Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Bullismo e microcriminalità, continua il fenomeno: aggredito don Antonino Favata e suo fratello

"Un gruppo di 12-15enni, dopo essere stati invitati ad andare via perché facevano schiamazzi e altro, aggrediscono mio fratello pestandolo in maniera feroce e continua, scaraventandolo a terra..."

Mazara del Vallo – Violenza e ancora violenza. Violenza che sicuramente scuoterà inizialmente l’opinione pubblica per questo incessante e continuo fenomeno del bullismo e della microcriminalità che imperversa nel nostro territorio nell’ultimo periodo.

Intorno a mezzanotte, presso “’U curtigghiu di lu ‘nfernu” (sulla via San Giovanni, che da piazzale G.B. Quinci porta alla “Marina”), don Antonino Favata – parroco della cappella “Gesù confido in te” dell’ospedale “A. Ajello” di Mazara del Vallo – e suo fratello sono stati vittima di una aggressione, da parte di un gruppo di ragazzi di età compresa tra 12 e 15 anni.

Ecco il post su Facebook, sul gruppo Cappella, del prete Don Antonino:

“Ennesimo fine settimana da incubo in pieno centro storico, nella via San Giovanni, a due passi dal lungomare. Teatro della barbarie: lu curtigghiu di lu n’fernu. Un gruppo di 12-15enni, dopo essere stati invitati ad andare via perché facevano schiamazzi ed altro, aggrediscono mio fratello pestandolo in maniera feroce e continua, scaraventandolo a terra.

Mi precipito fuori per cercare di sedare la rissa ma nel frattempo il branco aveva chiamato aiuto: in circa 15 ragazzi hanno continuato a prendere a calci e pugni mio fratello e me in maniera feroce ed incontrollata.

Abbiamo chiamato i Carabinieri. Adesso siamo al Pronto Soccorso. Mi auguro che la Polizia municipale e tutte le forze dell’ordine intensifichino i controlli e che le “mele marce” siano identificate”.

Don Antonino Favata
Cappellano di “Gesù confido in Te”
Ospedale “Abele Ajello” Mazara del Vallo

I due fratelli i mattinata sono ritornati a casa “contusi e doloranti”. La redazione di Marsala Live esprime vicinanza e solidarietà a Don Antonino Favata e al fratello per quanto accaduto.

don antonino favata, aggressione mazara del vallo

views:
4184
ftf_open_type:
disable_open_graph:
kia_subtitle:
"Un gruppo di 12-15enni, dopo essere stati invitati ad andare via perché facevano schiamazzi e altro, aggrediscono mio fratello pestandolo in maniera feroce e continua, scaraventandolo a terra..."
MarsalaLive