Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Vittorio Alfieri: “La TV del dolore, un triste business che non conosce crisi”

"Dei giorni nostri la penosa vicenda di Bibbiano che coinvolge i più deboli, i bambini. Sono dell'idea che anche la TV abbia un ruolo educativo, soprattutto la TV pubblica. Ma ha un ruolo..."

Marsala – Caro direttore, mi chiedo perché strumentalizzare tutto, anche il dolore. Nell’epoca mediatica, ha riscosso enorme successo la TV del dolore. In una accezione diversa, il precursore mediatico fu Bruno Vespa: indimenticabili i plastici su Cogne e le interviste ad Anna Maria Franzoni. Altri due fatti indimenticabili, la strage di Erba (chi non si ricorda di Olindo?), il delitto di Avetrana.

La TV ha dedicato fiumi di dirette e programmi, filo conduttore la strumentalizzazione del dolore. Nessuno penserà, spero, che i riflettori accessi su i fatti menzionati siano stati utili alla verità, fosse anche solo quella giuridica. Utile si, allo share, audience e alle casse dei programmi, gli spazi pubblicitari sono venduti “profumatamente”.

Relativamente alla strumentalizzazione del dolore, la classe politica italiana non si è risparmiata. Personalmente ricordo due suicidi “famosi”: Raul Gardini, ideatore con scarso successo di Enimont e Gabriele Cagliari presidente dell’Eni dell’epoca, eravamo in piena tangentopoli. Degli anni trascorsi, i suicidi, secondo lo studio di una accreditata università privata, sono stati 937 ( dal 2012 al 2017).

Dei giorni nostri la penosa vicenda di Bibbiano che coinvolge i più deboli, i bambini. Sono dell’idea che anche la TV abbia un ruolo educativo, soprattutto la TV pubblica. Ma ha un ruolo educativo quasi al pari della famiglia e scuola, anche il ceto politico.

Allora continuerò a chiedermi perché strumentalizzare il dolore, anche se conosco la risposta. Il consenso elettorale, a scanso di equivoci, la strumentalizzazione infatti non ha colore politico. Non ci dobbiamo “assuefare” diventando voyeur del dolore.

Grazie dell’ospitalità.

Vittorio Alfieri

views:
284
ftf_open_type:
disable_open_graph:
kia_subtitle:
"Dei giorni nostri la penosa vicenda di Bibbiano che coinvolge i più deboli, i bambini. Sono dell'idea che anche la TV abbia un ruolo educativo, soprattutto la TV pubblica. Ma ha un ruolo..."
MarsalaLive