Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Donata al sindaco Castiglione tesi di laurea sul Sito Archeologico di Erbe Bianche

L’originale lavoro di Federico Caro, che trae spunto dall’ultimo scavo eseguito negli anni ’90 dal compianto Sebastiano Tusa, sarà consultabile all’interno della biblioteca comunale

Campobello di Mazara – «Il sito archeologico di Erbe Bianche a Campobello di Mazara rappresenta un osservatorio privilegiato per lo studio dell’età del Bronzo medio in Sicilia e della sua relazione con altre regioni del Mediterraneo nella fascia cronologica compresa tra il XIV e il XII secolo avanti Cristo». Lo ha documentato, per la prima volta nella storia locale, il campobellese Federico Caro, laureatosi il 18 luglio scorso nella facoltà di Lettere e Filosofia (indirizzo archeologico) dell’Università degli studi di Agrigento, nella sua tesi di laurea intitolata “L’abitato di Erbe Bianche a Campobello di Mazara: un sito dell’età del Bronzo tra mondo egeo ed Europa atlantica”.

Il lavoro di Federico Caro trae origine dalle ricerche e dagli studi condotti negli anni ’90 del compianto archeologo Sebastiano Tusa, che grazie al ritrovamento fortuito di materiali ceramici aveva per la prima volta messo in luce le tracce consistenti di un insediamento abitato preistorico risalente all’età del Bronzo medio non lontano dalla località di Santo Monte

«Quello eseguito dal grande Sebastiano Tusa è stato l’ultimo scavo che ha consentito di mettere in evidenza lo straordinario valore del sito di Erbe Bianche, che purtroppo a tutt’oggi non è adeguatamente conosciuto e valorizzato. Ho pertanto voluto incentrare il lavoro della mia tesi su questa area al fine di avviare nuove riflessioni, a partire proprio da questo formidabile punto di partenza» ha spiegato il giovane Federico Caro che stamattina, in Municipio, ha donato una copia del suo lavoro al sindaco Giuseppe Castiglione.

«A nome di tutta l’Amministrazione comunale – ha dichiarato il Sindaco – ringrazio il nostro concittadino per aver donato alla città di Campobello un lavoro originale e dunque prezioso, che sarà acquisito al patrimonio dell’ente e custodito all’interno della biblioteca comunale affinché possa essere messo a disposizione di tutta la cittadinanza e di chiunque volesse consultarlo».

views:
187
ftf_open_type:
disable_open_graph:
kia_subtitle:
L’originale lavoro di Federico Caro, che trae spunto dall’ultimo scavo eseguito negli anni ’90 dal compianto Sebastiano Tusa, sarà consultabile all’interno della biblioteca comunale
MarsalaLive