Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Vittorio Alfieri: “Meglio una consiliatura completa o un atto di coraggio verso questa città?”

"Mozione di sfiducia? Consiglieri di opposizione, riprovateci, alla luce delle avvenute defezioni non dovrebbe essere un'impresa titanica trovare altri due dissidenti. Liberereste la città da un'amministrazione..."

Marsala – Caro direttore, siamo alla resa dei conti tra consiglio comunale di Marsala e amministrazione, ma c’è un però. La location dove si è svolto e si svolgerà fino al termine naturale di consiliatura e sindacatura, ossia primavera 2020,Palazzo VII Aprile. Non entro nel merito tecnico del provvedimento discusso e approvato, piano opere triennale, hanno provveduto a farlo con grandissimo spessore professionale i dottori Bernardo Triolo (segretario comunale) Filippo Angileri (ragioniere comunale) Luigi Palmeri (dirigente lavori pubblici).

Adesso entro nella discussione politica. In principio, Vinci non si è sentito rappresentato dal presidente Sturiano, poi è intervenuta Linda Licari e lo scontro verbale ha assunto toni elevatissimi con Sturiano: si sono accusati vicendevolmente di utilizzare le istituzioni per scopi personali, a mó di passerella. Arcara auspicava ad un ritorno di confronto più “civile”, con relativo battibecco con Sturiano per motivi regolamentari. Ferreri idem come Vinci, ma principalmente per ragioni di impiego di risorse. Nuccio con Licari, sul metodo per finanziare il progetto dell’isola di Schola.

A proposito della isola di Schola, suggerisco a Ferreri che, probabilmente, tra gli antenati di Sturiano ci fossero sull’isola allievi di Cicerone, che si narra insegnasse l’arte della “retorica”. Poi, in rigoroso ordine sparso, gli interventi di: Sinacori, Milazzo P. , Ingrassia, Rodriquez, A. Coppola F., tutti molto critici verso l’amministrazione, rea a loro dire di non avere coinvolto il consiglio nella progettualità della città e di avere perso anche la maggioranza.

Adesso motivo la congiunzione iniziale della mia lettera, “PERÒ”. Un anno fa fu promossa una mozione di sfiducia nei confronti del sindaco a nome di Gandolfo M., Marrone, Coppola A., Di Girolamo, Chianetta, Piccione. Dei sei firmatari, i primi quattro facevano parte della maggioranza che contribuì alla elezione del sindaco. Mi sono documentato, per ripresentarla occorrono 12 firme come allora, e il fatto che non avesse raggiunto il numero legale per presentarla mi fece storcere il naso (eufemismo).

Cari consiglieri di opposizione, 12 più i 4 “dissidenti” della maggioranza, riprovateci, alla luce delle avvenute defezioni non dovrebbe essere un’impresa titanica trovare altri due dissidenti. Liberereste la città da un’amministrazione ritenuta inconcludente, inopportuna, indifendibile. Se ciò non accadrà , il sospetto che la “poltrona” venga prima di tutto, potrebbe rivelarsi realtà.

Farlo sarebbe il vostro 25 aprile, altrimenti sarete un consiglio “collaborazionista”, nell’accezione negativa del termine. PERÒ meglio una consiliatura completa.

Un osservatore.

P.s.: ho provato a fare una cronaca degli avvenimenti senza opinioni, verificabile su Youtube se è tale.

Vittorio Alfieri

views:
705
ftf_open_type:
kia_subtitle:
"Mozione di sfiducia? Consiglieri di opposizione, riprovateci, alla luce delle avvenute defezioni non dovrebbe essere un'impresa titanica trovare altri due dissidenti. Liberereste la città da un'amministrazione..."
MarsalaLive