Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

Anziana pestata a sangue e gettata in un burrone da due uomini: scene da film dell’orrore

Antonina Fontana, artigiana molto conosciuta nel trapanese, solo per un miracolo può raccontare i momenti infernali che ha trascorso. Sottoposta a un delicato intervento chirurgico...

Salemi – Scene da film dell’orrore a Salemi dove un’anziana di 74 anni è stata brutalmente pestata a sangue da due uomini, gettata in un burrone e ancora picchiata con violenza inaudita. È viva per miracolo e le sue dichiarazioni saranno fondamentali per risalire agli aggressori.

Antonina Fontana, artigiana molto conosciuta nel comune trapanese, solo per un miracolo può raccontare i momenti infernali che ha trascorso. Oggi sarà sottoposta ad un delicato intervento chirurgico all’ospedale di Castelvetrano mentre i carabinieri cercano di fare luce sull’aggressione.

Come riporta il Giornale di Sicilia, la donna, attorno alle 21 del 12 novembre stava tornando a casa a bordo della sua Fiat 500 quando è stata affiancata da un’auto che le si è messa davanti, costringendola a fermarsi. Dalla vettura sono scesi due uomini dall’accento marsalese, come ha raccontato la 74enne agli investigatori, che hanno indossato un passamontagna e hanno iniziato a picchiarla selvaggiamente spingendola verso un burrone in cui è caduta.

La violenza sarebbe continuata. “Ho tentato di difendermi anche in fondo al terrapieno, – ha raccontato – dove sono stata presa a calci al punto che mi hanno fratturato l’anca, poi, pensando che non ce l’avrei fatta, anche per l’abbondante sangue che mi usciva dal naso, si sono allontanati”. Ha così avuto la forza di trascinarsi all’auto e chiamare il nipote. Una frattura al setto nasale e una all’anca è il risultato del pestaggio che sarebbe potuto costare caro alla donna.

Intano i carabinieri indagano anche sul passato della vittima che due anni fa venne aggredita per questioni legate ad alcune eredità. Intanto a Salemi è forte l’indignazione per l’aggressione ad una donna molto conosciuta perchè è considerata una delle ultime delle manifatturiere delle ceste con le buse, secondo l’antica tradizione. [da Blogsicilia.it]

Il Servizio di Rai News: clicca qui


Tre casi eclatanti hanno sconvolto Salemi nel 2019 e il paese si ribella: “Non siamo violenti”. Eppure il centro di diecimila abitanti è giunto agli onori della cronaca a gennaio quando Francesco Ciaravolo non si presentò all’altare e fu ritrovato dopo qualche giorno carbonizzato all’interno della sua auto. A febbraio avvenne invece la sparizione di una donna, Angela Stefani e nelle scorse settimane, dopo mesi di indagini, è stato arrestato il compagno Vincenzo Caradonna, per omicidio e occultamento di cadavere. Adesso la vicenda di Antonina Fontana, la 74enne, bloccata in auto, pestata e gettata in una fossa. A Salemi, come riporta Francesca Capizzi in un articolo del Giornale di Sicilia in edicola, in pochi hanno voglia di parlare ma tutti sono sconvolti. Intanto, i carabinieri della compagnia di Mazara e la procura di Marsala stanno visionando le telecamere della zona per cercare i responsabili. [Gds.it]

views:
2570
ftf_open_type:
disable_open_graph:
MarsalaLive