Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Attivisti di Extinction Rebellion sversano del “sangue” a Castellammare…

Per suonare l’allarme sull’emergenza climatica ed ecologica. Giovanni 13 anni: "Sono qui dato che nessuno mi ha ancora spiegato perché devo concentrarmi sulla morte di questo pianeta e non sui miei sogni..."

Castellammare del Golfo – Davanti il comune di Castellammare del Golfo giovani e adulti hanno preso parte ad un’azione pacifica nelle quale hanno sversato del ‘sangue’ per rendere la serietà del collasso climatico ed ecologico ‘visceralmente chiara’.

L’azione è stata incentrata sugli incendi, di inaudite dimensioni e frequenza, che sono avvenuti questa estate, e che continuano a dilaniare in particolare in Amazzonia e in Africa.

È stato utilizzato il ‘sangue’ per simboleggiare la perdita di vite umane che sarà inflitta alla prossima generazione, alle vite degli Indios, alle loro case andate a fuoco, e alle vite che sono già state perse in tutto il mondo a causa del clima e della crisi ecologica.

Il ‘sangue’ -biodegradabile e non tossico- è stato gettato su un albero e un’indigena da una figura cupa e nera, che vuole rappresentare l’attuale modello di sviluppo che sta distruggendo la vita sulla terra. Di fronte al dolore delle vite perse, non poteva mancare la figura del politico che di fretta e furia pulisce il sangue provando a nascondere o minimizzare la crudele realtà.
Giovanni 13 anni: “Sono qui dato che nessuno mi ha ancora spiegato perché devo concentrarmi sulla morte di questo pianeta e non sui miei sogni e sulle mie aspirazioni. Spero un giorno che i miei futuri figli possano vivere una vita dignitosa. Se il governo ascolterà la scienza, forse avrò un futuro. Ed è per questo che sono qui oggi”.

Asia 17: “Il governo sta ignorando i cambiamenti climatici mentre continua a dare sussidi ai combustibili fossili. Se loro si comportano come bambini, saremo noi ad agire come adulti”.

Jewheir che è da poco diventato padre: “Sono qui oggi perché da pochi giorni sono diventato padre. E sono terrorizzato per mio figlio. Sono terrorizzato da ciò che sta accadendo. Non vorrei essere qui. Non vorrei togliere del tempo al mio lavoro e alla mia famiglia. Ma non so cos’altro fare.”.

About Extinction Rebellion

Extinction Rebellion è un movimento globale nato in Inghilterra ad ottobre 2018, che utilizza la disobbedienza civile non violenta nel tentativo di arrestare l’estinzione di massa e minimizzare il rischio di collasso sociale, entrambi considerati inevitabili se non si intraprendono azioni rapide per frenare il cambiamento climatico e la perdita di biodiversità.

Extinction Rebellion ritiene che sia un dovere dei cittadini ribellarsi, usando la disobbedienza civile pacifica, di fronte all’inerzia criminale dei propri governi.
Le tre domande di Extinction Rebellion

  1. Il governo deve dire la verità dichiarando un’emergenza climatica ed ecologica, lavorando con altre istituzioni per comunicare l’urgenza del cambiamento.
  2. Il governo deve agire ora per arrestare la perdita di biodiversità ed azzerare le emissioni nette di gas serra entro il 2025.
  3. Il governo deve creare ed essere guidato dalle decisioni dell’Assemblea dei cittadini sul clima e la giustizia ecologica.


Ribellione Internazionale di ottobre

Dopo il successo della “Settimana di Ribellione” avvenuta a Londra lo scorso aprile, la seconda ribellione sarà internazionale e prenderà luogo anche a Roma.

A partire dalle città della Nuova Zelanda e dell’Australia, una a una molte capitali saranno invase dai Ribelli, che metteranno in atto azioni di disobbedienza civile nonviolenta: Wellington, Sidney, Varsavia, Berlino, Vienna, Roma, Parigi, Londra, Madrid, Montreal, New York, Città del Messico, per chiedere che si dica la verità sulla crisi climatica ed ecologica, che si prendano misure immediate per azzerare le emissioni entro il 2025, che vengano convocate Assemblee di Cittadini con potere deliberativo.

https://www.facebook.com/events/2428146964128308/

Extinction Rebellion, castellammare del golfo (1)

views:
763
ftf_open_type:
disable_open_graph:
kia_subtitle:
Per suonare l’allarme sull’emergenza climatica ed ecologica. Giovanni 13 anni: "Sono qui dato che nessuno mi ha ancora spiegato perché devo concentrarmi sulla morte di questo pianeta e non sui miei sogni..."
MarsalaLive