Crema e Cioccolato Inaugurazione Marsala
Crema e Cioccolato Inaugurazione Marsala

News da Favignana: quote tonno e Tonnara, Festival Florio, piano transizione energetico-ambientale

"Riteniamo una vera follia, ancora più grave perché attuata in piena campagna di pesca del tonno rosso e con le rete già calate, la modifica dell’assegnazione delle quote. Un provvedimento..."

La Regione autorizza delle corse straordinarie richieste dall’Amministrazione Comunale

La Regione Siciliana su richiesta dell’Amministrazione Comunale delle Isole Egadi ha autorizzato delle corse straordinarie degli aliscafi per domani e dopo domani, e per i prossimi due week end, fino al nuovo assetto estivo, con partenza da Trapani per Levanzo Favignana e Marettimo alle ore 10.30 e alle ore 17.45 e ritorno da Marettimo alle ore 18.40 e da Favignana alle ore 19.15. Nella giornata di oggi, tra l’altro, il sindaco, Giuseppe Pagoto, e il consigliere comunale Pietro Torrente, hanno incontrato l’amministratore e il direttore commerciale della Liberty Lines com cui hanno affrontato alcune questioni che saranno oggetto di un’apposita riunione convocata presso la presidenza della Regione dall’Assessore regionale alle infrastrutture e ai trasporti il 5 giugno.

“Come già lo scorso anno – dice il primo cittadino – abbiamo cercato e cerchiamo di monitorare quotidianamente i flussi per poter far fronte alle esigenze e alla richiesta degli utenti. Siamo consapevoli di tutte le piccole e grandi problematiche ed è per questo che stiamo cercando assieme agli altri soggetti preposti di trovare ogni utile soluzione”.

La corsa di andata da Trapani alle ore 10.30 verrà effettuata nei giorni 1, 2, 7, 8, 9, 14, 15 e 16 giugno; la corsa delle ore 17.45 da Trapani verrà invece effettuata il 2, il 9 e il 16 giugno.


Il commento del presidente del Consiglio Comunale di Favignana, Ignazio Galuppo, sulla Tonnara

“Chiediamo al Governo regionale e a quello nazionale di intervenire dopo aver affrontato, anche in sinergia, e con profondo senso di responsabilità la questione; è impensabile stroncare in questo modo l’avvio di un’attività fondamentale per lo sviluppo del nostro territorio, attorno alla quale si erano mossi gli entusiasmi, le aspettative e ogni progettualità legata a un indotto che dal ritorno dell’attività di Tonnara aveva già ricevuto benefiche influenze per il nostro Arcipelago. A nome dell’intero Consiglio Comunale esprimo sgomento per quanto appreso in data odierna e per la conseguente decisione assunta dall’azienda Castiglione, che si ritrova costretta ad abbandonare un progetto di carattere prioritario e di rilievo assoluto. Confidiamo nella risoluzione della vicenda nell’interesse generale delle Egadi”. Questo il commento di Ignazio Galuppo, presidente del Consiglio Comunale di Favignana.


Modifica delle quote tonno e interruzione attività di Tonnara. L’intervento del sindaco Pagoto

“Riteniamo una vera follia, ancora più grave perché attuata in piena campagna di pesca del tonno rosso e con le rete già calate, la modifica dell’assegnazione delle quote. Un provvedimento che, se confermato, si rivelerebbe un danno che investe molteplici aspetti, ambiti e interessi diretti ed indiretti. Per tale motivo chiediamo con urgenza al Ministro delle Politiche Agricole Alimentari, Senatore Gian Marco Centinaio, di intervenire per fare chiarezza a tutela dell’attività intrapresa dall’azienda Castiglione e dell’intero Arcipelago delle Egadi, e siamo pronti a qualunque iniziativa a tutela dell’immagine e del grande lavoro svolto. Siamo pronti oltremodo alla mobilitazione per la difesa di un’attività strategica e fondamentale per la nostra economia, per il cui ritorno abbiamo lavorato e ci siamo battuti”. Sono queste le parole del sindaco Giuseppe Pagoto, dopo aver appreso che in data odierna, l’Azienda Nino Castiglione S.r.l., preso atto del D.M. n. 235 del 30.05.2019 con cui il competente Ministero ha di fatto inteso azzerare la quota tonno rosso già assegnata in maniera indivisa con D.M. prot. n. 6750 del 17.04.2019, comunica di aver interrotto immediatamente le attività di pesca con la Tonnara di Favignana.


