Sorte beffarda: Sigel Marsala Volley-Barricalla Cus Torino finisce 2-3

Sotto due set a zero nella propria palestra, le azzurre di Collavini hanno saputo tirare fuori stimoli via via crescenti per tornare in partita. A risaltare è la prova d'orgoglio di capitan Bertaiola...

Sigel Marsala Volley-Barricalla Cus Torino 2-3
5^ GIORNATA A2 FEMMINILE

Una Sigel tutto cuore ha portato al ricorso al tie-break Cus Torino, ma deve arrendersi alla sorte beffarda negli ultimi scambi della contesa di quasi due ore. Sotto due set a zero nella propria palestra, le azzurre di Collavini hanno saputo tirare fuori stimoli via via crescenti per tornare in partita. A risaltare è la prova d’orgoglio di capitan Bertaiola e compagne.

Nelle fila marsalesi presenza costante in tutta la gara delle attaccanti principe Mangani e Colarusso, con score in doppia cifra e sopra i venti punti. Questi i parziali giocati nel concentramento del PalaBellina: [18/25; 22/25; 25/23; 25/23; 13/15]. Ora sul campo di Baronissi degli ex Barbieri e Panucci occorrerà dare seguito agli ultimi tre set contro Torino. Intanto si sblocca la classifica, dopo tre partite consecutive di digiuno.

Starting-six: Cus Torino in campo con le seguenti diagonali: Vokshi/Rimoldi; Mabilo/Gobbo; Michieletto/Lotti; libero Gamba.

Marsala che ritrova Caruso in posto 3 risponde col sestetto che da qualche tempo a questa parte è la stesso di sempre: Vallicelli e Colarusso a formare la diagonale d’attacco; centrali Caruso e Bertaiola; attaccanti Mangani e Dahlke; libero Lorenzini.

La cronaca:

I punti iniziali di Colarusso (muro) e Gobbo (attacco centrale) annullano le distanze tra le squadre : 1-1. Poi avviene lo strappo al punteggio 2-5, con i timbri di Mabilo e Michieletto. Torna a far punto la Sigel con Sara Caruso con un attacco centrale: 3-5. Un break di due punti a zero per Torino prima che il servizio di Michieletto si infrangesse sulla rete: 4-7. Attacca Mabilo ed è 4- 8. Restano quattro le lunghezze sul primo tempo vincente di capitan Bertaiola del 6-10 e dell’8-12 a firma di Colarusso. Fase di punto a punto anche sull’11-15 che arriva con Mangani. Altro punto di Mangani in diagonale del 12-15 che sblocca la Sigel e fa rifugiare Chiappafreddo al time-out. La Sigel arriva a realizzare il punto del pari due volte: 16-16 e 17-17. Poi nuovo strappo al punteggio con le ospiti che eseguono il copione di come era iniziato la frazione (in mezzo sul 17-20 time-out voluto da Collavini). La Sigel subisce sei punti di break (17-23), prima di un punto ad opera di Colarusso. Ma è tardi per i propositi di rimonta. Sul 18-24 (punto di Vokshi) sostituzione tra le fila di Torino: fuori Gobbo, dentro Cometti). Il 18-25 arriva da un errore in attacco di Colarusso.

In avvio Sigel avanti con doppio punto Dahlke: 3-2. Doppio punto di Mangani e Colarusso, avanti la Sigel 8-4. Si consuma time-out di Cus Torino. Al rientro in campo, battuta errata di Dahlke, ma non di Mabilo: 8-6. Torino riprende le proprie dirimpettaie sulla situazione di 9-9. La Sigel va a un importante +3: 12-9. Vanificato il vantaggio tre volte nella parte centrale di Vokshi (13-13), da Michieletto (14-14) e da Mabilo (15-15). Rimonta le universitarie per la prima volta nel set sul 15-16. Il punto del 15-17 è un muro di Rimoldi, palleggiatore ex Perugia. Sul nuovo punto Torino fuori l’intera diagonale d’attacco azzurra. Sono della gara Scirè e Galletti. Caruso (muro) accorcia sul 16-18. Lotti compie il punto del 16-19. L’attacco seguente di Lotti è out ed un mani e fuori di Mangani ed è 18-19. Time out Torino. Sul 18-20 dentro Vaccaro per Dahlke. Nel punto seguente piemontese, Collavini chiama t.o. La Sigel subisce due muri: di Vokshi e Lotti: 19-23. Marsala si fa vivo con un ace di Scirè: 20-23. Poi il punto risolutivo del 22-25 lo firma Lotti, anche se Buiatti (entrata qualche istante prima per Mangani) e un errore in attacco ospite avevano fatto arrivare fino a -2 la Sigel

