Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Il Rettore dell’Università degli Studi di Palermo, Fabrizio Micari, risponde a Raimondo Cerami

Precisazioni del Rettore in merito alle dichiarazioni del Commissario Straordinario del Libero Consorzio Comunale di Trapani (ex Provincia). "A nulla è servita la proposta di soluzione temporanea..."

In ordine alle dichiarazioni rilasciate ad alcuni organi di informazione dal Commissario Straordinario del Libero Consorzio Comunale di Trapani (ex Provincia) corre l’obbligo di fare alcune precisazioni. clicca qui

Preliminarmente occorre riconoscere l’impegno profuso dal Sindaco del Comune di Marsala per garantire il mantenimento dell’offerta formativa nell’ambito territoriale di rifermento, sia di quella scolastica che di quella universitaria.

Ancora una volta infatti si esprime vivo apprezzamento nei confronti del comportamento responsabile del Comune di Marsala per avere messo a disposizione del Libero Consorzio taluni locali da destinare alle esigenze degli istituti scolastici del territorio, subordinando tale concessione alla permanenza dell’Ateneo presso i locali fino ad oggi concessi in comodato dal Libero Consorzio medesimo.

Tuttavia, tale sforzo è nei fatti stato vanificato dalle determinazioni di segno opposto assunte dal Libero Consorzio di Trapani nella misura in cui lo stesso ha subordinato la concessione in comodato dei locali per i fini istituzionali del Corso di Laurea in Viticoltura ed Enologia alla corresponsione di ingenti somme da parte dell’Università (per un totale di quasi 300.000 €), per far fronte agli oneri di manutenzione straordinaria dei locali concessi in comodato, in contrasto con la normativa civilistica di riferimento che pone esclusivamente a carico del proprietario tale tipologia di oneri, peraltro pretendendo di quantificarli con una valutazione ex ante, così svilendo il concetto stesso di manutenzione straordinaria.

A nulla è peraltro servita la proposta di soluzione temporanea offerta dal Consorzio Universitario di Trapani, che si era reso disponibile a coprire le somme richieste per il primo anno, stante l’attuale fase di rinnovo del Consiglio di Amministrazione, in vista di un accordo successivo una volta definite le procedure del suddetto rinnovo. Anche in questo caso il Libero Consorzio Comunale, cui compete a mente dell’art. 27 della Legge Regionale n. 15/2015 il sostegno e lo sviluppo dei Consorzi Universitari, ha rigettato la proposta di accordo, ribadendo, senza alcuna possibilità di intesa, le condizioni tassative originariamente prospettate all’Ateneo.

Tali circostanze conducono ad assumere una decisione che, pur garantendo il diritto allo studio attraverso il completamento dei cicli didattici già avviati del Corso di Laurea in Viticultura ed Enologia, non può escludere il trasferimento del Corso in un’altra sede. Dispiace che il Libero Consorzio non comprenda l’importanza della Formazione Superiore sul territorio, peraltro attraverso un Corso di Studio indissolubilmente collegato agli asset strategici del territorio medesimo. Il Corso in Viticoltura ed Enologia ha formato decine di professionisti che hanno contribuito significativamente alla crescita del settore. L’eventuale perdita del Corso non può che tradursi in un impoverimento culturale ed economico del marsalese.

Prof. Fabrizio Micari
Rettore dell’Università degli Studi di Palermo

Raimondo Cerami sulla permanenza della facoltà Universitaria di Enologia

views:
387
ftf_open_type:
disable_open_graph:
kia_subtitle:
Precisazioni del Rettore in merito alle dichiarazioni del Commissario Straordinario del Libero Consorzio Comunale di Trapani (ex Provincia). "A nulla è servita la proposta di soluzione temporanea..."
MarsalaLive