Dal 16 al 23 giugno a Favignana la VII edizione di Festival Florio

Festival Florio 2019 ai nastri di partenza

Fervono i preparativi a Favignana per Festivalflorio 2019, giunto quest’anno alla VII^ edizione, in programma dal 16 al 23 giugno, già atteso come uno degli appuntamenti estivi più ricchi dell’estate egadina.

Un Festival oramai fortemente incastonato nel patrimonio culturale delle Egadi, con una settimana fitta di appuntamenti che non mancheranno di appassionare i turisti e la popolazione residente.

“Come sempre compito precipuo del Festival è quello di essere fonte di richiamo culturale per incentivare il turismo nazionale ed internazionale verso le Egadi ad inizio stagione. E’ un lavoro lungo e complesso – dice il direttore artistico, Maestro Giuseppe Scorzelli – ma alla luce dei riscontri posso dire che la strada intrapresa da tempo è quella corretta. Negli ultimi tempi abbiamo deciso di aprire il Festival sempre più ad artisti europei in modo da poter veicolare il Brand Favignana anche attraverso la cultura nelle maggiori fiere internazionali, dove promuoviamo la bellezza delle Egadi e la attrattività di Festivalflorio assieme, per un turismo sostenibile internazionale. Siamo fieri che Festivalflorio abbia ottenuto per il III biennio consecutivo la Effe Label, premio riconosciuto dalla Comunità Europea ai Festival che si fanno notare per l’eccellenza artistica. Vuol dire – conclude – essere di diritto inseriti in un contesto internazionale molto ampio”.

La rassegna è patrocinata, come sempre, dall’Area Marina Protetta “Isole Egadi”.

Il programma è variegato per permettere una vasta offerta culturale al pubblico.

L’apertura del Festival spetta a ‘Baciami Piccina’, spettacolo musicale sullo Swing italiano con l’attrice e cantante Daniela Terreri che sta facendo il tutto esaurito nei più importanti teatri italiani, mentre la chiusura sarà ad opera del DUOFlac, proveniente dalla Germania.

Torna la rassegna ‘Cinema Muto’ e ‘Pianoforte’, con la proiezione di un omaggio a Fausto Coppi nel centenario della nascita e del capolavoro ‘Le Voyage dans la Lune’ con musiche scritte e suonate dalla compositrice Rossella Spinosa al pianoforte, mentre si rinnova la collaborazione con il Conservatorio di Trapani che porterà in scena il ‘Progetto Musica Siciliana’, alla riscoperta della più belle Canzoni da salotto siciliane a cavallo tra il 1800 e il 1900.

Il Premio Favignana verrà assegnato il 19 giugno alla Senatrice Monica Cirinnà, per il suo impegno sociale, per la battaglia per la parità dei Diritti nelle Unioni Civili e il sostegno alle categorie più deboli.

Martedì 18, a cura del pianista Domenico Codispoti, il Festival propone Programma pianistico Casa Schumann, con musiche dei coniugi Schumann e di J. Brahm; venerdì 21 a cura del Duo Lopes Ferreira-Damiani, il Concerto Armonie Iberiche, con musiche di provenienza spagnola, portoghese e non solo; sabato 22 il Jazz brasiliano di Giacomo Ronchini.

Appuntamento imperdibile il Concerto di Filippo Gatti, cantautore e produttore romano, ex leader degli Elettrojoyce che, con l’attrice Arianna Gaudio, porterà in scena lo spettacolo di parole e musica ‘Both Side Now’.

Torna a Favignana, il 20 giugno, l’inviato di Striscia la Notizia Luca Abete, che incontrerà il pubblico cui racconterà il suo progetto #onephotooneday.

Per celebrare la storica ripartenza della Tonnara di Favignana, mercoledì 19 giugno si terrà la proiezione del Documentario ‘Il Castello di Rete’, con la presenza del regista Gianfranco Bernabei e giovedi 20 giugno toccherà alla presentazione del libro, già in ristampa, ‘E’ la Stampa, Bellezze!’: una raccolta di racconti di 17 giornaliste sulla loro professione, tra vittorie, rinunce, precariato e passione, il cui ricavato viene interamente devoluto all’Airc, l’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro.

Una grande novità attende il Festivalflorio quest’anno: nel solco del recupero delle tradizioni del territorio, dal 20 al 23 giugno si terrà a Favignana una Masterclass di Cucina siciliana, a cura dell’associazione Cucina Siciliana e con l’eccezionale partecipazione delle note cuoche egadine, le Sorelle Maria e Giovanna Guccione: nelle 4 mezze giornate, i partecipanti (che si possono ancora registrare al numero 347-1798987) scopriranno e prepareranno i sapori e le ricette della vera e tradizionale cucina egadina e siciliana.
Il 23 pomeriggio si terrà la chiusura del Corso con consegna dei diplomi e degustazione dei prodotti preparati per l’occasione, con degustazione del vino Favinia a cura delle Cantine Firriato, unico vino prodotto a Favignana.

