Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Marsala, i funerali di Gianni Genna al Santuario di Santo Padre delle Perriere: venerdì 12 aprile

Alle ore 11.30 - A concelebrare il rito funebre don Tommaso Lombardo (parroco di Terrenove Bambina) e don Giancarlo Tumbarello (parroco di Strasatti). Il mistero sulla fine del giovane potrebbe essere...

Marsala – I funerali di Gianni Genna si svolgeranno domani, venerdì 12 aprile 2019, al Santuario di Santo Padre delle Perriere, alle ore 11.30. A concelebrare il rito funebre ci saranno don Tommaso Lombardo (parroco di Terrenove Bambina) e don Giancarlo Tumbarello (parroco di Strasatti).

Il corpo senza vita di Giovanni “Gianni” Genna – il 27enne marsalese di cui si erano perse le tracce la notte tra sabato e domenica – è stato ritrovato poco prima delle ore 13 di martedì 9 aprile. Il cadavere del giovane è stato ritrovato in contrada Ciavolotto/Digerbato, a mezzo chilometro circa dal locale in cui era stato avvistato l’ultima volta (sabato sera) in compagnia di un gruppo di amici. Il corpo è stato ritrovato adagiato su un terreno sterrato, sotto un albero di ulivo posizionato tra due serre, dietro un casotto, in una piccola stradina. Il corpo era completamente vestito con gli stessi indumenti indossati la sera della scomparsa (con un paio di jeans e una maglietta di colore blu e un giubbotto nero). Il suo cadavere è stato trovato, adagiato a terra, da una squadra impegnata nelle ricerche e composta da Vigili del Fuoco, militari della Guardia di Finanza e un volontario della Protezione Civile.

Sabato notte Gianni era stato visto l’ultima volta nei pressi di un locale, dove, era andato in macchina con amici. Il luogo del ritrovamento si trova a non più di trecento metri di distanza, in linea d’aria, dal pub “Suburbia” di contrada Digerbato dove il giovane era andato con alcuni amici. Questi ultimi, a quanto pare, dicono di averlo lasciato lì dopo che gli addetti all’ingresso del locale aveva spiegato loro che non potevano entrare perché si trattava di una “festa privata”. Genna, invece, avrebbe insistito per entrare. Restando da solo sul posto. Da quel momento, non si era più saputo nulla di lui.

“Non conosciamo ancora le cause del decesso di Gianni Genna. E di conseguenza, se si tratta di un omicidio o di morte per altra causa. Stiamo lavorando per accertarlo”. Ad affermarlo è il sostituto procuratore di Marsala Giulia D’Alessandro, che coordina le indagini svolte dalla polizia per fare luce sulla morte di Gianni.


Morte per “arresto cardiocircolatorio”. È quanto ha scritto nel suo referto il medico legale Elena Ventura, del Policlinico di Palermo, dopo avere eseguito, nella tarda mattina di oggi, l’autopsia sul corpo di Gianni Genna, il 27enne marsalese trovato privo di vita, martedì accanto ad alcune serre, nelle campagne di contrada Ciavolotto, nell’entroterra di Marsala. Per stabilire, però, la causa dell’arresto cardiocircolatorio (l’ipotesi privilegiata è un mix di alcool e droga) bisognerà attendere l’esito di ulteriori analisi. “Chissà cosa gli hanno fatto bere…” ha detto un parente mentre era in corso l’autopsia, eseguita all’obitorio del cimitero di Marsala alla presenza del sostituto procuratore Giulia D’Alessandro, che coordina le indagini della polizia. In ogni caso, il risultato dell’esame autoptico esclude l’omicidio come conseguenza di aggressione. Sul cadavere, del resto, non sono stati riscontrati segni di violenza.

Marsala, l’autopsia sul corpo di Gianni Genna esclude l’omicidio

Giovanni Genna, detto Gianni

views:
5883
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Alle ore 11.30 - A concelebrare il rito funebre don Tommaso Lombardo (parroco di Terrenove Bambina) e don Giancarlo Tumbarello (parroco di Strasatti). Il mistero sulla fine del giovane potrebbe essere...
MarsalaLive