Senza sostituzioni il terzo set con le stesse interpreti che avevano iniziato la gara. Mangani e Bertaiola in avvio recuperano il gap, precedentemente, maturato, con i punti: 4-4. Incerto l’avvio rotto da una parallela ben eseguita di Colarusso e ace Mangani ed è 8-7. Il 9-8 è un attacco vincente di Dahlke. Pareggio del 9-9 di Lotti in diagonale. Poi la Sigel nella fase centrale va avanti con Colarusso (12-11) e Mangani (14-13). Attacco di Torino, ai più sembra palla out, ma di diverso avviso è il duo arbitrale e Torino va in pari: 14-14. Mangani nelle due azioni successive viene murata due volte e Torino se ne va sul 14-16. Discrezionale Marsala. La Sigel ha la forza di reagire al leggero passivo con Vallicelli e Colarusso: 19-18. Time out Torino. Fase ad elastico. Torino con Michieletto per il 20-20. Block-out di una straripante Colarusso, poi muro di Caruso, e muro e fuori della statunitense Dahlke: 23-20. Si rifanno sotto le piemontesi che si portano a una sola incollatura: 24-23, ma nei momenti topici la Sigel si stringe e si aiuta, raggiungendo il finale di set termina con l’attacco da seconda linea sulla rete di Lotti. 25-23.

Si comincia con l’ace di Mangani. Il 3-1 è primo tempo di Bertaiola. Il 4-2 è della Colarusso. Il 4-3 di Michieletto. Il punto seguente è un attacco centrale di Caruso. Il 6-3 è di Mangani (muro). Boccheggia la Sigel, Torino ne approfitta: 10-10. Time out Collavini. L’11-10 è di Colarusso, mentre il 12-10 è di Mangani. Triplo punto di Dahlke e Sigel fa il vuoto dietro sè: 16-11. Poi esce Gobbo ed entra Camperi, un attaccante di p-4. Marsala affronta un finale complesso e così Collavini spende il time-out sul 19-17. Al rientro in campo, Torino rimonta con Vokshi e Michieletto: 20-21. Entra Scirè al posto di Colarusso. Ancora un equilibrato finale : 22-22 con Mangani. Il punto del nuovo vantaggio locale è su diagonale. Il 24-23 è di Dahlke. Chiude il precedente cambio il tecnico Collavini. Rientra Colarusso. Il 25-23 è di una instacabile Colarusso.

Serve il tie-break per decretare la vincitrice della partita. Dahlke, Colarusso e Caruso le firme iniziali di Marsala. Ciò nonostante le piemontesi sono sopra 5 a 3. T.o. Collavini. Dahlke, Bertaiola (muro) ed attacco errato di Lotti. 8-6 al cambio campo. Situazione ribaltata da Vokshi e da Lotti: 8-11. Sull’8-11 dentro Scirè per Mangani. Accorciano Colarusso (due volte), Dahlke per l’11-12. Marsala a corto di fiato non ce la fa con le energie mentali e il tie-break termina 13-15.

Il lavoro di preparazione verso la trasferta di Pontecagnano Faiano (Sa) contro P2p Smilers Baronissi riprende oggi alle ore 15.00 con una seduta tecnica al PalaBellina.

Intervista/e post-gara:

Paolo Collavini (allenatore Sigel Marsala Volley)

“Sono soddisifatto della reazione. Spero che le ragazze colgano il buono da questa prestazione per l’immediatezza. L’esito del tie-break non ci ha premiato, ma pazienza. Mi sarebbe piaciuto compiere due punti, rispetto al solo guadagnato”

Mauro Chiappafreddo (allenatore Barricalla Cus Torino)

“Siamo stati bravi e superiori nei due set nella correlazione muro/difesa, una buona condotta di gara la nostra. Poi la Sigel è uscita fuori dai blocchi e ce lo aspettavamo. Ci hanno limitato e colpito i punti deboli. Siamo stati bravi a riprendere il filo e a tornare alla carica per ottenere un successo pesante su un campo difficile”
Tabellino. Sigel Marsala Volley-Barricalla Cus Torino: 2-3 [18/25; 22/25; 25/23; 25/23 ;13/15]
Sigel Marsala Volley: Vallicelli 1, Colarusso 21, Bertaiola 10, Caruso 9, Mangani 20, Dahlke 15, Lorenzini [L], Scirè 2, Vaccaro, Galletti, Buiatti 1. ne. Laragione. Coach: Paolo Collavini; vice: Daris Amadio

Barricalla Cus Torino: Rimoldi 2, Vokshi 27, Mabilo 10, Gobbo 9, Michieletto 11, Lotti 14, Gamba [L], Camperi , Cometti , Bisio 2, Severin ne Fantini [L] Coach: Mauro Chiappafreddo; vice: Fulvio Bonessa

Arbitri: Alessandro Cavalieri e Maurizio Nicolazzo di Catanzaro

Spettatori: 300 circa

 

Emanuele Giacalone

Sigel Marsala Volley-Barricalla Cus Torino

views:
498
ftf_open_type:
disable_open_graph:
MarsalaLive