Il programma completo lo si trova su www.festivalflorio.it

“Anche quest’anno – dice il sindaco, Giuseppe Pagoto – una settimana di iniziative ricche di stimoli culturali a 360 gradi che, siamo certi, coinvolgeranno un pubblico ormai fedele e affezionato, ma anche chiunque vorrà fruire delle bellezze del territorio coniugando relax e arte nel suo complesso”.


La scuola di Favignana a Catania per un progetto su “Stereotipi e differenze di genere”

Nella giornata di ieri quindici bambini della 4^ classe dell’Istituto Comprensivo “Rallo” di Favignana hanno partecipato, a Catania, a un progetto dal titolo “Stereotipi e differenze di genere” nell’ambito dell’iniziativa per l’attuazione del Piano regionale degli interventi per la prevenzione e il contrasto della violenza di genere organizzato da Formez di Palermo in collaborazione con la Regione e l’Ufficio scolastico regionale. Il progetto ha coinvolto dodici scuole della Sicilia che si sono date appuntamento al Centro fieristico le Ciminiere di Catania. Preventivamente, nel corso dell’anno scolastico, gli alunni hanno seguito le attività proposte con un kit didattico fornito da Formez per individuare eventuali preconcetti sulle differenze di genere e per capire se durante l’anno scolastico si potessero superare tali stereotipi il cui condizionamento deriva dalla cultura dominante diffusa nella società.

“I bambini – dicono gli insegnanti referenti che li hanno accompagnati, Tiziana Torrente, Lisa Di Marco e Manuela Angelo – hanno capito che la differenza esiste, ma che deve essere vissuta come arricchimento reciproco. Ci è stato garantito, sia ai bambini che a noi insegnanti che a dieci genitori che hanno accompagnato il gruppo, il trasporto in autobus, alloggio, vitto e trasporto in aliscafo, gratuito per meglio permetterci di superare le difficoltà che da isolani avevamo rispetto agli altri. A gruppi di 4 sono stati proiettati i lavori delle varie scuole con un piccolo video riassuntivo delle attività portate avanti in classe con interviste a insegnanti e bambini, per capire i vantaggi del progetto, con i punti di forza e i punti di debolezza. Ne è emerso che si tratta di un progetto utile che va continuato e attivato, magari, anche con bambini più piccoli. E’ stata una bellissima esperienza; la scuola è stata premiata con una targa e gli insegnanti con attestati di partecipazione”.


Individuate le priorità del piano di transizione energetico-ambientale di Favignana, all’Observatory Greening the Islands Meeting

Individuate le priorità del piano di transizione energetico-ambientale di Favignana, all’Observatory Greening the Islands Meeting. Presentato in anteprima il progetto Brigantes per il trasporto a vela delle merci

A Favignana, in occasione del meeting di Greening the Islands Observatory che si è tenuto sull’isola il 28 e 29 maggio, sono state individuate le priorità del dell’analisi che sarà alla base del piano di sviluppo sostenibile delle isole Egadi. Lo studio, avviato ufficialmente con la due giorni di incontro, dovrà essere presentato in occasione della VI edizione di Greening the Islands Internazional Conference a Palermo il 15 Ottobre. Grazie al confronto tra i partecipanti, a partire dall’Amministrazione Comunale, le società elettriche, la Regione Sicilia, l’Area Marina Protetta gli esperti di Greening the Islands Observatory e i membri del suo Osservatorio, come Enel X, Hitachi, Axpo e Terna Energy Solutions, si è potuta condurre un’analisi di quali siano i problemi che l’isola deve affrontare e quali le soluzioni tecnologiche e i vincoli/opportunità normative in essere. Si tratta di un primo concreto passo per fare in modo che il Comune di Favignana, con le sue tre isole, diventi nel giro di pochi anni un modello di sostenibilità a livello internazionale.

“Questa amministrazione metterà in campo tutte le azioni possibili per raggiungere l’obiettivo di una drastica riduzione delle emissioni in pochi anni ed essere in prima fila tra le isole più sostenibili al 2030. Avremo bisogno di fare scelte coraggiose per le quali coinvolgeremo tutti gli attori presenti sul territorio perché solo così potremo diventare un’isola pilota della transizione energetico-ambientale. Questi due giorni ci hanno dato molte idee di soluzioni progettuali applicabili nel nostro territorio in tutti i settori, da quello energetico alla mobilità, da quello idrico ai rifiuti. Lavoreremo con Greening the Islands nei prossimi mesi per approfondire quanto emerso nella riunione”, ha commentato il sindaco delle isole Egadi Giuseppe Pagoto.

