Con l’Invocazione Rotariana conclusa la IV edizione del Blue Rotarian International Event. Le foto

L’evento anche quest’anno ha visto la partecipazione di Rappresentanti di diverse religioni, e la presenza di Autorità civili e militari e molti cittadini. A presentare e condurre è stata Metis Di Meo...

Mazara del Vallo – Con la solenne Invocazione Rotariana per la Pace fra i Popoli si è conclusa a Mazara del Vallo la IV edizione del Blue Rotarian International Event (BRIE), patrocinato dal Distretto Rotary International 2110 Sicilia-Malta ed organizzato in concomitanza con l’VIII edizione di Blue Sea Land-Expo Cluster del Mediterraneo, Africa e Medio Oriente.

L’Invocazione Rotariana si è tenuta nel centro storico, nell’area compresa fra la Moschea Ettakwa e la Chiesa di San Francesco, già ribattezzata “Piazza Blu” da Giovanni Tumbiolo, prematuramente scomparso il 15 giugno 2018, insigne rotariano e presidente del Distretto della Pesca e Crescita Blu ed ideatore dell’Expo Blue Sea Land. L’evento, patrocinato dal Comune di Mazara del Vallo, anche quest’anno ha visto la partecipazione di Rappresentanti di diverse religioni, e la presenza di Autorità civili e militari e molti cittadini.

A presentare e condurre l’evento è stata Metis Di Meo, giornalista e conduttrice televisiva Rai, madrina di questo appuntamento fin dal primo anno. Con evidente commozione Metis Di Meo ha sottolineato: “questo è un evento voluto fortemente da Giovanni Tumbiolo che ha saputo unire rappresentanti religiosi e civili ad ogni livello. Questo è il luogo naturale di questo evento, la kasbah di Mazara ove convivono in pace cittadini di diversa nazionalità e religione. Nell’assenza ci stringiamo ancora di più come fratelli oltrepassando le barriere di ogni tipo, sociale, culturale ed economiche”.

Nei diversi interventi che si sono alternati sul palco, a partire da quello del Presidente del Rotary Club di Mazara del Vallo, Domenico Di Maria, è stata ricordata la figura di Giovanni Tumbiolo. “Grazie a questo evento –ha detto Domenico Di Maria dopo aver salutato e ringraziato tutti gli intervenuti- oggi, in questa piazza, che testimonia la percezione del valore economico e sociale di Mazara del Vallo, è possibile unirsi oltrepassando le barriere di tipo culturale, economico e sociale, creare ponti fra popoli e culture”. Il Presidente del Rotary Club di Mazara ha citato le parole di Papa Giovanni Paolo II e Papa Francesco per sottolineare l’importanza del dialogo fra i popoli. “Questo –ha concluso- è un evento che si è consolidato negli anni con la forza del nostro caro Giovanni il quale ha saputo con la sua visione ‘Adottare la cultura del dialogo come via; la collaborazione comune come condotta; la conoscenza reciproca come metodo e criterio’”.

Il prof. Danilo Di Maria, storico, ha sottolineato: “Al di la delle diverse religioni e delle loro differenze, una sola è la verità: esiste un solo Dio e per il quale non si uccide”.

Il Sindaco di Mazara del Vallo Salvatore Quinci ha dato il benvenuto a tutti gli ospiti ribadendo: “Mazara del Vallo è oggi ancor più crocevia di incontro fra i popoli e le diverse culture. Le uniche vie possibili sono quelle del confronto e della pace”.

Alla cerimonia è intervenuta l’Ambasciatrice della Guinea Equatoriale in Italia, Cecilia Obono Ndong, che nel 2008, grazie a Giovanni Tumbiolo, è stata per la volta in visita a Mazara del Vallo. “Questo momento di alta spiritualità è alla base del dialogo e del confronto sui principi della blue economy –ha dichiarato il parlamentare nazionale on. Simone Baldelli già ospite nelle precedenti edizioni di Blue Sea Land”.

Il Presidente del Distretto della Pesca e Crescita Blu, Nino Carlino, ha riportato i risultati dell’VIII edizione di Blue Sea Land indicando le date della prossima edizione: dall’8 all’11 ottobre 2020, sempre a Mazara del Vallo.

Invitato a prendere la parola da Metis Di Meo, Marco Tumbiolo, figlio di Giovanni Tumbiolo, Presidente del Rotaract Club di Mazara del Vallo, ha voluto citare alcune parole pronunciate dal padre: “non c’è tempo per discutere delle differenze fra le diverse religioni, bisogna sempre però trovare il tempo per incontrarci, dialogare e costruire la pace”.

Il perseguimento dei valori della Pace e del Dialogo, la necessità di fermare la spirale di violenza e di oppressione in atto nel Pianeta, l’importanza della Cooperazione fra popoli e fra i Paesi, la salvaguardia da parte di tutti del creato. Sono stati questi i temi sui quali si sono concentrati gli interventi dei rappresentanti religiosi presenti: l’Imam della Moschea di Tivoli, Muhammad Hasam Abdulghaffar; il sacerdote indonesiano Marcus Solo, osservatore della pace in nome del Pontificio Consiglio del dialogo interreligioso Asia-Pacifico; l’Imam di Catania e presidente delle comunità islamiche di Sicilia, Keith Abdelhafid; l’Imam della Moschea di Mazara del Vallo, Ahmed Tharwa; ed infine, il Vescovo della Diocesi di Mazara del Vallo, Domenico Mogavero.

