Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Sospesa l’ordinanza “Plastic Free” a Campobello: “Ridurre il consumo dei prodotti monouso”

A seguito delle recenti sentenze del Tar verso altri comuni. Sulla problematica dell’organico il sindaco Castiglione: "Siamo in attesa dell’autorizzazione a conferire in Calabria"

A seguito della recente sentenza emessa del Tar della Sicilia, che ha accolto il ricorso dei produttori di stoviglie monouso contro alcuni comuni siciliani che avevano adottato le ordinanze contro la vendita e l’utilizzo di plastica monouso, il sindaco Giuseppe Castiglione, con proprio provvedimento, stamattina, ha disposto la sospensione dell’ordinanza n.207/2019 “Campobello di Mazara Comune plastic Free” sino a data da destinarsi.

Nonostante, infatti, l’ordinanza sindacale rispondesse all’importante esigenza di ridurre al minimo l’utilizzo di piatti, bicchieri e stoviglie in plastica non biodegradabile, che è stato dimostrato abbiano un prezzo altissimo in termini di compromissione dell’ambiente, anticipando le recentissime indicazioni dell’Unione Europea, il Sindaco ha ritenuto opportuno sospendere il provvedimento “plastic free” in attesa del pronunciamento definitivo del Tar, che dovrebbe avvenire nel mese di luglio 2020, al fine di tutelare il Comune da eventuali danni economici che potrebbero scaturire dall’avvio di analoghi provvedimenti giurisprudenziali-amministrativi anche nei confronti di Campobello.

«Non potendo fare a meno di prendere atto dei recenti pronunciamenti del Tar in ordine alla sospensione in via precauzionale delle ordinanze plastic free – afferma il sindaco Castiglione – confido comunque nella sensibilità e nel senso civico dei cittadini campobellesi, affinché riducano il consumo dei prodotti in plastica monouso, differenziandoli correttamente e scrupolosamente e, soprattutto, evitando di disperderli nell’ambiente. Per quanto riguarda, invece, l’attuale grave problematica della raccolta dell’organico, momentaneamente sospesa a causa della chiusura di tutti gli impianti di compostaggio presenti in Sicilia, mi preme rassicurare la cittadinanza sul fatto che gli uffici comunali stanno lavorando incessantemente per trovare una soluzione nel più breve tempo possibile. Siamo infatti in attesa dell’autorizzazione per poter conferire l’umido in Calabria. La cittadinanza sarà tempestivamente aggiornata sugli sviluppi della problematica, che, ribadisco, non dipende dal sistema di raccolta comunale, ma appunto dalla mancanza di impiantistica in tutta la Regione».

views:
261
ftf_open_type:
disable_open_graph:
kia_subtitle:
A seguito delle recenti sentenze del Tar verso altri comuni. Sulla problematica dell’organico il sindaco Castiglione: "Siamo in attesa dell’autorizzazione a conferire in Calabria"
MarsalaLive