All’evento è intervenuto anche Salvatore D’Urso, dirigente generale dipartimento energia della Regione Sicilia che, illustrando il Piano Energetico Ambientale della Regione (Pear), ha evidenziato come l’efficienza energetica e l’energia eolica siano fondamentali nella gestione energetica delle isole siciliane. Il Pear prevede il 25% di rinnovabili nel mix energetico della Sicilia entro il 2025 e il 50% al 2030, con trasporto pubblico locale completamente elettrico entro il 2025, mente il 50% della mobilità privata dovrà essere elettrica al 50% nel 2030. Ogni isola dovrà definire la propria agenda per la transizione energetica con meccanismi di processo partecipato su ognuna delle isole minori, analizzando gli attuali vincoli ambientali e rilassando quelli troppo stringenti.

“L’energia eolica è una delle soluzioni principali per permettere alle isole siciliane non interconnesse di raggiungere l’indipendenza energetica, anche con l’opzione dell’eolico off-shore, a patto che si attuino serie politiche di efficienza energetica per il contenimento della domanda energetica che deve essere prioritaria nell’ambito di una politica energetica”, ha commentato D’Urso. In questo contesto anche la Sovrintendenza dei Beni Culturali, nelle fasi di autorizzazioni degli impianti deve avere presente l’importanza della realizzazione di tali impianti nelle isole.

Determinante per raggiungere gli obiettivi di transizione energetica anche la creazione di un’alleanza tra tutte le realtà insulari a livello europeo. “Un fronte unico tra rappresentanti dei governi insulari europei, le associazioni industriali e le imprese, è fondamentale per pro-muovere una forte dimensione di sviluppo sostenibile in tutte le politiche europee che inte-ressano le isole. Questo è possibile solo con un dialogo con le istituzioni Ue, dialogo che CPMR Islands Commission e Greening the Islands stanno sviluppando congiuntamente. Un approccio coerente anche con la richiesta da parte dei territori insulari della piena attuazione dell’art 174 del trattato istitutivo dell’Unione Europea”, ha detto Giuseppe Sciacca CPMR Islands Com-mission.

Durante il meeting è stato presentato in anteprima il progetto Sail cargo Brigantes, per il trasporto a vela delle merci nel Mediterraneo e da e per i Caraibi. Il trasporto via mare decarbonizzato costituisce l’anello mancante nella filiera di produzione e consumo sostenibili. Lo scafo della nave, che risale al 1911, verrà varato oggi 30 maggio nel porto di Trapani.

Il progetto di sailcargo Brigantes è iniziato nel 2016 quanto la motonave, costruita più di 100 anni, giaceva nel porto di Trapani in stato di abbandono. Ora l’imbarcazione, dopo un anno di lavori, è pronta a essere varata con il nome Brigantes e nel 2020 riuscirà a prendere il largo per trasportare merci tra le isole siciliane e nei mesi estivi e nell’atlantico durante i mesi invernali.

All’evento tra gli altri hanno partecipato, oltre al Sindaco delle isole Egadi Giuseppe Pagoto e i tecnici comunali, l’Area Marina Protetta, il team di esperti del Greening the Islands Observatory, Conference of Peripheral Maritime Regions (CPMR), Regione Sicilia, i sindaci delle Isole siciliane, GSE e le aziende Hitachi, Enel X e Axpo.

Note: Greening the Islands Observatory, lanciato nel 2018 in occasione della V conferenza internazionale Greening the Islands in Minorca, è un think tank che mira ad analizzare le esigenze delle isole in tema di energia, acqua, rifiuti e mobilità, ma anche eco-turismo, agricoltura, cultura e tradizioni per individuare soluzioni innovative per sostenere la definizione e l’attuazione di strategie e piani di governi e imprese. Il primo anno di attività interessa in particolare le soluzioni su energia, acqua, mobilità e rifiuti applicate a un gruppo selezionato di isole. Ad oggi le isole che hanno aderito all’osservatorio sono: l’arcipelago delle Egadi (Favignana, Levanzo e Marettimo – Italia), Creta (Grecia), Helgoland (Germania), Minorca (Spagna) e Boracay (Filippine). Altre isole hanno in corso il processo di adesione.

News da Favignana

favignana festival florio 2019

views:
1016
ftf_open_type:
kia_subtitle:
"Riteniamo una vera follia, ancora più grave perché attuata in piena campagna di pesca del tonno rosso e con le rete già calate, la modifica dell’assegnazione delle quote. Un provvedimento..."
MarsalaLive