Ig G trasferite per via transplacentare dalla madre al feto.

La vaccinazione durante il terzo trimestre di gravidanza garantisce un trasferimento passivo di anticorpi in grado di immunizzare il neonato nei primi 61 giorni di vita, i più vulnerabili, in quanto il sistema immunitario è ancora immaturo, ovvero nel periodo che precede lo sviluppo di una protezione attiva da vaccinazione del bambino.

L’Asp Trapani è la prima Azienda in Sicilia ad aver attuato il programma, curato dal Direttore dell’U.O.C. Ostetricia e Ginecologia del P.O. di Mazara del Vallo, Pietro Musso, condiviso con il Direttore dell’U.O.C. SPEM (Sanità Pubblica, Epidemiologica e Medicina Preventiva)AspTp, Gaspare Canzoneri.

“Siamo entusiasti di aver intrapreso questa iniziativa- – ha sottolineato il dott. Gaspare Canzoneri – La vaccinazione in gravidanza è una pratica promossa dal WHO sin dal 1960, in particolare per tetano, pertosse ed influenza.

Non bisogna dimenticare, infatti, che alcune malattie infettive, come tetano, difterite, pertosse, influenza stagionale, sono potenzialmente in grado di dare luogo a gravi complicanze, a volte con esito letale, soprattutto nei soggetti più vulnerabili, come le donne in gravidanza e i neonati”.

In Gran Bretagna e negli USA già dal 2012 le gravide sono vaccinate contro la pertosse e questa pratica ha condotto ad un abbattimento dei ricoveri nei reparti di terapia intensiva dei piccoli neonati, e azzerato i decessi neonatali.

Tutti i Centri di vaccinazione dell’ASP 9 sono impegnati in questa iniziativa e, per la prima volta in Sicilia, l’U.O. di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale di Mazara del Vallo, ha aperto un apposito Ambulatorio, dedicato a gestanti e neonati.

“La vaccinazione della mamma in gravidanza è sicura – ha confermato il Dott. Pietro Musso, Direttore dell’U.O.C. Ostetricia e Ginecologia del P.O. di Mazara del Vallo – ed è questa la prima cosa che la gestante vuole sentirsi dire. Solide evidenze cliniche hanno dimostrato, sulla scorta delle risultanze di migliaia di gravide vaccinate in tutto il mondo, che ci sono solo benefici materni e neonatali. Il counseling che il ginecologo attua è strategico: la gestante ha una fiducia enorme nel ginecologo che la segue durante la gravidanza e quindi consigliare la vaccinazione è una tappa obbligatoria come il consiglio sulla più corretta alimentazione, il miglior stile di vita, i più opportuni controlli ecografici ed ematochimici da praticare durante i nove mesi di gravidanza”.

I Centri Vaccinazione e i ginecologi dei Consultori e dei reparti di Ostetricia e Ginecologia dell’ASP Trapani forniranno tutte le informazioni necessarie accompagnando le future mamme in un percorso di scelta consapevole della vaccinazione. Dopo un adeguato counselling vaccinale verranno somministrate le vaccinazioni in una o più sedute in funzione della valutazione preliminare. Vanno vaccinate anche le future mamme che hanno avuto già la pertosse o che siano state vaccinate da oltre un anno.

Anche i medici di famiglia, già impegnati ad estendere la vaccinazione anti-influenzale alla popolazione target, potranno dare un contributo vaccinando le gravide contro l’influenza nel 2° e 3° trimestre di gravidanza.

L’Ambulatorio della “Vaccinazione in Gravidanza” è aperto tutti i martedì pomeriggio. E’ possibile contattare i numeri telefonici 0923 677277 oppure 0923 677278, per la vaccinazione su appuntamento. Non è necessaria alcuna richiesta del medico curante, basta presentare documento di riconoscimento, tessera sanitaria e documentazione della gravidanza in corso.

Le gestanti possono afferire anche ai Centri di Vaccinazione distribuiti su tutto il territorio dell’ASP di Trapani secondo le modalità e i tempi previsti dalle varie strutture di riferimento.

Violenza di genere: un programma di attività per la prevenzione del fenomeno grazie alla collaborazione fra Asp 9 e Istituto Rosina Salvo di Trapani

Stalking, Misure per contrastare la violenza, Educazione alla consapevolezza, Destrutturazione degli stereotipi di genere, sono alcuni fra gli obiettivi previsti dal programma di attività finalizzato alla prevenzione della violenza di genere realizzato dall’Azienda sanitaria provinciale di Trapani in collaborazione con l’Istituto Rosina Salvo di Trapani.

I primi destinatari dell’iniziativa sono gli studenti, che partecipano alle attività coordinate dal dott. Antonio Sparaco, referente per la lotta alla violenza di genere per l’Asp 9, e dalla docente Sabrina Rocca, referente dell’educazione sentimentale, per l’Istituto Rosina Salvo di Trapani.

Le iniziative finalizzate alla prevenzione si sviluppano attraverso la tecnica dell’ Empowerment con l’obiettivo di migliorare lo sviluppo delle proprie abilità, delle proprie capacità e l’ autostima, con il supporto di specifico materiale didattico-informativo sui percorsi diagnostici-terapeutici- riabilitativi sulla violenza di genere.

Alla fine del percorso, le ragazze saranno in grado di riconoscere i segnali primordiali di violenza ed agire di conseguenza.

Gli studenti dell’Istituto sono stati recentemente impegnati nello spettacolo “Lezione d’amore”, realizzato in occasione della giornata della donna.

views:
429
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Violenza di genere: un programma di attività per la prevenzione del fenomeno grazie alla collaborazione fra Asp 9 e Istituto Rosina Salvo di Trapani - Gli sportelli cup, da oggi, oltre...
MarsalaLive