La cerimonia si è conclusa con la lettura della solenne Invocazione Rotariana per la Pace fra i Popoli da parte del Governatore del Distretto Rotary 2110, Valerio Cimino. Alla fine tutti i presenti si sono stretti in un forte abbraccio in segno di pace.

La quattro giorni del BRIE 2019 (dal 17 al 20 ottobre) è stata animata da diversi eventi, alcuni dei quali si sono tenuti presso la “Casa Rotariana” (allestita nella “Sala Ottagonale” gentilmente concessa al Rotary Club Mazara del Vallo dal Parroco della Basilica Cattedrale, don Edoardo Bonacasa). Si è svolto un torneo di tennis tavolo fra ragazzi diversamente abili grazie alla collaborazione con l’Asd Paraolimpica “Domenico Rodolico” di Mazara del Vallo; gli atleti sono stati premiati dal presidente del Rotary Mazara, Domenico Di Maria, e dall’assistente del Governatore del Distretto Rotary 2110, Franco Saccà. Sempre nella “Casa Rotariana”, nei giorni del BRIE, si è tenuta la mostra di disegni “Un pizzuddu di muddica” dell’artista pugliese Lucia Stefanetti; presente anche “Palma Vitae”, associazione di Castelvetrano a sostegno delle donne in difficoltà con l’obiettivo di dare accoglienza psicosociale.

I partecipanti al BRIE 2019, nella mattinata di sabato 19 hanno effettuato una visita guidata alla riserva naturale “Lago Preola e Gorghi Tondi” di Mazara del Vallo. Ad accompagnare i rotariani alla scoperta del prezioso sito naturalistico è stata la dott.ssa Stefania D’Angelo, direttore della suddetta riserva gestita dal WWF Italia. Nel corso della visita è stata ammirata la grande ricchezza, in termini di biodiversità, della Riserva al confine con il territorio di Campobello di Mazara. Al termine della visita, in linea con la tematica scelta dal Distretto 2110 per l’anno 2019, cioè la tutela dell’ambiente, vi è stata la presentazione del libro, curato dal Distretto 2110 Sicilia-Malta, intitolato “Angoli di paradiso. Le bellezze naturali di Sicilia e Malta”. Si tratta di un volume di 232 pagine (si parla anche della stessa Riserva “Lago Preola e Gorghi Tondi”) corredato da splendide foto e con testi, in lingua italiana e inglese, curato dalla Fondazione Salvatore Sciascia. La giornata si è conclusa con un pranzo rustico presso la “Tenuta Gorghi Tondi” ove gli ospiti hanno potuto degustare i vini di eccellenza prodotti dalla cantina guidata dalle sorelle Clara e Annamaria Sala e le pietanze sapientemente preparate dallo chef Emanuele Russo del ristorante “Le Lumie” di Marsala.

Un momento importante del BRIE 2019 a Mazara del Vallo è stato rappresentato dal workshop “Rotaract for Sustainable Future”, tenutosi nel pomeriggio del 19 ottobre presso l’Auditorium “M. Caruso”, ed intitolato “Generazione2030: progetti e prospettive sostenibili nel Mediterraneo”. Quali partnership permettono la diffusione delle “buone pratiche”, il corretto dialogo con i Paesi Mediterranei e quale è lo stato dell’arte dei progetti promossi dal sistema paese nell’ambito degli obiettivi sulla sostenibilità, Mediterraneo, transizione energetica, cambiamenti climatici, impresa sostenibile e reti di dialogo, questi i focus del workshop. Nel corso del workshop, moderato dall’Ing. Vincenzo Montalbano Caracci, si sono succeduti diversi interventi volti a rappresentare alcune iniziative messe in campo tenendo conto delle esigenze e delle peculiarità dei territori, l’acqua, la lotta allo spreco alimentare, l’economia circolare, la green e la blue economy. Sono intervenuti: Dott. Dario Cartabellotta, Direttore Generale Dip. Agricoltura Regione Siciliana; Amb. Enrico Granara, Coordinatore delle iniziative multilaterali euro-mediterranee al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale; C.F. Michele Torracca, Capo Servizio Attività Marittimo Capitaneria di Porto di Mazara del Vallo; dott. Antonino Salerno, CEO Salerno Packaging; Giovanni Moschetta, GOP Legal of Counsel; Franz Martinelli Presidente GI. & Me; Amb. Cecilia Obono Ndong, decano degli Ambasciatori Africani a Roma; Carla Ceresia, Governatore Distretto Rotaract 2110 Sicilia-Malta.

Al termine del workshop tutti i presidenti dei Club Rotaract presenti hanno sottoscritto un protocollo d’intesa attraverso il quale si impegnano ad orientare le iniziative dei rispettivi Club verso un futuro sostenibile.

Il B.R.I.E è stato supportato da: Distretto Rotary International 2110 Sicilia e Malta; Distretto Rotaract 2110; Rotary Club Area Drepanum; altri Rotary Club.

Protocollo d'intesa Rotaract

Premiazione Torneo Tennis Tavolo Casa Rotariana

Invocazione Rotariana _Religiosi_ Rappresentanti Rotary_Metis Di Meo

Convegno Rotaract_ relatori

Visita Tenute Gorghi Tondi

Invocazione Rotariana_ Il Governatore Cimino legge Invocazione

Invocazione Rotariana_ Foto Finale

views:
442
ftf_open_type:
disable_open_graph:
MarsalaLive