Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Palmese–Marsala Calcio 3-2: gli azzurri giocano a sprazzi e pagano dazio ad una squadra bravissima

Palmese bravissima a difendersi e ripartire - Domenica 14 aprile al “Nino Lombardo Angotta” gli azzurri affronteranno il Città di Gela, con i nisseni decimi con 40 punti proprio...

Un distratto Marsala si presenta a corrente alternata al “Giuseppe Lopresti” di Palmi (RC), ed incassa una sconfitta di misura che di certo non pregiudica il proprio cammino in chiave playoff, ma che lascia come è giusto che sia una dose di amaro in bocca. In classifica gli azzurri rimangono al terzo posto con 47 punti, ma adesso le inseguitrici si sono rifatte sotto ed i punti di vantaggio per conservare la zona playoff sono soltanto tre.

Domenica prossima, 14 aprile 2019, al “Nino Lombardo Angotta” gli azzurri affronteranno il Città di Gela, con i nisseni decimi con 40 punti proprio come la Palmese, bisognosi di ancora qualche punto per centrare la salvezza matematica. Due i precedenti stagionali: nei Trentaduesimi di Finale in gara unica di Coppa Italia di Serie D 2018-2019 nel settembre scorso al Lombardo Angotta finì 1-2 con le reti ospiti di Sicignano (37′) e Federico (77′) inframezzate da quella marsalese di Sekkoum (46′); all’andata invece, al “Vincenzo Presti” di Gela (CL) finì 2-2 con l’iniziale doppio vantaggio del Marsala con Manfrè al 30′ e C. Galfano al 78′ pareggiato poi dai gol di Ragosta all’85’ e Sowe all’86’, dopo che i lilibetani avevano anche fallito un calcio di rigore con Balistreri al 63′.

Prima del fischio di inizio, un minuto di raccoglimento in occasione del decennale dal terremoto de L’Aquila del 2009 che causò 309 morti.
Mister Ivan Franceschini schiera i suoi con il 5-3-1-1, con capitan Nello Gambi laterale difensivo sinistro e Ouattara unico terminale offensivo; mister Vincenzo Giannusa risponde con il 3-5-2, con capitan Nagib Sekkoum mezzala sinistra e con Bonfiglio compagno di reparto di Balistreri in attacco.

I neroverdi cominciano alla grande. Al 10′ C. Galfano commette fallo un passo fuori dall’area di rigore, sul punto di battuta capitan Gambi si inventa una traiettoria sulla quale Giappone deve fare gli straordinari, ma sulla ribattuta la difesa azzurra non libera definitivamente e Ouattara deposita in rete l’1-0. Il Marsala subisce il gol a freddo, e al 12′ un errore in disimpegno di Fragapane libera in campo aperto Calivà, ma Giardina è bravo a metterci una pezza. Dopo di che, il Marsala si cala l’elmo da guerra e sul tappeto in erba sintetica mette in mostra un possesso palla da stropicciarsi gli occhi. I reggini, però, si chiudono a riccio e concedono poco, ma al 37′ gli azzurri sembrerebbero trovare un buco buono: Giardina infila un pallone rasoterra fra i difensori, Balistreri non ci pensa due volte e calcia di prima con il pallone che fa la barba al palo. Al 40′ Ouattara sfugge sul filo del fuorigioco e calcia di prima intenzione, Giappone è bravo a bloccare a terra.

La ripresa si apre con una perla di Candiano: al 50′ bomba al sette da 25 metri e Marsala che trova il meritato 1-1. Dopo il pareggio la partita diventa ancora più bella ed equilibrata, ed al 76′ i palmesi mettono di nuovo la freccia: fuga sull’out destro di Leonardi, pallo in mezzo e Ouattara è lesto ad infilzare Giappone per la terza volta in stagione (il primo gol siglato in maglia della Sancataldese). Al minuto 80′ Giardina è costretto al fallo a un passo dalla propria area di rigore per fermare un attaccante locale lanciato a rete: è rosso diretto e punizione dal limite. Sulla palla va’ il neo-entrato Trentinella ed il suo arcobaleno è perfetto: 3-1 e superiorità numerica, partita in ghiaccio. All’89’ Mistretta supera in slancio Sekkoum e calcia, con il tiro che si spegne fuori di poco. Nel recupero, la partita infinita ha un ultimo sussulto: al 92′ Balistreri si avventa su un pallone in area di rigore, protegge e infila il 3-2 alle spalle di Barbieri, ma non c’è più tempo e a giorire sono i neroverdi che conquistano tre punti fondamentali in chiave salvezza, affacciandosi addirittura alla finestra della zona playoff.

I TABELLINI:

Palmese – Marsala 3-2 (1-0 p.t.)

Palmese: Barbieri (’98), Lavilla (86′ Guglielmi (’98)), Gambi (K), Cinquengrana, Bruno, Brunetti, Calivà (’99), Lucchese (62′ Trentinella), Ouattara (’98) (88′ Mistretta), Colica (’99) (91′ Pascarella (’99)), Saba (’00) (54′ Leonardi (’01)). A disposizione: Zoccali (’02), Macagnone (’99), Zapparata (’00), Bonadio. Allenatore: Ivan Franceschini.

Marsala: Giappone (’01), Benivegna (’00), C. Galfano (’99), Sekkoum (K), Fragapane, Balistreri, Candiano, Prezzabile (’98) (78′ Ciancimino (’99)), Lo Nigro, Giardina, Bonfiglio (55′ Manfrè). A disposizione: Compagno (’99), Maraucci, Napolitano (’99), A. Rallo (’00), Giuffrida (’99), L. Galfano (’03), Mazzara (’00). Allenatore: Vincenzo Giannusa.

Arbitro ed Assistenti: Sig. Giovanni Agostoni della Sez. A.I.A. di Milano; Sigg. Francesco Rinaldi della Sez. A.I.A. di Policoro (MT) e Carmine Castiglione della Sez. A.I.A. di Frattamaggiore (NA).
Reti: 10′ e 76′ Ouattara (P), 80′ Trentinella (P); 50′ Candiano (M), 92′ Balistreri (M).
Ammonizioni: C. Galfano (M), Lo Nigro (M).
Espulsioni: 80′ Giardina (M) per cartellino rosso diretto.
Corner: 5 a 1 per la Palmese.
Recuperi: 2′ p.t. e 4′ s.t.
Spettatori: 500 circa.
Note: Al 44′ espulso mister Ivan Franceschini (P) per comportamento non regolamentare.

views:
631
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Palmese bravissima a difendersi e ripartire - Domenica 14 aprile al “Nino Lombardo Angotta” gli azzurri affronteranno il Città di Gela, con i nisseni decimi con 40 punti proprio...
MarsalaLive