Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Marsala, al via “Ricami senza tempo IV: “Fili di luce”

Dal 31 maggio al 2 giugno il Palazzo VII Aprile ospiterà: una mostra di ricami ed altri gioielli dell’artigianato, un convegno che declinerà le dimensioni della luce: nell’arte, nella fede e...

Convegno che declinerà le dimensioni della luce: nell’arte, nella fede e nelle movenze del corpo e nell’animo umano attraverso la preziosità delle arti manuali, e un seminario per insegnare la luce dalle “tele ai telai”, sarà possibile visitare il Museo degli Arazzi fiamminghi. Tra gli ospiti la presidente della corporazione delle “A.R.T.I – arti del ricamo e tessili italiane”

Marsala – Sono “Fili di luce” quelli che si dipingono su una stoffa al telaio e sono capaci, da soli, di portar via un po’ d’oscurità dagli occhi di donne spesso cariche di responsabilità e pensieri; sono “Fili di luce” quelli rimasti immortali nelle tele degli artisti; sono “Fili di luce” quelli che irradiano nella coscienza illuminata dalla fede; lo sono certamente quelli tramati nei preziosi arazzi fiamminghi custoditi a Marsala e, in un tempo buio, forse, i “Fili di luce” possono essere un’opportunità di crescita e di sviluppo a partire dalla riscoperta delle arti manuali.

È “Fili di luce” il tema scelto per la IV edizione di “Ricami senza tempo” organizzato dall’ “Associazione Riscopriamo il Ricamo” presieduta da Francesca Genna con il patrocinio del Comune di Marsala. A partire dal prossimo 31 maggio al 2 giugno la sala al pian terreno del Palazzo VII Aprile ospiterà una mostra di ricami incentrata sulla luce. Per l’esattezza i lavori delle ricamatrici racconteranno “la luce attraverso i ricami” e per questo chicca dell’edizione 2019 saranno i paralumi artigianali. Saranno esposti anche gioielli in pasta di sale di Anna Vinci, opere in “ago pittura” di Rosaria Caffè e le variopinte opere di maglia di Gullo Filati.

Ad aprire la tre giorni, alle ore 17,00 saranno i “Corpi di luce”: le ginnaste di Gilda Tortorici che si esibiranno in via Garibaldi, innanzi al Palazzo VII Aprile, prima del convegno coordinato dalla giornalista Chiara Putaggio nel corso del quale, dopo i saluti istituzionali del sindaco Alberto Di Girolamo, del presidente del Consiglio Comunale Vincenzo Sturiano e della consigliera Linda Licari; l’artista Enzo Campisi racconterà: “La luce nell’arte”, l’arciprete don Marco Renda: “La luce divina”, Carla Giustolisi, architetto e vice presidente dell’associazione Amici del Museo degli Arazzi parlerà de: “Gli arazzi fiamminghi di Marsala, luminosa tessitura di arte e storia” e Vitalba Casano, psicoterapeuta aprirà spazi di riflessione su: “La luce interiore, trovarla attraverso le mani”.

Novità dell’edizione 2019 sarà la presenza di Adriana Armanni, presidente della corporazione delle “A.R.T.I” che, per la prima volta in Sicilia, illustrerà: “Come nasce la corporazione “arti del ricamo e tessili italiane”. “La missione della Corporazione delle Arti – spiega Armanni – è il rilascio di attestazione di qualificazione professionale delle insegnanti di Ricamo, Merletto, Tessitura e Cucito non sartoriale. Collaboriamo con chiunque porti idee per crescere insieme in una rete di professioniste che possano contare l’una sull’altra, senza pregiudizi”. L’obiettivo è quello di passare dalla visione di quella che viene tradizionalmente intesa come un’arte del passato, da vivere come un hobby, alla possibilità di investire sulla qualità e far sì che divenga un’opportunità legata alla preziosità delle opere realizzate, nel segno delle valorizzazioni delle competenze. Tra i sogni per il prossimo futuro c’è anche la nascita a Marsala di una sede siciliana della Corporazione delle “A.R.T.I”, presso l’Associazione “RiscopriAmo il Ricamo”, che, sulla scorsa delle antiche corporazioni del XII secolo, possa regolamentare e tutelare le attività delle appartenenti a questa categoria professionale per dar vita ad un centro di crescita culturale, di confronto e di promozione. “Sono passati i tempi in cui le mamme commissionavano lenzuola e tende ricamate per i corredi delle figlie – ha spiegato Francesca Genna – ma adesso siamo di fronte ad una nuova tendenza: sono sempre di più le donne che vogliono imparare quest’arte e specializzarsi, e chiedono kit per ricamo. Si tratta di tendenze che, se intercettate, possono diventare occasioni di sviluppo e promozione del territorio. Ci sono paesi come, ad esempio Valtopina, che organizzano kermesse internazionali di ricamo e richiamano appassionati da tutto il mondo. L’augurio è che Marsala divenga il cuore del ricamo del Mediterraneo”.

La manifestazione proseguirà sabato 1 giugno alle ore 10,00 il maestro Enzo Campisi terrà il seminario dal titolo “Caravaggio, Turner e La Tour, la luce racconta e si racconta dalle tele ai telai” (3 euro a persona). A seguire ci sarà la visita guidata presso il Museo degli Arazzi Fiamminghi (biglietto promozionale per la manifestazione 3 euro). Per chiunque volesse partecipare sia al seminario che alla visita del Museo degli Arazzi il contributo da sostenere sarà di 5 euro. Per info e prenotazioni (entro il 29 maggio) è possibile rivolgersi al numero di telefono: 3276276180.

La manifestazione si concluderà domenica 2 giugno alle ore 20,00.

Nella foto di gruppo: Carla Giustolisi, Enzo Campisi, Chiara Putaggio, Francesca Genna, Vitalba Casano e Gilda Tortorici

Carla Giustolisi, Enzo Campisi, Chiara Putaggio, Francesca Genna, Vitalba Casano, Gilda Tortorici

Marsala, Ricami senza tempo IV. Fili di luce 2019

views:
952
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Dal 31 maggio al 2 giugno il Palazzo VII Aprile ospiterà: una mostra di ricami ed altri gioielli dell’artigianato, un convegno che declinerà le dimensioni della luce: nell’arte, nella fede e...
MarsalaLive