Voto di scambio, condannato l’ex senatore del PD Nino Papania

Secondo l'accusa, Papania avrebbe promesso somme di denaro in cambio di voti in favore di un candidato a sindaco di Alcamo promettendo in cambio posti di lavoro. Si tratta dell'ultimo...

L’ex senatore del Partito Democratico Nino Papania è stato condannato a 1 anno di carcere per voto di scambio. Otto mesi ciascuno sono stati inflitti dal Tribunale di Trapani a Leonardo e Giuseppe De Blasi, padre e figlio, Giovanni Renda e Leonardo Vicari. La sentenza è stata emessa dal Tribunale di Trapani.

Assolti due ex collaboratori di Nino Papania, Francesco Massimiliano Ciccia e Giuseppe Filippo Di Gaetano, e l’imprenditore Davide Bartolomeo Piccichè (erano difesi dagli avvocati Nino Caleca, Salvatore Di Giorgi, Roberto Mangano, Tiziana Pugliesi e Vito Di Graziano).

Secondo l’accusa, Papania avrebbe promesso somme di denaro in cambio di voti in favore di un candidato a sindaco di Alcamo promettendo in cambio posti di lavoro. Si tratta dell’ultimo troncone giudiziario scaturito dall’inchiesta della procura di Trapani sulle elezioni amministrative del 2012.

views:
324
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Secondo l'accusa, Papania avrebbe promesso somme di denaro in cambio di voti in favore di un candidato a sindaco di Alcamo promettendo in cambio posti di lavoro. Si tratta dell'ultimo...
MarsalaLive