Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Campobello, importante sinergia tra istituzioni e imprenditori agricoli

Raggiunta in prefettura per l’accoglienza dei migranti stagionali. Castiglione: "Una significativa rappresentanza del comparto ha dato disponibilità ad accogliere i lavoratori all’interno delle aziende..."

Campobello di Mazara – «Nei giorni scorsi, nell’ambito di due incontri che si sono tenuti in Prefettura, abbiamo raggiunto un’importante sinergia con una significativa rappresentanza dei produttori agricoli campobellesi al fine di gestire in maniera condivisa l’accoglienza dei lavoratori migranti stagionali che anche quest’anno, a partire dall’inizio di settembre, popoleranno numerosi il nostro paese durante la raccolta delle olive, rappresentando forza lavoro ormai indispensabile per l’economia locale».

È quanto dichiara il sindaco Giuseppe Castiglione a seguito delle due diverse riunioni che si sono tenute mercoledì e venerdì scorsi (12 e 14 giugno), negli uffici della Prefettura di Trapani, alla presenza del prefetto Tommaso Ricciardi, del viceprefetto Ferrante, di una rappresentanza delle forze sindacali e di un gruppo di imprenditori del settore agricolo di Campobello, con l’obiettivo proprio di mettere in atto le adeguate strategie volte a garantire un’accoglienza dignitosa ai lavoratori migranti del settore agricolo, prevedendo l’insorgenza di problematiche di ordine pubblico ed emergenze sanitarie.

Nel corso della riunione di mercoledì, in particolare, sono stati presenti gli imprenditori agricoli campobellesi Girolamo Pellegrino, Domenico Bonanno, Paolo Barruzza, Vincenzo Calandro, Antonio Tavormina, Tonino Tamburello e Gino Bonanno, i quali hanno assicurato la propria disponibilità a ospitare i lavoratori stagionali all’interno delle proprie aziende al fine di prevenire la creazione di accampamenti informali, garantendo inoltre la disponibilità di farsi da portavoce nei confronti del colleghi del comparto, sensibilizzandoli a condividere questa soluzione.

Nel corso della riunione di ieri, venerdì 14 giugno, invece, oltre al Sindaco e al viceprefetto Ferrante, sono stati presenti alcuni membri dell’Ispettorato del Lavoro, l’ente bilaterale sindacale e una rappresentanza dei commercianti di olive da mensa e dei titolari dei frantoi (Gaspare Leggio, Andrea Passanante, Gaspare Manzo e Bascio di Campobello, Asaro di Partanna, Francesco Lombardo, Vincenzo Campagna e Curaba di Castelvetrano).

Dopo un ampio confronto, questi ultimi hanno dato la disponibilità ad elargire un contributo monetario liberale da versare direttamente sul conto bancario della Croce Rossa, contribuendo così alla fondamentale azione svolta da diversi anni dal comitato locale della CRI per garantire assistenza sanitaria, sollievo e cure ai migranti che saranno ospitati nel campo di “sosta temporanea” che anche quest’anno sarà allestito dal Comune di Campobello all’interno del bene confiscato alla mafia “Fontane d’Oro”. Decisione che è stata poi in un secondo momento condivisa anche dalle aziende agricole locali Velleca, Keolive, Gruppo Caro, Centonze, Cavarretta e Seidita e che consentirà già in questo modo di devolvere alla Croce Rossa il contributo complessivo di circa 23mila euro, di cui 12mila elargiti dall’EBAT.

«Già negli anni passati – aggiunge il Sindaco –abbiamo compiuto passi avanti per la gestione del fenomeno dell’accoglienza dei migranti stagionali, grazie all’istituzione di un tavolo tecnico permanente contro il caporalato e lo sfruttamento dei lavoratori in agricoltura coordinato dalla Prefettura, che ha consentito di attuare interventi concreti e concertati volti a dare dignità a tutti i lavoratori, fornendo inoltre alle aziende agricole locali gli strumenti adeguati per operare nel rispetto della legalità e per condurre una campagna di raccolta delle olive produttiva, sana e regolamentata. Quest’anno, inoltre, ci siamo attivati per tempo al fine di compiere un ulteriore passo avanti, coinvolgendo direttamente gli operatori del comparto, che hanno dimostrato grande sensibilità verso una gestione condivisa del fenomeno. Auspico che l’impegno di responsabilità assunto da questi imprenditori e agricoltori possa essere d’esempio per tutti gli operatori del comparto».

views:
225
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Raggiunta in prefettura per l’accoglienza dei migranti stagionali. Castiglione: "Una significativa rappresentanza del comparto ha dato disponibilità ad accogliere i lavoratori all’interno delle aziende..."
MarsalaLive