Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Tribunale Figc “Palermo Calcio retrocesso in Serie C”

Per Albanese Arkus Network, società che ha acquistato il Palermo, non cambia i piani di rilancio del club: "Sono tutti più motivati di prima. Confidiamo nell'appello e non ci sentiamo in C. Eravamo fiduciosi..."

La sentenza per l’illecito amministrativo contestato da Procura

Palermo retrocesso all’ultimo posto della classifica del campionato di serie B appena concluso e quindi in serie C. E’ questa, apprende l’ANSA, la sentenza del tribunale federale nazionale della Figc sull’illecito amministrativo contestato dalla Procura alla società siciliana.

Il tribunale ha invece dichiarato inammissibile il deferimento nei confronti dell’ex presidente Zamparini.

“E’ una sentenza pesantissima che non riesco a comprendere. La stiamo rileggendo con i nostri legali per preparare l’appello perché va ribaltata”. Lo ha detto il presidente del Palermo Alessandro Albanese nel commentare la sentenza del tribunale federale dello sport che in primo grado ha deciso la retrocessione in C del club rosanero.

“Avremmo voluto leggere – prosegue – una sentenza che fosse espressione di quello che è successo in campo ed è quello che continuiamo ad auspicare. La proprietà è ancora più motivata di prima e nel proporre l’appello darà l’evidenza dei fondi per fare un grande campionato di A nel caso in cui dovessimo ottenere la promozione sul campo”. Per Albanese Arkus Network, società che ha acquistato il Palermo, non cambia i piani di rilancio del club: “Sono tutti più motivati di prima. Confidiamo nell’appello e non ci sentiamo in C. Eravamo fiduciosi prima e lo siamo ancora adesso dopo avere letto la sentenza”.

“Una decisione che colpisce tutta la città, che non tiene conto dei risultati sportivi ed ancor più dolorosa se si tiene conto dei risultati raggiunti dalla squadra durante la stagione. Una decisione rispetto alla quale valuteremo, anche come Amministrazione comunale, quali siano i margini di appello”. Lo ha detto il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, apprendendo della decisione del Tribunale Federale che ha deciso la retrocessione del Palermo Calcio in serie C.

“Non posso negare che l’ipotesi di essere salvi senza disputare i playout ci fa tirare un gran sospiro di sollievo”. Lo dice il Presidente del Venezia Calcio Joe Tacopina sulla sentenza di primo grado del Tribunale Federale Nazionale che riguarda il Palermo. “Come ho avuto modo di ribadire diverse volte in queste settimane, credo sia giusto che chiunque commetta degli illeciti debba pagarne le conseguenze – aggiunge -. Questo è un discorso che vale per chiunque, non solo per il Palermo. Oggi la giustizia sportiva ha condannato i rosanero alla retrocessione. Ogni altra sentenza incoraggerebbe i club a non rispettare le norme e questa è una cosa che il mondo del calcio così come una società civile non si possono permettere”. Il Venezia attende quindi “fiducioso gli sviluppi dei prossimi giorni ma finché non ci sarà una sentenza definitiva – conclude – noi dobbiamo rimanere concentrati sui playout ed allenarci al massimo per arrivare preparati a quell’appuntamento qualora si verificasse”.

views:
517
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Per Albanese Arkus Network, società che ha acquistato il Palermo, non cambia i piani di rilancio del club: "Sono tutti più motivati di prima. Confidiamo nell'appello e non ci sentiamo in C. Eravamo fiduciosi..."
MarsalaLive