Vittorio Alfieri: “Dal buco nero di Einstein a quello della nostra società”

"Ho appena finito di guardare un Tg nazionale. Notizia principale, la foto che ritrae un buco nero (meravigliosa, affascinante) che conferma la teoria della relatività di Einstein. Poi il fermo di 120 tifosi..."

Caro direttore, sono le 20.40 del 10 aprile 2019 ho appena finito di guardare un Tg nazionale. Notizia principale, la foto che ritrae un buco nero (meravigliosa, affascinante) che conferma la teoria della relatività di Einstein. Poi il fermo di 120 tifosi (???) della Juventus con 10 arresti in occasione della partita di coppa campioni (sono un nostalgico, quale Champions League), per scontri e detenzione di oggetti contundenti (eufemismo).

Uno spiraglio per arrivare alla verità sulla morte di Emanuela Orlandi, che disperatamente il fratello Pietro da 35 anni rincorre e che l’apertura di un inchiesta del Vaticano alimenta. La scoperta di un finto invalido su segnalazione dell’ospedale Careggi di Firenze insospettito dai controlli sul soggetto in questione e tutte le protezioni sociali ed economiche da lui “godute”.

La querelle annosa tra modello economico capitalista e statalista e quale sia l’optimum. Non riguarda i Tg odierni “Io sono un berlinese” di J.f. Kennedy, urlo di libertà nella Berlino del muro, muro che la nostra nazione ha costruito nella politica e nella società, abbattiamo questi muri, forse usciremo dal buco nero della nostra storia odierna. Tutte queste vicende offrono uno spunto di riflessione per cercare la soluzione al mistero dei “buchi neri”, quanto meno della nazione Italia. Grazie dell’ospitalità.

Vittorio Alfieri

views:
552
ftf_open_type:
kia_subtitle:
"Ho appena finito di guardare un Tg nazionale. Notizia principale, la foto che ritrae un buco nero (meravigliosa, affascinante) che conferma la teoria della relatività di Einstein. Poi il fermo di 120 tifosi..."
MarsalaLive