Consiglio comunale di Petrosino: polemiche sull’approvazione del Rendiconto

Il capogruppo del gruppo di minoranza Adesso il Futuro, Vincenzo D’Alberti, chiede "se le perplessità mostrate dai revisori siano state sciolte, specie per quanto riguarda l’errata contabilizzazione..."

Petrosino – Si è riunito ieri 29 ottobre a Petrosino, il Massimo Consesso Civico che ha visto i seguenti punti all’ordine del giorno: Scelta e nomina di tre scrutatori: Approvazione Rendiconto Esercizio finanziario 2018; Bilancio di previsione 2019-2020. Variazione per applicazione avanzo di amministrazione vincolato anno 2018; Credito vantato dalla Soc. Cop. Delfino per ricorso disabili psichici – Riconoscimento del debito fuori bilancio; Approvazione di proposta di modifica al regolamento comunale per la raccolta differenziata.

Approvati tutti i punti all’ordine del giorno con il voto contrario del gruppo di opposizione Adesso il Futuro sul Rendiconto Esercizio Finanziario 2018.

Ancora una volta polemiche sull’approvazione del Rendiconto, con Adesso il Futuro che insiste sulla criticità dei conti pubblici, e dall’altra parte con la maggioranza che sbandiera la piena trasparenza e legalità delle scelte messe in atto. Il capogruppo del gruppo di minoranza Adesso il Futuro Vincenzo D’Alberti chiede “se le perplessità mostrate dai revisori siano state sciolte, specie per quanto riguarda l’errata contabilizzazione del fondo e un’assenza di disponibilità di cassa nelle voci di stato patrimoniale”. D’Alberti mette in evidenza le lacune sul rendiconto finanziario, “anticipazione di cassa che viene utilizzata –continua D’Alberti- in maniera ordinaria e non straordinaria, difficoltà dell’ente a riscuotere i crediti, aumento dell’indebitamento pro-capite, nonostante il parere favorevole dei revisori ma lacunoso per quanto riguarda parte della documentazione incompleta ma obbligatoria per legge”.

Interviene il consigliere Massimo Mezzapelle in qualità di Presidente Commissione programmazione finanziaria e gestione delle risorse, mostrandosi orgoglioso dell’approvazione del Rendiconto Finanziario e mettendo in luce la trasparenza con cui ha agito l’Ente sulle proprie scelte di cui essi stessi ne rispondono personalmente, e chiede collaborazione alla minoranza sull’adozione di strumenti che possano migliorare la riscossione dei crediti istituendo di concerto un tavolo tecnico per mettere in atto delle strategie.

Torna sulle criticità la consigliera di minoranza Concetta Vallone sulle anticipazioni di cassa evidenziando il ricorso in maniera ordinaria e non straordinaria, sulla poca riscossione delle sanzioni e sull’aumento dell’indebitamento pro-capite di circa 50 euro, e sulla mancata estinzione e adempimento degli impegni presi.

Secca la replica del primo cittadino petrosileno Gaspare Giacalone: “Abbiamo un parere favorevole sul Rendiconto che è diverso rispetto agli altri anni, dettaglio non trascurabile. Sono aumentati i residui attivi e diminuiti quelli passivi. Il Rendiconto rappresenta la ‘fotografia’ della gestione amministrativa dell’Ente che mette in evidenza, tra le altre cose, un importante avanzo di amministrazione di un milione di euro in aumento rispetto allo scorso anno. Altro aspetto trascurato, è che quest’anno non ci sarà un ripiano di disavanzo in quanto la situazione rispetto all’anno precedente, è migliorata. L’ente –lo scrivono i revisori- non è in dissesto, non è da considerarsi strutturalmente deficitario. Per quanto riguarda il ricorso alla Tesoreria, di certo non si può amministrare con i ‘miracoli’, ben sapendo tutti quanti che abbiamo una situazione normativa legata a un patrimonio sotto sequestro dove per legge è stata congelata tutta la parte pregressa dei tributi. Per la lotta all’evasione abbiamo fatto 6.000 accertamenti, dato che rappresenta un record non solo in tutta la provincia ma anche a livello regionale, continueremo e non molliamo. Sulla lotta all’evasione non accettiamo lezioni da nessuno. Nonostante il mare in tempesta, in questo Comune si continua a rispettare gli impegni presi”.

Prosegue il Massimo Consesso Civico con la proposta del consigliere di minoranza Andrea Marino di un emendamento, accolta favorevolmente dalla maggioranza, per ridurre la multa a 100 euro per chi non ha ritirato i mastelli ed espone il sacchetto davanti alla propria abitazione.

di Rosalba Pipitone

Consiglio comunale di petrosino (1)

Consiglio comunale di petrosino (2)

Consiglio comunale di petrosino (3)

Foto di Rosalba Pipitone

views:
863
ftf_open_type:
disable_open_graph:
MarsalaLive