Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Vittorio Alfieri sullo sgombero romano di Primavalle: “La dignità calpestata”

"La scena più raccapricciante immortalata da una foto è stata quella del bambino che lascia l'edificio, portandosi non un pallone, un videogioco, o qualsiasi altro gioco, bensì i libri di scuola..."

Marsala – Caro direttore, nei giorni scorsi abbiamo assistito a scene raccapriccianti: mi riferisco allo sgombero di un edificio, ex scuola, occupato ed abitato abusivamente da circa 200 persone, un quarto bambini, nel quartiere romano di Primavalle. È indiscutibile che le famiglie che vivevano nell’ex scuola non avessero i mezzi economici per avere una casa come il maggior segmento della società italiana.

Vedere 50 mezzi delle forze dell’ordine e circa 150 uomini delle stesse per eseguire lo sgombero mi ha ricordato un altro episodio con protagoniste esse, loro malgrado. Episodio che conobbi anche grazie ad un illustre intellettuale, Pier Paolo Pasolini. Si tratta della battaglia di Valle Giulia, sede della facoltà di architettura, gli universitari dell’ epoca, era il 1968, i protagonisti del ’68 italiano, gli universitari, volevano occupare la facoltà per rivendicare metodi d’insegnamento più “flessibili” e moderni, per poi successivamente sovvertire i valori dello stato “borghese”.

Comune denominatore tra i poliziotti di allora e di oggi, l’esecuzione di “ordini”, ma con una differenza fondamentale: le rivendicazioni di oggi sono per due diritti superiori, diritto alla vita, diritto d’uguaglianza, avere una casa rientra tra questi, soprattutto nella fattispecie un edificio di proprietà statale, inutilizzato e libero. Si obietterà che è illegale, vero, giusto, ma è “legale” e “giusto” lasciare “marcire” il nostro patrimonio e non impiegarlo per la lotta alle disuguaglianze?

La scena più raccapricciante immortalata da una foto è stata quella del bambino che lascia l’edificio, portandosi non un pallone, un videogioco, o qualsiasi altro gioco, bensì i libri di scuola. Tutti i genitori raccomandano ai figli il valore dello studio. Sicuramente il valore menzionato gli è stato “insegnato” dai genitori, anche grazie ad una casa (eufemismo) di fortuna e occupata illegalmente.

Auspico che scene tanto simili non debbano ripetersi.

Grazie dell’ospitalità.

Vittorio Alfieri

sgombero romano Primavalle

cardinal-capranica-terminato-sgombero-1200x1200

views:
346
ftf_open_type:
disable_open_graph:
kia_subtitle:
"La scena più raccapricciante immortalata da una foto è stata quella del bambino che lascia l'edificio, portandosi non un pallone, un videogioco, o qualsiasi altro gioco, bensì i libri di scuola..."
MarsalaLive