Festival Scontrino 2019, il giovane violoncellista Gabriele Maria Ferrante protagonista

Ingresso gratuito. Lunedì 7 ottobre, alle ore 20. A 18 anni ha conseguito anche l'idoneità per l'Orchestra Filarmonica di Bergamo e Brescia. Vincitore dell'International Grand Prize Virtuoso...

Sarà il giovane violoncellista Gabriele Maria Ferrante il protagonista della sesta serata del Festival Scontrino 2019 (Auditorium “Tonino Pappalardo” di via Sceusa, lunedì 7 ottobre alle ore 20.00 – ingresso gratuito).

Il talentuoso violoncellista, diplomatosi presso il Conservatorio Scontrino con il massimo dei voti sotto la guida del M° Francesco Ferrarini, ha già all’attivo un’intensa attività concertistica che lo sta portando a riscuotere numerosi apprezzamenti.

In programma due Suites di Johann Sebastian Bach ( la n. 2 BWV 1008 e la n. 4 BWV 1010) e la Suite di Gaspare Cassadò,


Info: www.festivalscontrino.com. Contatti: info@festivalscontrino.com – 0923.556126.


L’Auditorium intitolato al fondatore dello “Scontrino” ospiterà inoltre, sempre con inizio alle ore 20.00, la pianista Adilia Alieva (8 ottobre), il sassofonista Vincent Dupuy con l’Ensemble di saxofoni del Conservatorio diretto da Antonino Peri (9 ottobre), Giovanni Costa (fagotto) e Vito Vultaggio (percussioni) con l’Ensemble Pop-Rock e l’Ensemble Jazz del Conservatorio (10 ottobre), il pianista Franco Foderà con l’Orchestra del Conservatorio diretta da Salvatore Magazzù (12 ottobre), il concerto del workshop dedicato a L’elisir d’amore di Donizetti (13 ottobre) ed infine il 14 ottobre l’affiatato Ensemble di saxofoni del Conservatorio diretto da Antonino Peri, con solisti Pietro Vitellaro (sax) e Ippolito Parrinello (pianoforte).

L’Aula Magna del Conservatorio ospiterà invece il Coro di Voci Bianche del Conservatorio diretto da Annalisa Braschi con l’Orchestra dei Giovanissimi del Conservatorio diretto da Riccardo Martinini (11 ottobre, ore 18.00).

Come negli anni passati, il Festival offrirà ad allievi ed esterni anche una ricca serie di masterclass dedicate alla chitarra (Letizia Guerra, 1-2 ottobre), alla didattica della musica (F. Delalande e R. Gambino, 4-5 ottobre), al pianoforte e alla musica da camera con pianoforte (Bruno Canino, 4-5 ottobre; Adilia Alieva, 6-7 ottobre), all’orchestra di fiati (Nunzio Ortolano, 4-5 / 11-12 ottobre), al saxofono (Vincent Dupuy, 7-9 ottobre), al clavicembalo (Imbi Tarum, 7-9 ottobre), alla musica elettronica per didattica (Franco Dani, 8-10 ottobre), al contrabbasso jazz (Manfred Bründl, 8-10 ottobre), alla psicofonia (Elide Scarlata, 11-12 ottobre). E inoltre i workshop Opera-Studio-Mozart sui Finali dapontiani (Ugo Guagliardo & Alfonso Antoniozzi, con il M° D’Angelo al piano, 1-2 ottobre) e sull’Elisir d’amore di Donizetti (Pietro Ballo & Alfonso Antoniozzi, con il M° Tarli al piano, 10-12 ottobre) e il Klavier project di Antonio Piricone (“Beethoven, eccezione a Vienna?”, 14 ottobre).


BIOGRAFIA
Gabriele Ferrante consegue, all’età di 18 anni, il Diploma Accademico di Vecchio Ordinamento in Violoncello con il massimo dei voti e la lode sotto la guida del Maestro Francesco Ferrarini presso il Conservatorio “A. Scontrino” di Trapani. Nello stesso Conservatorio attualmente frequenta il II anno del Biennio di Composizione sotto la guida del Maestro Matteo Pittino. Nato nel 2000, a 8 anni ha iniziato a studiare violoncello con Giovanni Sollima e composizione con Marco Betta presso il Conservatorio di Palermo; dal 2014 ha seguito diverse masterclass tenute dai violoncellisti Luca Fiorentini, Emery James Cardas e Martin Löhr. Ha partecipato a concorsi nazionali e internazionali per giovani solisti conseguendo sempre il primo premio assoluto. Ha suonato con l’Ensemble di violoncelli e con i CentoCellos diretti da Giovanni Sollima, con la Junior Orchestra del Conservatorio di Trapani (di cui è stato primo violoncello), con lʼOrchestra Sinfonica e con la CellOrchestra del Conservatorio “A. Scarlatti” di Palermo (con la quale ha suonato in tour in Russia), con l’Orchestra Sinfonica del Liceo Musicale Regina Margherita, con l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio “A. Scontrino” di Trapani, con l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio “A. Corelli” di Messina, con L’Orchestra Filarmonica Nissena (di cui è stato anche primo violoncello e con la quale ha suonato in tour in Cina e Malta), in duo, quartetto e in altre formazioni cameristiche e da solista. Ha partecipato a diverse incisioni di colonne sonore del padre, fra cui Over the Horizon (Edizioni Videoradio – RAI COM) e La voce negli occhi (Edizioni Diaphonia). È dedicatario di composizioni di autori contemporanei italiani e stranieri (fra cui Maurizio Balzola, Enzo Avitabile, Marco Stassi, Massimiliano Damerini, Gustavo Gini, Thoman Bramel) da lui eseguite in prima assoluta. Sung Yang Cheong, compositore e direttore d’orchestra coreano, dice di lui: «Prima di scrivere la Cello Sonata per Gabriele Maria Ferrante mi sono chiesto cosa avrei potuto comporre per un violoncellista di 14 anni. Ma quando l’ho sentito suonare, non ho avuto più alcun dubbio. Ero così felice! Il suo suono era così potente, e allo stesso tempo morbido e delicato. Lui non suonava il violoncello, lui era il violoncello». Ha inaugurato la stagione concertistica 2014/15 dell’Auditorium RAI di Palermo suonando in duo con il pianista Massimiliano Damerini e ha aperto, il 26 giugno 2015, le Orestiadi di Gibellina suonando per lʼopera Addio Roma diretta da Francesco La Licata con musiche di Monteverdi e Maderna. In seno alla stagione concertistica 2014/15 della Filarmonica Laudamo di Messina è stato protagonista del concerto Ferrante plays Ferrante eseguendo composizioni del padre dedicate al violoncello. All’età di 16 anni, ha superato la selezione per il ruolo di Violoncello dell’Orchestra Giovanile Siciliana della Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana, classificandosi primo con il massimo dei voti e ricoprendo il ruolo di Primo Violoncello per la stagione 2016/17 ricevendo successivamente, a soli 19 anni, la sua prima scrittura dalla Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana. A 18 anni ha conseguito anche l’idoneità per l’Orchestra Filarmonica di Bergamo e Brescia. Vincitore dell’International Grand Prize Virtuoso, si è esibito il 13 settembre 2019 nel prestigioso Musikverein di Vienna. Attualmente si perfeziona a Pavia presso la Pavia Cello Academy diretta da Enrico Dindo.

Festival Scontrino 2019, violoncellista Gabriele Maria Ferrante

views:
1040
ftf_open_type:
disable_open_graph:
MarsalaLive