Crema e Cioccolato Inaugurazione Marsala
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Si chiude Futura Marsala: successo per i tre giorni su innovazione e scuola digitale

I numeri e vincitori del tour siciliano del Miur - Maurizio Carta ai tanti studenti in sala: "Abbiamo bisogno di nuovi occhi per vedere le cose in modo diverso". L'architetto di fama internazionale...

Marsala – Una fantastica cerimonia al Teatro Impero ha chiuso Futura Marsala. Tre giorni di eventi, spettacoli, laboratori, formazione, dibattiti, sull’innovazione digitale e la scuola del futuro.

Futura è il progetto del Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca che ha scelto Marsala, con il coordinamento del Liceo Statale “Pascasino”, per la sua unica tappa siciliana nel tour 2019.

Una tappa che è stata un successo per il coinvolgimento di tanti giovani studenti provenienti da tutta la Sicilia che hanno vissuto i luoghi di Futura, le piazze, gli edifici storici di Marsala, che hanno ospitato le attività.

Tre giorni di emozioni culminate nella cerimonia di chiusura di Sabato mattina al Teatro Impero.

Una cerimonia che si è aperta con le note dell’orchestra degli studenti del Liceo Musicale di Alcamo e che ha visto l’esibizione dei ballerini del Liceo Coreutico di Modica.

Un momento importante è stato l’intervento di Maurizio Carta, architetto e docente dell’Università di Palermo, che ha parlato di smart city. “Abbiamo bisogno di nuovi occhi per vedere le cose in modo diverso”, ha detto Carta ai tanti studenti in sala. L’architetto di fama internazionale si è concentrato sulle città, che è stato anche argomento centrale della tre giorni di Futura. Ha sottolineato che le città sono nel mondo le principali zone inquinanti ma che da queste bisogna partire per cambiare rotta nella difesa del nostro pianeta. Le città, i quartieri, per Carta sono fondamentali: “Bisogna avere cura dei luoghi in cui abitiamo, Dobbiamo pensare ad una città armonica, con una comunità che collabora”. Carta ha sottolineato che bisogna considerare “il talento come risorsa collettiva, come hanno fatto in questi giorni i ragazzi di Futura. Nessuno, nelle competizioni, ha avuto una spinta individualista, ma ognuno ha messo a disposizione degli altri il proprio talento”.

Emozionata sul palco la dirigente del “Pascasino” Anna Maria Angileri che ha ringraziato tutta la città per la partecipazione agli eventi: “Futura significa partecipazione, senso della comunità e dell’appartenenza. In questi tre giorni abbiamo davvero visto sorgere e passare da Marsala il futuro”.

Ha espresso soddisfazione per la tre giorni di Futura Marsala Patrizia Fasulo, ispettore dell’Ufficio Scolastico Regionale della Sicilia: “La scuola siciliana è viva e ha voglia di innovarsi, come si è visto a Marsala. Aspetto importante è stato il coinvolgimento delle scuole del primo ciclo”.

UN NUOVO MODELLO DI SCUOLA

Futura Marsala non è stata soltanto una tre giorni di eventi e di attrazioni, ma un momento di accelerazione delle competenze degli studenti. Con Futura gli studenti hanno acquisire la capacità di confronto e mediazione, sviluppare il “public speaking”, la capacità di parlare in pubblico e di esporre le proprie idee, competenze di analisi dei problemi e nel trovare soluzioni tenendo conto di diversi fattori. Hanno avuto anche la possibilità di conoscere il tessuto sociale ed economico dei Paesi che rappresentavano e della Sicilia. Hanno conosciuto le misure di finanziamento per l’avvio di una impresa giovanile, acquisendo gli strumenti per, già da domani, creare una start-up. Con Futura nasce un nuovo modello di scuola.

