Clickoso - Soluzioni di marketing digitale
Clickoso - Soluzioni di marketing digitale

“Le Amministrazioni hanno bisogno di soldi per promuovere il territorio e fare arrivare i turisti”

Gaspare Giacalone, Presidente AST: "Se i turisti arrivano anche negli appartamenti con locazioni brevi è perché le Amministrazioni Comunali negli anni hanno pagato i vettori (per Marsala €.360.000)...

Riceviamo e pubblichiamo

Rappresento le strutture alberghiere associate dell'”Associazione strutture turistiche”. Siamo associati, a sua volta, a Federalberghi e quindi cercherò di esplicitare due concetti, basati su una circolare di 2 giorni fa e su alcune considerazioni di carattere generale apparse su Left dal titolo “la faccia nascosta di Airbnb”, che è un giornale di nicchia: tutti i dati sono ufficiali e condivisi da Airbnb.

Due sono i concetti su cui voglio ragionare:

1) Le Amministrazioni locali hanno bisogno di soldi per promuovere il territorio e fare arrivare i turisti

2) Airbnb, essendo penetrata pesantemente nel tessuto turistico, deve rendersi più responsabile ed aiutare le pubbliche amministrazioni a recuperare i soldi dei loro clienti (per esempio essere più collaborativi rispettando il D.L. 24 Aprile 2017, noto come Tassa Arbnb), come altre piattaforme già fanno.

Ritornando al primo punto, oltre ai soldi per i servizi, servono soldi per promuovere il territorio e fare arrivare i turisti con gli aerei, fino a questo estremo sud. Qui non siamo a Roma o Firenze che tutti conoscono e dove gli aeroporti sono ben strutturati.

Se i turisti arrivano anche negli appartamenti con locazioni brevi è perché le Amministrazioni Comunali negli anni hanno pagato i vettori (per Marsala €.360.000), altri Enti, Associazioni di categoria, ed anche l’AST, nel suo piccolo, si autotassa per fare un minimo di promozione. Quindi cerchiamo tutti di remare nella stessa direzione, con un obiettivo comune: fare crescere il territorio, perché dal territorio tutti possano trarre dei vantaggi.

Ed ancora, se Airbnb gioca al ribasso con i prezzi, costringendo le strutture alberghiere ed estralberghiere a seguire i loro prezzi, porta qualcosa in più nelle tasche dei proprietari di appartamenti sfitti, ma, nello stesso tempo, provoca una distorsione del mercato, recando un danno alle strutture turistiche, che hanno costi e tassazioni che l’appartamento privato non ha (vedi TARI, Tassa Speciale TV, SIAE, e poi altri costi base per mantenere aperta la struttura).

Concludendo, ritorno sul secondo punto per dire dobbiamo trovare prima nuovi turisti, e poi cercare nuovi appartamenti. Invito ora stesso Airbnb a rompere gli indugi e a stipulare le convenzioni con i Comuni per applicare la legge di cui sopra (Dura lex sed Lex).

Da domani io stesso sono pronto ad accompagnarvi presso la nostra A.C., se volete.

Grazie per avermi ascoltato.

Ing. Gaspare Giacalone
Presidente AST


PS: Volevo darvi alcuni dati sulla tassa di soggiorno, ma sarà x la prossima volta.

A prima vista penso che rafforzano il ragionamento di cui sopra: la coperta è corta.

Sul finire voglio dare uno sguardo con voi sui dati Tassa di soggiorno a Marsala.

Il 2017 si è avuto un ricavo di €. 256.000 circa

Stessi dati per il 2018: €. 261.000 appena €. 5000 in più

Nel 2019 mancherebbero almeno €. 20.000, da notare un grosso calo in alta stagione. Solo in quel periodo mancano 15.000 € ed altri €.5.000, si presume, nell’ultimo trimestre.

Per chiudere, nel 2020 c’è bisogno di avere a disposizione grandi importi per rianimare il turismo: per la promozione, per servizi e per l’aeroporto. Sarebbe necessario un tavolo di concertazione tra operatori per trovare nuove strategie.

Ing. Gaspare Giacalone
Presidente AST

views:
165
ftf_open_type:
disable_open_graph:
kia_subtitle:
Gaspare Giacalone, Presidente AST: "Se i turisti arrivano anche negli appartamenti con locazioni brevi è perché le Amministrazioni Comunali negli anni hanno pagato i vettori (per Marsala €.360.000)...
MarsalaLive