I NUMERI

E’ stato un successo nei contenuti e nei numeri Futura Marsala. Circa 5 mila tra visitatori alle attrazioni e partecipanti ai laboratori e alle attività in programma. Circa mille persone hanno visitato il Digital Circus, il “dome” in cui le scuole siciliane hanno esposto i progetti di robotica. 850 visitatori del primo ciclo, 280 agli Students Matter, 430 ai Teachers Matter, 600 alla Future Zone con esperienze di didattica innovativa, 650 al Digital Art, 400 al Digital Music, 200 al Digital Food, 100 ai Talks dei Millenials, 80 studenti al Model, 78 partecipanti agli Hackaton, 40 agli Steam Lab. E la piazza della Repubblica gremita di cittadini per lo spettacolare Videomapping sulla Chiesa Madre. Una performance unica realizzata da Odd Agency, la proiezione sulla Cattedrale della storia della città in chiave digitale.

I VINCITORI

Emozione negli occhi degli studenti che hanno partecipato alle diverse competizioni: Model, Hackaton, Steam. Una novità di quest’anno è stato proprio Steam, laboratorio digitale dedicato agli alunni della scuola del primo ciclo. Sono stati premiati: Vincenzo Ingianni, Gabriele Marino, Luca Pietro Milazzo, Federico Trupia delle scuole Sirtori e Mazzini.

L’Hackaton regionale sul tema della valorizzazione del patrimonio culturale siciliano è stato molto sentito, con sei team che hanno progettato idee innovative. Tutti i progetti sono stati valutati positivamente, e le squadre hanno fatto un lavoro di studio e ricerca importante. A vincere è stato il progetto “Talìa”, realizzato dal team composto da: Martina Callea (ITT Morselli di Gela), Veronica Schembri (IIS Odierna di Palma di Montechiaro), Beatrice Maria Brancato (Liceo Linares di Licata), Alessia Velaj (IIS Salerno di Gangi), Marco Terranova (IS Volta di Palermo), Vincenzo Zimmitti (ITI Fermi di Siracusa), Agostino Scarlata (Liceo Ruggero VII di Caltanissetta), Salvatore Lazzara (IISS Luigi Russo di Caltanissetta).

Altro Hackaton riguardava lo sviluppo delle isole minori del Mediterraneo, e in particolare delle Isole Egadi. Sono stati premiati i Best Mappers: Carlotta Daria Canuscio (IS R.Margherita-Palermo), Matteo Bassetto (IS Arangio Ruiz- Augusta), Giuseppe Adragna (ITET Caruso- Alcamo).

80 studenti si sono confrontati nel Model, una simulazione dei lavori negoziali delle Nazioni Unite sul tema delle Città sostenibili 4.0. Ogni partecipante rappresentava un paese. Sono state conferite “Honorable Mentions” a 8 studenti delegati: Giulia D’Alcamo – I.I.S. “Cipolla-Pantaleo-Gentile” Castelvetrano – Italy; Caterina Di Via – I.I.S. “L.S. V. Fardella-L.C. Ximenes” Trapani – Cyprus; Manuel Di Stefano – I.I.S. “Liceo G. G. Adria-Ballatore” Mazara del Vallo – Central African Republic; Francesca Parisi Maiorana – I.I.S.S. “Sciascia e Bufalino” Casa Santa (Erice) – Germany; Martina Sciacca – I.S. “Giovanni XXIII – Cosentino” – Marsala – Antigua and Barbuda; Baldassare Caradonna – I.S.S. “F. D’Aguirre” – Salemi – Guinea; Delia Laura Ventrone – I.T.C. “G. Garibaldi” Marsala – Mexico; Maria Giovanna Stellino – Liceo Statale “V. F. Allmayer” – Alcamo – Honduras. I Best Delegate sono Salvatore Lucido (I.S.S. “R. Salvo” – Trapani – Ireland) e Desiree Lupo (Liceo Pascasino -Marsala – United Kingdom)

Futura Marsala, 2019

Futura Marsala 2019

views:
602
ftf_open_type:
kia_subtitle:
I numeri e vincitori del tour siciliano del Miur - Maurizio Carta ai tanti studenti in sala: "Abbiamo bisogno di nuovi occhi per vedere le cose in modo diverso". L'architetto di fama internazionale...
MarsalaLive